Prosegue intanto il percorso partecipativo che confluirà nel progetto esecutivo. Primo lotto nel 2020 per sistemare i sottoservizi

La Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo di riqualificazione di piazza XXIX Maggio nella seduta di lunedì 4 novembre 2019. Si tratta del penultimo passaggio dell’iter burocratico, un atto necessario alla sottoscrizione del mutuo in tempi congrui così da permettere l’inizio dei lavori nei primi mesi del 2020. Il progetto è stato già oggetto di una parte del percorso partecipativo che si concluderà con l’Assemblea di Zona 1, dedicata ai cittadini, che si terrà il prossimo 13 novembre, alle ore 21.00, presso la Sala Bianco Bianchi (via delle Muretta, 99)

Suggerimenti e modifiche saranno accolte in sede di progetto esecutivo, ultimo atto che precede l’esecuzione della gara di evidenza pubblica. L’investimento complessivo si aggira intorno al milione e ottocentomila euro e consta di quattro lotti funzionali, i primi due in programma a inizio 2020, i restanti nell’anno successivo. La prima stesura del progetto è stata preceduta da un lungo approfondimento conoscitivo della storia della piazza e dei resti delle mura ancora presenti sotto il piano stradale che ha visto coinvolti la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Lucca e Massa Carrara in collaborazione con la Dottoressa Marzia Bonato dell’Ufficio Musei del Comune di Camaiore e lo storico Luca Santini. 

Il primo lotto d’intervento, l’unico già in avanzato stato di definizione, andrà a regolamentare la caotica situazione dei sottoservizi, della regimazione delle acque (si registrano attualmente interferenze tra fognatura bianca e nera che comportano maleodoranze e stagnazioni) e della pubblica illuminazione. In particolare per i sottoservizi saranno eliminati i cavi a vista che vengono utilizzati per le manifestazioni e per il mercato settimanale. Un’operazione di restyling che interesserà anche via Vittorio Emanuele, suddivisa in tre distinti lotti previsti nei prossimi tre anni, che permetterà di eliminare i cavi elettrici a vista dell’impianto anche sul corso centrale. Su piazza XXIX maggio saranno inoltre realizzati pozzetti di servizio e colonnine a scomparsa per i concessionari del mercato settimanale.

Per far sì che le operazioni di cantiere comportino il minor disagio possibile alle attività commerciali che si affacciano sulla piazza e ai loro clienti, prima dell’inizio dei lavori sarà ultimato l’intervento di ampliamento del parcheggio nella zona del Palasport così da garantire un numero di posti auto gratuiti superiore all’attuale.

AVVISO ALLA CITTADINANZA

TUTELA DELLA QUALITA’ DELL’ARIA - COMPORTAMENTI VIRTUOSI PER RIDURRELE EMISSIONI DI MATERIALE PARTICOLATO FINE PM10 (POLVERI SOTTILI)

IL SINDACO

Considerato che:

A seguito dell’approvazione della Delibera della Giunta Regionale n. 1182 del 09/12/2015 “Nuova identificazione delle aree di superamento dei Comuni soggetti all’elaborazione ed approvazione dei PAC e delle situazioni a rischio di superamento, ai sensi della L.R. 9/2010. Revoca DGR 1025/2010, GGR 22/2011”;

Con Delibera della Giunta Regionale n. 814 del 01/08/2016 adottata ai sensi dell’art. 13, comma 3 ter, della L.R. 9/2010, la Regione ha fissato i criteri per l’attivazione degli interventi contingibili, basati sull’utilizzo di uno specifico indice di criticità (che può assumere alternativamente valore 1 o 2) calcolato in riferimento al periodo critico che va dal 1° novembre dell’anno al 31 marzo dell’anno successivo,  tenendo anche conto delle previsioni delle condizioni meteo, ai fini di una migliore individuazione delle situazioni di rischio superamento del valore limite di PM10 (n. 35 superamenti annui della soglia media di 50 microgrammi/mc),

Il Comune di Camaiore è stato inserito nell’area di superamento “Versilia” unitamente al Comune di Viareggio;

La Giunta Comunale, con deliberazione n. 507 del 21/12/2016, ha approvato il “Piano di Azione Comunale per risanamento della qualità dell’aria, anni 2016 – 2018” che resta valido nelle more di un suo aggiornamento a seguito dell’eventuale adeguamento dei bacini aereologici di cui alla succitata DGR 1182/2015.

Ritenuto di dover consigliare, e non ordinare, comportamenti virtuosi che regolamentino la vita quotidiana nel rispetto dell’ambiente.

Sulla scorta delle predette considerazioni,

INVITA

pertanto tutta la Cittadinanza a seguire comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni di materiale particolato fine PM10 (polveri sottili) ed in particolare a limitare, per il periodo fino al 31 marzo 2020:

  • l’accensione di fuochi all’aperto e abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali o altro;
  • l’utilizzo di mezzi privati di trasporto, per quanto possibile, privilegiando l’uso dei mezzi pubblici o altri mezzi di trasporto a basso impatto ambientale (automezzi elettrici, ibridi o a metano);
  • a n. 9 (nove) ore giornaliere il funzionamento degli impianti di riscaldamento domestici,

prevedendo inoltre una temperatura massima non superiore a gradi centigradi 18°C (diciotto).

DISPONE che il presente avviso sia portato a conoscenza della Cittadinanza mediante pubblicazione all’Albo Pretorio, sul sito internet istituzionale del Comune e a mezzo del servizio Stampa.

Camaiore, 4 novembre 2019

IL SINDACO        
Alessandro Del Dotto

La Giunta comunale ha deliberato il progetto di riqualificazione percorso pedonale denominato “Corte del Ristoro” nella frazione di Greppolungo. Lo stradello copre un dislivello di circa 14 metri, ripartiti su 55 gradoni, e unisce via della Torricella con via Padre Ubaldo Bonuccelli.

L’intervento nasce dalla richiesta avanzata dal Comitato paesano di Greppolungo che unanimemente aveva segnalato la necessità di riqualificare la viabilità che unisce la parte bassa del borgo con il suo centro.

L’investimento stanziato per i lavori è di circa 40.000,00 euro e permetterà il ripristino del muro di contenimento realizzato a secco, la predisposizione della rete di smaltimento delle acque superficiale attraverso la realizzazione della fognatura bianca, il recupero dei gradoni in pietra, la realizzazione di una staccionata in pali di castagno per la sicurezza dei pedoni e la creazione di una piccola area di sosta attrezzata. Infine è prevista la predisposizione per la pubblica illuminazione per la futura installazione di due punti luce.

Si sono chiuse le prime quattro settimane di raccolta porta a porta su tutto il territorio sotto la gestione di ERSU. La percentuale di rifiuti differenziati si attesta al 76,4%, un dato quasi 30 punti superiore alla media dello stesso periodo, dodici mesi fa. Grazie agli ottimi risultati crollano i livelli di RUR, la parte di rifiuto che finisce in discarica: nelle prime 4 settimane si passa da 966 tonnellate prodotte sotto il precedente gestore, alle attuali 277,5. Un risultato che ha conseguenze positive per l’ambiente (diminuisce in modo nettissimo la quantità di rifiuti che finisce in discarica e nei termovalorizzatori) e anche per i conti. Riducendosi di ¾ il peso del rifiuto conferito in discarica, il risparmio conseguente in queste quattro settimanE oscilla intorno ai centomila euro, cifra che va a coprire totalmente i maggiori costi derivanti dall’estensione del porta a porta su tutto il territorio.

Interessanti anche i dati sul peso delle varie frazioni conferite nell’ultima settimana: su 299 tonnellate di rifiuti conferite (di cui 227 differenziate), il 25% è rappresentato dall’organico, il 16% da carta e cartone, il 10% dal multimateriale, il 9% dal verde, il 7% dal vetro, il 3% da spazzamento strade, il 3% dagli ingombranti, il 3% rifiuto differenziato conferito presso i centri di raccolta e altre tipologie di rifiuto differenziato. Il restante 24% circa è costituito dal RUR.

Stiamo andando rapidamente a regime e siamo estremamente soddisfatti dei numeri che riscontriamo: riuscire a valorizzare, grazie all’impegno dei cittadini e dell’azienda, quasi 700 tonnellate di rifiuti in sole 4 settimane è un grande passo avanti nelle politiche che questo Comune adotta per la salvaguardia dell’ambiente. In questi giorni inoltre stiamo lavorando alla definizione dei centri di raccolta sul territorio, novità che porterà un ulteriore miglioramente del servizio a beneficio di tutta la collettività”, le parole dell’Assessore all’Ambiente Sara Pescaglini.

È stato presentato all’Assemblea di Zona 1, il progetto di lavori di riqualificazione di Vecchia Provinciale nel tratto compreso tra via Contra / via Torrone e la Chiesa di San Lazzaro ai Frati. Il progetto prosegue l’opera di messa in sicurezza dell’importante arteria di traffico che ha visto già investire trecentomila euro sul tratto compreso tra la rotonda dell’Amicizia e via Contra / via Torrone. Questo secondo lotto prevede la riorganizzazione dei percorsi pedonali, il contrasto alla sosta abusiva e la riduzione della velocità di transito, tramite un sostanziale restringimento della carreggiata, al fine di ridurre i possibili pericoli per la mobilità debole.

In particolare saranno realizzati i marciapiedi, verrà riqualificato il sistema di regimazione delle acque, saranno messi in quota chiusini, caditoie e pozzetti, rinnovata la pavimentazione stradale e la segnaletica stradale orizzontale. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di due attraversamenti pedonali illuminati con un sistema intelligente che, tramite l’utilizzo di lampade a led con ottiche speciali, è in grado di illuminare gli attraversamenti pedonali in modo più chiaro al passaggio dei pedoni. L’investimento complessivo per l’opera è di circa 200.000,00 euro. I lavori prenderanno avvio entro la primavera 2020 e la conclusione è prevista per il giugno del 2020.

ATTENZIONE VIGILANZA METEO GIALLO Leggi di più
Toggle Bar