IL SINDACO

VISTA la direttiva 2008/50/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21.05.2008 “relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un aria più pulita in Europa” che riunisce in un unica direttiva quadro le precedenti Direttive 96/62/CE,99/30/CE, 2000/69/CE, 2002/3/CE, 97/101/CE;

VISTO il Decreto Legislativo n.155 del 13.08.2010 “Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un aria più pulita in Europa”, che recepisce la Direttiva 2008/50/CE la quale definisce un quadro normativo unitario in materia di valutazione e di gestione della qualità dell'aria ambiente;

VISTA la Legge Regionale n.9 del 11.02.2010 “Norme per la tutela della qualità dell'aria ambiente”;

VISTA la Legge Regionale n.27/2016, modificata dalla Legge Regionale n.9/2010, che ha assegnato alla Giunta Regionale il compito di determinare specifici indici di criticità e le relative modalità di calcolo, al fine di individuare le situazioni di rischio di superamento dei valori limite e le soglie di allarme dei singoli inquinanti;

VISTA la Delibera di Giunta Regionale n.814/2016 con cui, da una parte, vengono aggiornate le linee guida regionali per la messa a punto, da parte dei Comuni, dei Piani di Azione Comunale per il risanamento della qualità dell'aria e, dall’altra, viene definito il sistema di calcolo in base al quale vengono individuate le situazioni critiche caratterizzate da concentrazioni di PM10 superiori alla soglia di 50 ìg/m3, oltre la quale è ipotizzabile l'intervento di natura contingibile e urgente a cura dei Sindaci dei Comuni individuati con DGR 1182/2015;

CONSIDERATO che:

  • il Comune di Camaiore è stato inserito in detto elenco, in quanto facente parte dell’area di superamento “Versilia”unitamente al Comune di Viareggio;
  • che la Giunta Comunale, con deliberazione n. 507 del 21/12/2016, ha approvato il “Piano di Azione Comunale per il risanamento della qualità dell’aria, anni 2016-2018”;

PRESO ATTO che la centralina di riferimento per l’area “Versilia” a rischio di superamento a cui deve far riferimento il nostro Comune, è la stazione di rilevamento di Viareggio;

VISTA la comunicazione pervenuta da parte di ARPAT in data 07/01/2020 con la quale viene segnalato che si sono verificate le condizioni per l'attribuzione del valore 2 all'Indice di Criticità per la Qualità dell'aria (ICQA) secondo quanto previsto dalla Delibera Giunta Regionale n. 814/2016 sopra richiamata, in quanto:

  • Sono stati rilevati 6 superamenti del valore limite per la media giornaliera del PM10 negli ultimi 7 giorni.
  • Si prevedono 2 giorni con condizioni meteo critiche.
  • Il livello dell' ICQA determinato è 2.

e che pertanto è necessario procedere all'adozione dei provvedimenti di cui al Modulo 2, Allegato A, Parte Quinta della DGR 814/2016;

RITENUTO pertanto di dover attivare provvedimenti contingibili, al fine di ridurre il rischio di superamento del valore limite giornaliero per il PM10 ai sensi dell’art. 7 del D.lgs n. 351/1999 coerentemente con le disposizioni della legge regionale n.9/2010;

RITENUTO opportuno che il provvedimento ordinatorio previsto dal Piano di Azione Comunale, nel caso di raggiungimento del valore 2 dell'indice di elevata criticità” (ICQA) debba avere durata di almeno 4-5 giorni;

VISTA la Legge 23 dicembre 1978n, n. 833 recante “Istituzione del Servizio sanitario nazionale” ed in particolare l’art. 32 che prevede in capo ai Sindaci e al Presidente della Giunta Regionale il potere di emanare ordinanze di carattere contingibile ed urgente in materie sanitarie;

VISTO il D.L. 31 marzo 1988, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli Enti Locali”, in attuazione del capo 1 della Legge 15 marzo 1997 n. 59” e in particolare l’art.117 che prevede in capo ai sindaci e al Presidente della Giunta Regionale, il potere di emanare ordinanze di carattere contingibile ed urgente in materia sanitaria;

VISTO l’art. 50, del T.U. sull’ordinamento degli Enti Locali adottato con D.lgs 18 Agosto 2000 n. 267;

ORDINA

la messa in atto di comportamenti virtuosi finalizzati alla riduzione di emissioni in atmosfera, per una durata di cinque giorni consecutivi, fino alle ore 23:59 del 12 gennaio 2020, su tutto il territorio comunale, derivanti dall’ abbruciamento all’aperto di biomasse e dal riscaldamento da fermo dei motori di veicoli, provvedendo allo spegnimento dei motori stessi durante la fase di sosta o di fermata prolungata, in particolare nelle zone abitate (autobus in stazionamento ai capolinea, veicoli per trasporto merci durante le fasi di carico/scarico, veicoli incolonnati in prossimità di incroci con traffico intenso, passaggi a livello, ect.);

INVITA

la cittadinanza ad attuare una serie di “comportamenti virtuosi” per contribuire al miglioramento della qualità dell'aria, come di seguito indicato:

  • favorire tecniche agricole che evitino l’accensione di fuochi all’aperto con combustione di biomasse;
  • riduzione a ore 9 (nove) giornaliere del funzionamento degli impianti di riscaldamento domestici, nonché riduzione della temperatura massima a gradi centigradi 18°C (diciotto);
  • privilegiare l’utilizzo dei mezzi pubblici per gli spostamenti;
  • utilizzare in modo condiviso l'automobile, per diminuire il numero dei veicoli circolanti (carsharing, carpooling);
  • effettuare verifiche periodiche agli scarichi dei veicoli (verifiche aggiuntive oltre a quelle obbligatorie), sia di autovetture che motocicli e ciclomotori;
  • evitare di tenere i bambini ad un'altezza di 30-50 centimetri dal suolo (livello a cui si propaga la maggior parte delle emissioni dei veicoli a motore), utilizzando per il loro trasporto carrozzine, passeggini e zaini di altezza adeguata;

INFORMA

la cittadinanza della presente ordinanza mediante pubblicazione all'Albo Pretorio, pubblicazione sul sito del Comune di Camaiore e mediante avviso sui quotidiani locali;

INCARICA

la Polizia Municipale e tutti gli altri Enti e Organi di controllo competenti per legge, della verifica dell’osservanza della presente ordinanza

AVVERTE

  •  che i trasgressori all’ordine impartito con il presente atto saranno sanzionati ai sensi dell’art. 7bis del D.lgs n. 267/2000 e ss. mm. e ii.
  • che ai sensi dell'art. 3 della legge n. 241/90, contro il presente atto può essere presentato ricorso, alternativamente, al TAR competente ai sensi della Legge n. 1034/71 e successive modificazioni, o al Presidente della Repubblica, ai sensi dell'art. 98 del D.P.R. 24 novembre 1971, rispettivamente entro 60 gg. ed entro 120 gg. a decorrere dalla data di pubblicazione del presente atto;

DISPONE

che la presente ordinanza sia trasmessa a:

  • Regione Toscana - Direzione Ambiente ed Energia
  • Arpat Dipartimento di Lucca;
  • Ausl Toscana nord ovest – Zona Versilia –Dipartimento Igiene e Sanità Pubblica;
  • Comando di Polizia Municipale

Il Sindaco

Avv. Alessandro Del Dotto

 

 

Documento firmato digitalmente ai sensi e con gli effetti di cui agli art. 20 e 21 del D.lgs. n. 82/2005; sostituisce il documento cartaceo a firma autografa

 

Tourist information office Opening times
Toggle Bar