La Giunta comunale di Camaiore, nella seduta di lunedì 16 novembre, ha approvato il progetto “Vengo anch’io” volto a contrastare la povertà educativa ed implementare le opportunità di sviluppo culturale dei minori.

Il progetto è composto da due azioni, finanziate tramite lo stanziamento ricevuto dal Fondo nazionale per le Politiche della famiglia, e si affianca alle iniziative messe in atto a partire dal mese di giugno destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni.

Attraverso il primo intervento del progetto  “Vengo anch’io” si intende salvaguardare, sostenere e reindirizzare, alla luce dei cambiamenti in atto, gli interventi presenti nel territorio del Comune di Camaiore indirizzati ai minori in stato di disagio e alle loro famiglie le quali, in questo particolare momento, hanno maggiore necessità di sostegno nell’educazione dei figli.

Il secondo intervento mira a contrastare la dispersione scolastica relativa ai minori appartenenti ai nuclei familiari con maggiori fragilità socio-economiche.

La scuola, nei suoi vari gradi dalla Primaria agli Istituti Superiori, è ritenuta una istituzione fondamentale in cui il bambino e l’adolescente possono confrontarsi, apprendere le regole del vivere in comunità, imparare strategie di lavoro e studio, e rafforzare la propria volontà di riuscire a superare gli ostacoli e contrastare l’isolamento in cui spesso si trovano molti minori.

Con questo progetto il Comune di Camaiore ribadisce l'importanza della partecipazione scolastica e delle attività del tempo libero, in favore dei ragazzi, anche durante quest'epoca di pandemia da Covid-19.

Per questo motivo, con l'intervento dei propri tecnici, assistenti sociali ed educatori, l'ente sostiene i ragazzi e le famiglie con maggiori difficoltà, in significative aree d'azione quali l'acquisto libri di testo, il sostegno scolastico, i contatti attraverso le videochiamate e l’organizzazione di attività di tempo libero durante il prossimo periodo estivo.

“La nostra amministrazione - le parole dell’Assessore Anna Graziani - è sempre attenta alla lotta al contrasto della povertà educativa e alla prevenzione della dispersione scolastica che ora più che mai appaiono come un rischio incombente sul futuro della nostra società”

La Regione Toscana, a seguito dei finanziamenti del FSE 2014 – 2020 e al Programma Operativo Regionale, ha emanato un avviso finalizzato a promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana nell’anno educativo 2020/2021 l’offerta di servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) pubblici e privati accreditati di cui al D.P.G.R. 41/r 2013, anche in ottica di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

L’investimento sulla prima infanzia rappresenta per la Regione Toscana e per il Comune di Camaiore un obiettivo particolarmente importante che si sviluppa con servizi di educazione ed accoglienza qualitativamente rilevanti che, oltre ad assicurare le migliori condizioni educative e di socializzazione dei bambini, favorisce la partecipazione delle famiglie, in particolare delle donne, al mercato del lavoro.  

L’amministrazione comunale, che ha aderito all’avviso citato come previsto dal Decreto Regionale n. 10094/2020, ha deciso di presentare un Progetto che persegua l’obiettivo di promuovere e sostenere la frequenza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) pubblici e privati accreditati di cui al D.P.G.R. 41/r 2013. Pertanto si informa che a seguito dell’adesione all’avviso regionale da parte del Comune di Camaiore la frequenza del/della vostro/vostra bambino/a è stata resa possibile anche grazie al contributo assegnato al Comune dalla Regione Toscana mediante le risorse del FSE.

Sono state riaperte le iscrizioni ai servizi scolastici di prescuola, trasporto e mensa relativi all’anno scolastico 2020/21 dal 21 al 27 settembre 2020.
Per presentare la domanda riguardante le agevolazioni ISEE il termine è invece fissato  al 30 settembre.

Per iscriversi occorre collegarsi al portale https://camaiore.ecivis.ite  accedere con le credenziali utente e password personali già in possesso se il bambino è stato iscritto nell’anno in corso al servizio nido o a uno dei servizi scolastici di mensa, trasporto e prescuola e recuperabili dalla lettera di accompagnamento ai bollettini di pagamento oppure registrarsi se si tratta di una prima iscrizione.
L’iscrizione ai servizi scolastici avviene esclusivamente online.

È possibile consultare le istruzioni per potersi iscrivere alle pagine

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Asse II – Infrastrutture per l’Istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) – Obiettivo Specifico 10.7 – Azione 10.7.1 - “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici, anche per facilitare l’accessibilità delle persone con disabilità”– Avviso pubblico per gli interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Si fa riferimento all’avviso “Interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19” prot. AOODGEFID n. 19161 del 6luglio2020, emanato nell’ambito delle azioni del Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola –Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Asse II – Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dell’Obiettivo specifico 10.7 – “Aumento della propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, attraverso il miglioramento della sicurezza e della fruibilità degli ambienti scolastici” (FESR), nell’ambito dell’azione 10.7.1 “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici”. Con nota prot. AOODGEFID/21567 del 15 luglio 2020 è stato pubblicato sulla sezione dedicata al PON “Per la Scuola” del sito istituzionale del Ministero dell’istruzione l’elenco per ciascuna regione di tutti gli enti locali ammessi al finanziamento per la realizzazione di interventi di adattamento e adeguamento funzionale di spazi e ambienti scolastici, di aule didattiche, ma anche per la fornitura di arredi scolastici idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti, in coerenza con le indicazioni del Comitato tecnico-scientifico istituito con Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 663 del 18 aprile 2020 nonché con il successivo Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 adottato con atto del Ministro dell’istruzione prot. AOOGABMI n. 30 del 26 giugno 2020. Con la presente nota di autorizzazione, di cui costituisce parte integrante e sostanziale il successivo allegato, si comunica che codesto Ente locale è beneficiario del contributo finanziario di € 130.000,00 per l’esecuzione degli interventi coerenti con le finalità dell’avviso. Dopo il caricamento delle singole schede progetto sarà attribuito il relativo codice identificativo. Si precisa che l’intervento autorizzato dovrà essere gestito, monitorato e rendicontato nei termini di seguito indicati, utilizzando la piattaforma informatica prevista nell’ambito del PON “Per la Scuola”: Per tutte le fasi di attuazione dell’operazione è attivo un servizio di ticketing accessibile attraverso la sezione AIUTO della piattaforma PON Edilizia Enti locali e utilizzabile per qualsiasi comunicazione da indirizzare all’Ufficio dell’Autorità di Gestione.

Documenti Online

 

Si informa che a seguito dei finanziamenti del FSE 2014 – 2020 e al Programma Operativo Regionale, la Regione Toscana ha emanato un avviso finalizzato a promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana nell’anno educativo 2020/2021 (settembre 2020 - giugno 2021), l'accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) pubblici e privati accreditati di cui al D.P.G.R. 41/r 2013, anche in ottica di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Tale avviso, che vede come beneficiari i nuclei familiari con minori, intende da un lato assicurare le migliori condizioni educative e di socializzazione dei bambini, dall’altro assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro. Il presente avviso regionale rientra nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

I destinatari sono i bambini in età utile per la frequenza di servizi per la prima infanzia in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere residenti in un comune della Toscana;
  • essere collocati in lista di attesa per i servizi a titolarità comunale per l’a.e. 2020-2021 alla data del 15 settembre 2020;
  • Essere iscritto ad un servizio educativo per la prima infanzia (3-36 mesi) privato accreditato che, per l’a. e. 2020/2021, abbia manifestato interesse a partecipare al Bando regionale di cui trattasi;
  • Possedere un ISEE, in corso di validità, per prestazioni agevolate rivolte a minorenni inferiore ad € 50.000,00. L’ammontare dell’ISEE dovrà essere dichiarato nella domanda di partecipazione al progetto regionale.

I genitori dei bambini in lista d’attesa presso i servizi comunali alla prima infanzia possono presentare domanda a partire dal 21 settembre ed entro il 30 settembre 2020 compilando l’apposita domanda di partecipazione all’avviso pubblico (Allegato B) e presentandola all’Ufficio Protocollo del Comune di Camaiore, P.zza San Bernardino 1. L’Ufficio Protocollo è aperto all’utenza dal lunedì al venerdì con orario 8.30-12.30 e lunedì e mercoledì pomeriggio 14.30-17.00. Qualora i genitori dei bambini fossero in possesso di un indirizzo PEC, la medesima documentazione potrà essere inviata all’indirizzo PEC This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Il bando e la domanda di partecipazione sono disponibili sul sito web del Comune (www.comune.camaiore.lu.it) alla pagina dedicata alla Pubblica Istruzione. Alla domanda deve essere allegata copia fotostatica del documento di identità in corso di validità e copia della ricevuta di iscrizione del/della minore al servizio educativo alla prima infanzia privato accreditato, tra i seguenti che hanno manifestato interesse ad aderire all’avviso:

  • Nido d’infanzia “Il Nido di Gigia” (Lido di Camaiore)
  • Nido d’infanzia “L’Alveare” (Capezzano Pianore)
  • Nido d’infanzia “Galatea” (Viareggio)

Il contributo regionale verrà erogato ai servizi educativi privati accreditati e convenzionati con il Comune di Camaiore per l’anno educativo 2020/2021 e consentirà alle famiglie di pagare una tariffa uguale o superiore all’importo massimo della tariffa prevista, a parità di condizioni economiche del richiedente, per la medesima tipologia di servizio a titolarità comunale e per lo stesso orario di frequenza del servizio, usufruendo di un beneficio economico che non potrà superare l’importo mensile di € 370,90 per un massimo di 10 mesi di frequenza (settembre 2020 –giugno 2021). L’attribuzione del contributo economico è subordinata all’effettiva frequenza dei bambini nei servizi e può essere corrisposta alla struttura educativa per intero a fronte di frequenza del minore iscritto, di almeno 5 giorni nell’arco del mese. Qualora il minore dovesse frequentare un numero inferiore di giorni nell’arco del mese di riferimento, il contributo può essere riconosciuto esclusivamente per assenze dovute a malattia certificate dal medico; le assenze per malattia possono essere riconosciute fino ad un massimo di due mensilità, anche non continuative, per tutto l’anno educativo. Può essere previsto un numero di mensilità di frequenza inferiore a 10 esclusivamente nei casi di: a) maturazione dell'età utile per l'accesso ai servizi per la prima infanzia in una data successiva al mese di ottobre; b) accesso ai servizi posticipato per svolgimento di attività di inserimento; c) avvio dell'attività del servizio in una data successiva ad ottobre.

La misura effettiva del contributo da erogare sarà determinata dall’ammontare del budget assegnato dalla Regione Toscana al Comune di Camaiore.

A conclusione dell’istruttoria delle domande pervenute entro i termini previsti dal presente bando l’amministrazione comunale provvederà alla stesura di una graduatoria secondo il punteggio già ottenuto nelle graduatorie per l’accesso ai servizi per la prima infanzia comunali, con priorità ai residenti nel Comune di Camaiore. A parità di punteggio si procederà secondo i criteri stabiliti dal regolamento dei Servizi alla prima infanzia (art. 13), ovvero precederà il bambino più grande d’età.

La famiglia sarà comunque tenuta ad anticipare l’intero importo della retta alla struttura educativa che provvederà in seguito al rimborso.

L’assegnazione del contributo economico comporta la cancellazione dalla lista di attesa comunale e la conseguente perdita dell’anzianità di iscrizione.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi Scolastici (Tel. 0584-986338/986205/986246/986262 E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.).

 

ATTENZIONE VIGILANZA METEO GIALLO Leggi di più
Toggle Bar