L'esposizione permanente "Picasso-Duncan" è collezione di cinquanta scatti raffiguranti la vita privata dell’artista Pablo Picasso a opera del fotografo Davis Douglas Duncan ed è stata donata nel 2015 da Duncan stesso ai cittadini di Camaiore. La sede dell'esposizione è la Biblioteca Comunale “Michele Rosi” presso il Palazzo Tori-Massoni. A un anno di distanza dalla scomparsa di David Douglas Duncan, l’Amministrazione Comunale rende omaggio alla memoria dell’indimenticato fotografo con la cerimonia di inagurazione svoltasi sabato 8 giugno 2019.

La prima esposizione degli scatti fu a Villa Le Pianore, dove fu allestita la mostra "This is Picasso: fotografie di David Douglas Duncan", voluta dall’Amministrazione Comunale di Camaiore e organizzata dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca, occasione imperdibile di conoscere le immagini selezionate dal celebre fotoreporter americano tra quelle che ha scattato negli anni dell’intenso sodalizio con l’artista. All’inaugurazione, avvenuta il 29 maggio 2015, Duncan fu insignito della cittadinanza onoraria in virtù del rapporto di profonda amicizia con la città che ha ospitato, fino alla morte, la prima moglie Leila.

Le fotografie, in parte inedite, sono state scattate dal fotoreporter americano negli anni della sua lunga e profonda amicizia con Picasso: uno sguardo intimo sulla quotidianità e sul lavoro del grande artista spagnolo.

Il primo incontro tra Duncan e Picasso avviene grazie all’intervento di Robert Capa, amico e collega del primo, che gli aveva suggerito: “Credo possiate diventare buoni amici”. Duncan ricorda: “Fu nel 1957. Mi recai a La Californie, l’enorme casa-laboratorio di Picasso vicino a Cannes. Mi presentai dicendo che ero amico di Capa e che desideravo salutare il maestro. Venni ricevuto dalla moglie Jaqueline Roque, tutta vestita di nero, dalla testa ai piedi. Rimasi sorpreso per quanto fosse piccola. Mi prese per mano e mi condusse al piano di sopra, dove c’era lui, nudo dentro la vasca da bagno. Gli chiesi il permesso di fotografarlo e lui acconsentì. Quella fu la prima volta”.

A quegli scatti ne sono seguiti molti altri, nei 17 anni di una amicizia intensa e duratura, interrotta solo, nel 1973, dalla morte dell’artista. Quello che raccontano le fotografie di Duncan è un Picasso sempre privato: a volte al lavoro, nel suo studio o nel grande giardino; sorridente e rilassato, spesso vestito solo con i celebri calzoncini taglia XXL. Sono scene che conservano la memoria di momenti intimi e familiari di Picasso insieme alla moglie Jacqueline, ai figli Paloma e Claude, con gli amici o l’inseparabile teckel Lump, quasi sempre circondato dalle sue opere d’arte.

David Douglas Duncan, nato a Kansas City il 23 gennaio del 1916, è stato uno dei più importanti fotogiornalisti della storia. Iconici sono i suoi scatti della Seconda Guerra Mondiale, della Guerra di Corea e della Guerra in Vietnam. Dopo la fine delle ostilità ha lavorato per la rivista Life, immortalando in numerosi reportage il Medio Oriente. Duncan ha inoltre il merito di aver fatto scoprire al mondo intero la vita privata di Pablo Picasso, di cui ha impresso su negativo le immagini più famose. David Douglas Duncan è scomparso all’età di 102 anni, il 7 giugno 2018.

Tourist information office Opening times
Toggle Bar