Torna ad ottobre a Camaiore la terza edizione del Forum Internazionale della Formazione, organizzata dalla società di formazione TESEO con la Direzione Scientifica del Prof. Alessandro Mariani (Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze) e al Comune di Camaiore.

Il tema guida dell’edizione 2019 - che si svolgerà nei giorni 25/26/27 ottobre al teatro dell’Olivo di Camaiore (LU) - sarà “La cura di sé” e vedrà come relatori personaggi prestigiosi del mondo della cultura e della comunicazione come Paolo Crepet, Umberto Galimberti e Dacia Maraini che hanno già confermato la loro presenza assieme a tanti altri importanti professionisti che saranno svelati nelle prossime settimane.

Attraverso un approccio metodologico interdisciplinare e il contributo scientifico-culturale di autorevoli relatori e studiosi, quest’anno il “Forum Internazionale della Formazione” intende riflettere attorno al tema della cura di sé attraverso tre differenti percorsi: “Identità ed alterità”, “Inquietudine e felicità”, “Creatività e costruzione di sé”.

Saranno organizzati seminari, laboratori ed iniziative progettate per un pubblico diversificato, in modo da coinvolgere sia operatori del settore educativo (educatori, insegnanti, formatori), sia un pubblico più vasto composto da professionisti, genitori, giovani.

Saranno tra i relatori di questa terza edizione del Forum della Formazione anche la professoressa Luigina Mortari e la criminologa Roberta Bruzzone, che di recente hanno confermato la propria partecipazione.
Al centro dei loro interventi sarà il tema fulcro di questa edizione: la cura di sè. Entrambe le studiose si focalizzeranno su un aspetto in particolare. La scrittrice e criminologa Roberta Bruzzone si concentrerà sui cosiddetti ‘manipolatori affettivi’, sul tema della violenza e del bullismo. Argomenti delicati e complessi di cui tratta ampiamente anche nel suo ultimo libro “Io non ci sto più”, pubblicato da De Agostini. La professoressa Luigina Mortari, docente di Epistemologia della Ricerca Pedagogica, ci parlerà delle molteplici sfaccettature, pubbliche e private, che racchiude il concetto del ‘curarsi’. Parlerà anche della sua ultima fatica letteraria, in perfetta armonia col tema del forum e che si intitola proprio “Aver Cura di Sè”, pubblicato da Raffaello Cortina Editore.

“L’obiettivo principale del Forum Internazionale della Formazione giunto alla sua terza edizione - spiega il direttore scientifico, il professor Alessandro Mariani - è quello di creare un’occasione di incontro/riflessione sulle tematiche della formazione e della didattica, anche nelle loro forme più innovative, valorizzando l’importanza della formazione come processo continuo presente in tutte le fasi della vita, stimolo e motore di sviluppo personale, sociale e professionale. A partire dall’età ellenistica, la nozione di “cura di sé” è un dispositivo che investe profondamente la vita interiore del soggetto. La cura sui implica una riflessione sulla propria soggettività, in modo da assegnarle un’identità (dinamica, variabile e mai definitiva), dispiegarla in una forma (imprevedibile, mobile e reversibile) e costruirla nella relazione (comunicativa, aperta e progettuale). Dunque, curar-si significa occuparsi della propria “casa interiore” attraverso percorsi interpretativi e formativi che si scandiscono – e per tutta la vita – tra individualità e alterità, inquietudine e felicità, creatività e costruzione di sé: punti nodali del pensiero contemporaneo e instrumenta vitae autenticamente formativi”.

La partecipazione al Forum è gratuita, ma la registrazione all'evento è obbligatoria.

Per info si può chiamare la segreteria di Teseo ai numeri 0584 338275 – 338254, inviare una mail a Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! , oppure visitare il sito www.forumform.it