Nella seduta di ieri, 12 agosto 2020, il Consiglio Comunale ha approvato la delibera che conferma il blocco le tariffe TARI 2020 - che restano ferme ai livelli di quelle del 2019 - e dispone un consistente pacchetto di agevolazioni per le attività economiche (c.d. utenze non domestiche). L’importo complessivo degli sgravi è di oltre 400.000,00 € euro, che si aggiungono alle ordinarie agevolazioni riservate alle famiglie (comprese in altro pacchetto, anch’esso incrementato). Nel dettaglio, le agevolazioni si applicano in due distinte modalità, a seconda della tipologia delle attività:

A) 13% sulla parte variabile della TARI per le utenze non domestiche che esercitano un’attività economica di tipo stagionale;
B) 30% sulla parte variabile della TARI per le utenze non domestiche a carattere annuale.

Dalle agevolazione sono esclusi i seguenti codici e relative categorie:  3 (Autorimesse e magazzini senza vendita diretta), 9 (Case di cura e riposo), 10 (Ospedali), 12 (Banche, istituti di credito e studi professionali), 14 (Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze), 25 (Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari), 26 (Plurilicenze alimentari e/o miste), 27 (Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio, con esclusivo riferimento ai soli negozi di ortofrutta e pescheria), 28 (Ipermercati di generi misti) nonché le utenze non domestiche di produzione e di vendita al dettaglio o all’ingrosso di beni di genere alimentare o farmaceutico.

Gli aiuti alle famiglie, già approntati, saranno oggetto invece oggetto di una deliberazione specifica per la determinazione di un fondo esenzione / riduzione che sarà aumentato in modo consistente rispetto agli anni scorsi, con lo scopo di ampliare la platea dei potenziali beneficiari. Le scadenze dei pagamenti non sono ancora state fissate in un atto ufficiale ma l’intenzione dell’Amministrazione è di programmarle per il 30 settembre, 15 novembre e 31 dicembre 2020.

“Si tratta del contributo più significativo che il Comune può fornire nell’ambito delle misure di aiuto alle categorie economiche post Covid-19 e tra i pochi ambiti in cui effettivamente gli enti locali possono davvero incidere – le parole del Sindaco Del Dotto - Nell’elaborazione degli scenari siamo sempre stati convinti del fatto che non potevamo pensare di concedere agevolazioni a pioggia perché sarebbero state quasi ininfluenti per la vita quotidiana di imprenditori ed esercenti. In questo modo concediamo un seppur piccolo sollievo alle tante sofferenze delle nostre categorie. La nostra strategia è di impegnare tutte le risorse possibili negli aiuti a famiglie e imprese, per cui non è escluso che da qui a fine anno maturino le condizioni per ulteriori iniezioni di aiuto al territorio”.

Touristeninformationsbüro Öffnungszeiten
Toggle Bar