La Giunta comunale ha approvato nella seduta del 24 aprile 2019, il bilancio consuntivo per l’anno 2018 che vedrà nelle prossime settimane il passaggio conclusivo in Consiglio Comunale. Le indicazioni che arrivano dalla relazione di gestione sono positive per i conti dell’ente che confermano la propria solidità. In particolare è stato rispettato il piano di rientro trentennale per la revisione dei residui attivi,>strumento con cui lo Stato ha dato la possibilità di spalmare in una quota trentennale i possibili crediti inesigibili: il disavanzo contabile dell’ente scende quindi a poco più di 11 milioni.

Diminuiscono inoltre i residui attivi (soltanto poco più del 10% di questa voci sono precedenti al 2012) e passivi aspetto che ha permesso di migliorare l’indicatore dei tempi di pagamenti che rientra sotto i 90 giorni, dato confermato anche nel primo trimestre 2019. Diversamente da quanto successo negli ultimi due anni il 2018 è stato chiuso con un attivo di cassa di oltre 2 milioni di euro, aspetto che ha permesso di non chiudere l’anno in anticipazione di cassa.

Nel 2018 le entrate si attestano a poco meno di 38 milioni e 500 mila €, in leggera crescita rispetto all’anno precedente. Le principali voci di spesa corrente sono il personale (circa 7,6 milioni di euro), l’acquisto di beni e prestazione di servizi (oltre 21 milioni di euro di cui quasi 10 per il servizio di gestione dei rifiuti), quasi 3 milioni di trasferimenti e un milione e 600 mila euro di interessi passivi.