Autorizzazioni di Pubblica Sicurezza

Comunicazione per illuminazione pubblica straordinaria

Di che cosa si tratta

Le cosiddette “luminarie” sono definite dal Testo unico delle leggi di Pubblica Sicurezza come “Impianto provvisorio di illuminazione“. Hanno una normativa di riferimento rintracciabile essenzialmente nel T.U.L.P.S. Chi intenda installare delle luminarie deve presentare COMUNICAZIONE all’U.O. Commercio e P.A. utilizzando apposito modello.

Termini e scadenza

La presentazione della COMUNICAZIONE, completa di tutta la documentazione a supporto e debitamente firmata dal legale rappresentante, ha efficacia immediata, salvo richiesta di integrazioni da parte degli uffici competenti dovuta ad anomalie riscontrate in fase istruttoria.

Condizioni generali per istallazioni luminarie

  1. Le luminarie e relative linee di alimentazione, ove usufruiranno dei sostegni del servizio della pubblica illuminazione, dovranno essere installate con modalità atte a non creare problemi per la ordinaria manutenzione di quest’ultimo servizio. E’ fatto altresì divieto, ove presente, graffettare o comunque sorreggere la linea dorsale di alimentazione delle luminarie alle linee aeree della pubblica illuminazione, nel caso di sostegni con interdistanza superiore a 40 mt, per sorreggere le linee aeree di alimentazione delle luminarie, dovrà essere predisposto idoneo sostegno intermedio a cure e spese della ditta installatrice, inoltre tutti i pali sia verniciati che zincati, dovranno essere protetti in maniera idonea nel punto di ancoraggio della linea di alimentazione e dei festoni, mediante fornitura e posa in opera di una fascia in materiale plastico (neoprene o altro) - inoltre per i tiranti è fatto divieto assoluto dell’utilizzo di materiale ferroso;
  2. Dovrà essere posta particolare attenzione all’altezza di installazione delle luminarie in conformità alle norme CEI 64.8 (altezza dal limite inferiore maggiore di 5,10 mt)
  3. I conduttori elettrici dovranno essere in doppia guaina multipolare, si consiglia l’uso di cavo tipo H07RN-F o FG7-OR o FROR ;
  4. Le derivazioni e connessioni dei conduttori elettrici dovranno essere eseguite mediante apposite scatole di derivazione con grado di isolamento IP 4X ed appositi morsetti a norma CEI 23-20;
  5. I componenti delle luminare dovranno avere marchio CE e/o IMQ ed essere idonee all’installazione in esterni;
  6. Ove si renda necessario, il richiedente a propria cura e spese dovrà ottenere le autorizzazioni, permessi e ordinanze di competenza di altri uffici e/o enti o privati;
  7. Considerato che, sia l’installazione in argomento che le forniture elettriche sono completamente all’aperto, pertanto non ricadente nel campo di applicazione del DM 37/2008, la ditta scrivente dovrà certificare quanto realizzato ai sensi della L. 186/68 (REGOLA D’ARTE);
  8. Al termine della installazione delle luminarie e comunque prima della loro accensione, la ditta installatrice dovrà presentare la dichiarazione di cui sopra, allegando collaudo dell’impianto elettrico realizzato e dichiarazione di corretta posa dei tiranti ed ancoraggi redatti da professionista abilitato;
  9. Lo smantellamento di tutte le luminarie, compreso le linee elettriche di collegamento ed i relativi sistemi di fissaggio, dovrà essere eseguito entro e non oltre il 31.01.dell’anno successivo, nel caso in cui la tempistica non venga rispettata, sarà provveduto d’ufficio addebitandone le spese alla ditta installatrice;
  10. Vista la nota trasmessa dall’ENEL Infrastrutture e Reti, è fatto divieto di apporre installazioni di qualsiasi tipo sugli impianti e/o sostegni sia di pubblica illuminazione sia della rete di proprietà e/o gestiti da ENEL;
  11. Si precisa inoltre che l’alimentazione dei vari tratti di luminarie dovrà essere richiesta all’Ente Gestore dell’energia, l’importo relativo sarà a carico del richiedente;
  12. Prima dell’inizio dei lavori di installazione dei festoni, la ditta dovrà comunicare al Comando Polizia Municipale di Camaiore (fax 0584/983537) e all’Ufficio Tecnico LL.PP. (Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.) il nominativo e relativo numero telefonico di personale reperibile h 24, per eventuali interventi urgenti che potranno essere richiesti durante il periodo dell’installazione;
  13. La Soc.tà Citelum, in qualità di gestore degli impianti di pubblica illuminazione del comune, nel caso ravveda condizioni di pericolo sia elettrico che strutturale, provvederà a mettere in sicurezza anche disistallando le luminarie se ritenuto necessario (referente di zona Arch. Riccardo Gnani 366-6502749 );
  14. Nel corso dell’installazione, la ditta dovrà adottare tutte le procedure previste dalla normativa vigente in materia di sicurezza sul lavoro;
    Inoltre sarà cura della ditta, ove lo ritenga necessario, richiedere ordinanza di divieto di sosta, senso unico alternato e/o chiusura strada, al Comando P.M. di Camaiore.

Costo del servizio

Non sono previsti pagamenti di diritti di istruttoria

Riferimenti normativi:

  • Legge n° 46 del 5 marzo 1990 ;e s.m.i. “Norme per la sicurezza degli impianti”

  • D.M. n. 37 del 22 gennaio 2008 "Regolamento concernente l'attuazione dell'art.11 - quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n.248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici"
  • Legge n.186 dell'1 marzo 1968 "Disposizioni concernenti la produzione di materiali, apparecchiature, macchinari, installazioni e impianti elettrici ed elettronici"
  • Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con Regio Decreto n. 773 del 18 giugno 1931
  • Decreto Legislativo 25.11.2016 n. 222 “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività, silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell’art. 5 della L. 07.08.2015, n. 124”

Modulistica

Altri documenti

 

Tourist information office Opening times
Toggle Bar