La Giunta Comunale ha discusso questa mattina, mercoledì 8 luglio 2020, della necessità di procedere all’individuazione di una soluzione progettuale per la messa in sicurezza dell’incrocio tra via del Paduletto e via Macchia Monteggiorini. La discussione è scaturita a seguito del grave incidente occorso nella giornata di domenica. Tra le prime persone giunte sul luogo dello scontro anche l’Assessore Anna Graziani che ha trovato piena sintonia con il Sindaco Alessandro Del Dotto e con l’Assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pierucci nel procedere in via urgente alla definizione di un progetto e dell’iter burocratico più veloce possibile per risolvere la problematica almeno entro la fine dell’estate. La prima ipotesi sul tavolo è quella dell’installazione di un impianto semaforico che possa regolare l’intersezione, evitando da un lato il mancato rispetto dello stop di via Macchia Monteggiorini e dall’altro diminuendo la velocità di percorrenza delle due strade. Si tratterebbe comunque di una prima soluzione e nell’ambito di questo percorso l’Amministrazione Comunale valuterà eventuali altre opzioni di maggior impatto che possano risolvere la criticità e regolare in via definitiva i flussi di traffico nell’area.

Lunedì 6 luglio partiranno i lavori di realizzazione del secondo lotto di riqualificazione di via Vecchia Provinciale a Camaiore, nel tratto compreso tra via Contra / via Torrone e la Chiesa di San Lazzaro ai Frati. Per permettere le operazioni di cantiere sarà installato un senso unico alternato, regolato da semaforo.

Il progetto prevede la prosecuzione dell’opera di messa in sicurezza dell’importante arteria di traffico che ha visto già investire trecentomila euro sul tratto compreso tra la rotonda dell’Amicizia e via Contra / via Torrone. Questo secondo lotto prevede la riorganizzazione dei percorsi pedonali, il contrasto alla sosta abusiva e la riduzione della velocità di transito, tramite un sostanziale restringimento della carreggiata, al fine di ridurre i possibili pericoli per la mobilità debole.

In particolare saranno realizzati i marciapiedi, verrà riqualificato il sistema di regimazione delle acque, saranno messi in quota chiusini, caditoie e pozzetti, rinnovata la pavimentazione stradale e la segnaletica stradale orizzontale. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di due attraversamenti pedonali illuminati con un sistema intelligente che, tramite l’utilizzo di lampade a led con ottiche speciali, è in grado di illuminare gli attraversamenti pedonali in modo più chiaro al passaggio dei pedoni. L’investimento complessivo per l’opera è di circa 200.000,00 euro.

Divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali su tutto il territorio regionale.

Con l'entrata in vigore delle modifiche al regolamento forestale (d.p.g.r. 8 agosto 2003, n. 48/R) che si è adeguato alla normativa nazionale (estratto D.lgs.152/2006), non esistono più deroghe legate a fasce orarie o distanze dal bosco negli abbruciamenti di residui vegetali agricoli e forestali.

Qualsiasi tipo di abbruciamento è vietato per tutto il periodo a rischio incendi

La Regione Toscana potrà stabilire di prolungare il periodo di divieto assoluto, oltre la data del 31 agosto, in base all'indice di pericolosità per lo sviluppo degli incendi boschivi, con un’eventuale estensione del periodo di divieto che potrà essere disposta anche per singolo territorio comunale.

Accensione fuochi nei boschi

Periodo a rischio di incendio (1° luglio-31 agosto)

È vietata qualsiasi accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all'interno delle aree attrezzate. Anche in questi casi vanno comunque osservate le prescrizioni del regolamento forestale.

La mancata osservanza dei divieti, comporta l'applicazione delle sanzioni previste dalle vigenti disposizioni in materia.

► Scarica la Brochure abbruciamenti

Approfondimenti:

Comunicati stampa:


Il sistema di previsione in Toscana

La Regione Toscana, in collaborazione con il Consorzio LaMMA e CNR Ibimet ha predisposto un sistema di previsione del rischio incendi boschivi sul territorio toscano che utilizza l’indice canadese FWI (Fire Weather Index) per determinare il livello di rischio di sviluppo e propagazione di incendio sul territorio regionale.

► Il bollettino esprime con 4 colori le diverse classi di rischio.

La mappa del rischio, aggiornata quotidianamente, viene utilizzata da alcuni anni dall’organizzazione regionale AIB come strumento decisionale per una più efficace gestione operativa degli interventi e dei servizi di prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi.

Dal 2019 viene condivisa con tutta la popolazione, in linea con quanto richiesto a tutte le regioni italiane dal Dipartimento di protezione civile nazionale.

Saranno completati entro la fine della prossima settimana i lavori di  riqualificazione percorso pedonale denominato “Corte del Ristoro” nella frazione di Greppolungo. Lo stradello copre un dislivello di circa 14 metri ripartiti su 55 gradoni e unisce via della Torricella con via Padre Ubaldo Bonuccelli

L’intervento di riqualificazione ha riguardato il ripristino del muro di contenimento realizzato a secco, la predisposizione della rete di smaltimento delle acque superficiale attraverso la realizzazione della fognatura bianca, il recupero dei gradoni in pietra, la realizzazione di una staccionata in pali di castagno per la sicurezza dei pedoni e la creazione di una piccola area di sosta attrezzata. In ottica futura, è stata effettuata la predisposizione di pubblica illuminazione per la futura installazione di due punti luce.

Il progetto è stato effettuato accogliendo la richiesta avanzata dal Comitato paesano di Greppolungo che unanimemente aveva segnalato la necessità di riqualificare la viabilità che unisce la parte bassa del borgo con il suo centro.

Giovedì 18 giugno, per iniziativa della Regione Toscana e su richiesta del Comune di Camaiore, si è svolto, nella cornice della Biblioteca di Orbicciano, un incontro sul tema delle misure per il contrasto ai danni ambientali agricoli e ai pericoli stradali causati dalla forte concentrazione di ungulati sul territorio delle nostre colline. Hanno partecipato l’Assessore regionale Marco Remaschi, Il Vicesindaco del Comune di Camaiore Marcello Pierucci, il Consigliere Comunale Iacopo Menchetti, i rappresentanti dei comuni di Pescaglia, Lucca e Massarosa, la Polizia Provinciale e l’Ambito Territoriale Caccia.
 
Nel corso della discussione sono emerse le possibilità attivabili in base alla legge regionale con l’obiettivo di ridurre l’impatto e la concentrazione degli ungulati e prevenire l’abbandono di terreni coltivati e il generarsi di situazioni di pericolo. ATC e Provincia di Lucca, nelle rispettive competenze, hanno garantito la disponibilità al supporto e all’organizzazione delle iniziative necessarie.
Bureau d'information touristique Heures d'ouverture
Toggle Bar