Comunicazione Inizio Lavori Asseverata – CILA - deve essere presentata quando si vogliano realizzare gli interventi edilizi elencati dall’articolo 136, comma 2, lettere a) e g) della Legge Regionale 65/2014 “Norme per il governo del territorio”. Sono quegli interventi che possono essere eseguiti senza titolo abilitativo. È sufficiente una comunicazione dell’inizio dei lavori da parte dell’interessato all’ufficio edilizia privata alla quale deve essere allegata una relazione asseverata da un tecnico abilitato e corredata degli opportuni elaborati progettuali. Detta comunicazione deve contenere anche i dati identificativi dell’impresa che esegue i lavori.

Per la comunicazione deve essere utilizzata l’apposita modulistica da presentata in unica copia e può essere in formato cartaceo o trasmessa tramite pec all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

I lavori possono essere eseguiti dal momento della presentazione al protocollo.

COSTI - Nei casi di cui all’art183, comma 3, della L.R. 65/2014 gli interventi di cui alla suddetta comunicazione sono soggetti alla corresponsione del contributo per oneri di urbanizzazione.

Non sono dovuti versamenti a titolo di diritti di segreteria o rimborso spese.

ATTENZIONE Occorre sempre e comunque richiedere l’autorizzazione paesaggistica per tutte le opere esterne da realizzarsi su edifici ricadenti in area sottoposta a vincolo paesaggistico (D.Lgs. 42/2004).

E’ sempre necessario il preventivo parere della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici per le modifiche, sia interne che esterne, di edifici tutelati dal D.Lgs 42/2004.

Occorre sempre e comunque richiedere l’autorizzazione al Vincolo Idrogeologico o presentare la comunicazione di inizio lavori per tutte le opere da realizzarsi su edifici e/o aree ricadenti in area sottoposta a vincolo idrogeologico, secondo quanto previsto dalla L.R. 39/2000, dal Regolamento di attuazione approvato con DPGR n. 48/2003.

Si invita a porre attenzione alle modifiche interne ed esterne in progetto nelle Aree Urbane Storiche, negli edifici storici. Si richiama l’attenzione sul rispetto del Codice Civile per quanto riguarda tutti gli interventi sulle parti comuni degli edifici, in particolare sulla necessità che sia l’assemblea di condominio ad autorizzare eventuali modifiche all’edificio.

Avvertenze

La mancata comunicazione dell’inizio dei lavori dell’inizio dei lavori comportano la sanzione pecuniaria pari a 1000,00 Euro, come disposto dall'art. 136 c. 6 della L.R n. 65/2014.  La sanzione è ridotta di 2/3 se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l’intervento è in corso di esecuzione.

L’ufficio mensilmente effettua controlli a campione sulle comunicazioni presentate pubblicandone il sorteggio.
 

Normativa di riferimento

D.P.R. 380/2001

D.LGS 42/2004

L.R. 65/2014

Modulistica

I moduli Modulo CILA e soggetti coinvolti possono essere scaricato da questa pagina del sito della Regione Toscana

Tourist information office Opening times
Toggle Bar