di Urp Ufficio Relazioni con il Pubblico

 

Camaiore e Carpentras, sabato 23 maggio 2009, hanno firmato il patto di gemellaggio presso Villa Le Pianore. 

Camaiore ha intrapreso una nuova strada nel cammino europeo, quando, sabato 23 maggio 2009, il Sindaco Giampaolo Bertola ha firmato il patto di gemellaggio insieme con il Sindaco della Città francese di Carpentras, situata nella Provenza.
La cerimonia è stata inserita nell’ambito di Demetra, presso Villa Le Pianore, ritenendo che la manifestazione e lo scenario rappresentassero degnamente il nostro Comune con la delegazione francese. 
I rapporti con la cittadina francese sono iniziati già dall’anno 2006, quando Roseline Nicolas, che insegna italiano nelle scuole medie e liceo di Carpentras, ha chiesto di iniziare scambi scolastici, e ha inoltre proposto di poter fare incontrare rappresentanti delle due città, nell’ipotesi di un possibile futuro gemellaggio. Gli scambi scolastici si sono avviati da subito, e contribuiranno a far crescere i nostri ragazzi con una migliore consapevolezza europea. Anche nello scorso mese d’aprile alunni della scuola media di Capezzano Pianore, a seguito dei numerosi contatti con l’insegnante Roseline Nicolas, accompagnati dall’insegnante Micheletti, si sono recati nella città di Carpentras. 
Inoltre, nella scorsa estate, il neoeletto Sindaco di Carpentras, Francis Adolphe, è venuto in vacanza a Camaiore con la moglie: entrambi sono rimasti affascinati dal nostro territorio, e hanno trovato numerosi aspetti comuni nei due paesi. 
In tale occasione, Camaiore è stata invitata a partecipare con una propria delegazione alla fiera più importante di Carpentras, quella di Saint Siffrein, che analogamente alla fiera di Camaiore si tiene in novembre. 
I nostri prodotti alimentari, portati e offerti come assaggi dalla delegazione camaiorese, hanno avuto un gran successo, e nei giorni della fiera è anche iniziato il dialogo con il comitato francese che si occupa attivamente dei gemellaggi. Si è quindi delineata in maniera concreta la possibilità di stipulare un patto di gemellaggio fra le due città, e Camaiore ha quindi portato l’argomento all’esame del suo Consiglio Comunale, che ha approvato la proposta a votazione unanime.
Il passo successivo consisteva quindi nell’organizzare la cerimonia della firma del patto di gemellaggio, che come già detto è stata pensata nella cornice di Demetra, manifestazione tipica di Camaiore. Lo scenario di Villa Le Pianore ha rappresentato un ambito veramente incantevole, e la cerimonia, condotta da Fabrizio Diolaiuti, è stata allo stesso tempo semplice e solenne, nel momento dell’alzabandiera eseguito da due marinai della nostra Capitaneria di Porto. La banda musicale Vivicapezzano ha eseguito gli inni: quello europeo, poi quello francese e infine quello  italiano, e a seguire alcuni brani della canzone francese fra i più conosciuti. Non sono mancati momenti più leggeri quando i due sindaci, non appena conclusa la parte ufficiale della cerimonia, hanno raccontato ai presenti   piccoli aneddoti relativi alla loro breve ma piacevole conoscenza.  Al di là della simpatia personale, dichiarata da entrambi, i due sindaci hanno molto più concretamente valutato le opportunità di scambio che ci potranno essere fra i due comuni a tutti i livelli: scolastico, culturale, fra le categorie economiche, industriali e artigianali. La delegazione francese, il giorno stesso della firma del patto di gemellaggio, ha preso accordi con il presidente del Consorzio delle Bocchette per una presenza di ditte francesi al prossimo expo, e preso contatti direttamente con alcune ditte presenti a Demetra per una loro partecipazione alla loro fiera di Saint Siffrein. Insomma, questo gemellaggio parte sotto i migliori auspici: l’interesse dei rappresentanti francesi verso il nostro territorio e le nostre attività è davvero sentito e, con la collaborazione di tutte le categorie, si spera che nel tempo produca ciò che ci si aspetta da un gemellaggio ben ponderato e seguito: contatti diretti e facilitati con un interlocutore che, come l’Italia, fa parte dell’Europa, ulteriori possibilità per i giovani di migliore conoscenza con giovani di lingua e costumi diversi, incremento del turismo. 

 

 

Siglato il patto di gemellaggio con il Comune di Castel di Casio

Sabato 23 agosto 2008 una nostra delegazione, composta da alcuni amministratori e dipendenti del comune con in testa il Sindaco Giampaolo Bertola e l’Assessore ai Gemellaggi Riccardo Micheli si è recata a Castel di Casio per la firma del patto di gemellaggio. E’ stato così portato a compimento un progetto avviatosi in modo spontaneo già dall’anno 2001, quando un gruppo di podisti e cicloamatori percorsero a staffetta la strada da Castel di Casio a Camaiore. L’idea era nata allorché un camaiorese appassionato di storia locale, Luca Santini, aveva ritrovato, nell’Archivio Storico Comunale, un documento dal quale risulta che nell’anno 1477 il Capitan Frediano di Casio di Bologna salvò il Castello di Camaiore da un sicuro assedio da parte delle milizie di Pietrasanta e per riconoscenza, l’Amministrazione Comunale di Camaiore deliberò di concedergli un donativo annuo di 27 libbre di olio. L’episodio narrato era sì lontano nel tempo, ma è stato sufficiente a far nascere la voglia di riprendere contatto con gli attuali abitanti di Castel di Casio, il tutto all’insegna della semplicità e spontaneità dei rapporti. La comunità di Castel di Casio ha risposto con sentimenti di grande accoglienza e ciò ha fatto sì che le rispettive Amministrazioni si incontrassero, con il risultato di trovare, reciprocamente, motivi di interesse ad approfondire la conoscenza, per un arricchimento sul piano culturale, artistico, sportivo e della vita sociale.

www.casteldicasio.com

 

 

L´Hôpital

Sindaco: Gilbert Weber
Sito web: http://www.ville-lhopital.fr

Situata nell´est della Mosella, regione in piena riconversione industriale, e vicino al confine tedesco, la città di L´Hôpital gode di una situazione privilegiata per quanto riguarda le vie di comunicazione.
Si trova a 35 Km. da Metz (Francia), 55 Km. dal Lussemburgo e 90 Km. da Strasburgo.
L´Hôpital è un punto di passaggio obbligato per gli automobilisti che prendono gli assi stradali Saint Avold - Sarrelois e Forbach - Crentzwald.
I 6500 abitanti fanno di L´Hôpital una città media della Mosella che ha avuto origine in età medievale, come testimonia la bella chiesa parrocchiale in stile gotico.
Lo sviluppo della cittadina è dovuto alla presenza di numerose miniere di carbone che rimangono a testimonianza della così detta "archelogia industriale".

 

 

Comune di Rovigno

Sindaco: Gianni Sponza
Sito web: http://www.rovinj.hr

Rovigno è una cittadina bellissima che si trova in Croazia, sulla costa occidentale dell'Istria. è una delle nove città della Regione Istria, famosa per i suoi monumenti antichi, le città medievali, i paesaggi, il mare.
La parte vecchia della città si trova su una penisola; la città viene nominata per la prima volta nel "Cosmographi" dell'Anonimo Ravennate che descrisse l'Istria nel IV e V secolo chiamandola Ruigno, Ruvigno, Ruginio.

La città di Rovigno, ha 13.000 abitanti di cui circa 2.000 appartenenti alla comunità nazionale italiana.

L'arcipelago rovignese conta 22 isolette; S.Andrea e S.Caterina sono le più grandi e le più belle.
Sono di particolare valore le riserve naturali: le isole e il territorio costiero, il mare e il fondo sottomarino del Canale di Leme e il parco di Punta Corrente.

 

 

Überherrn

Sindaco: Bernd Gillo
Sito web: http://www.uberherrn.de

Überherrn si trova nel distretto di Saarlouis (la regione è la Saar-Lorena) e conta circa 13.000 abitanti divisi in sei frazioni. Dista circa 30 chilometri dal capoluogo Saarbrucken e 40 da Metz, in Francia.
Überherrn "un piccolo pezzettino d´Europa" è un comune simpatico e aperto con una superficie di 34,31 chilometri quadrati ed è circondato da un paesaggio pittoresco e vario alle falde delle colline della Lorena. Felsberg a 377 metri di altitudine è la zona più alta.

Il territorio è stato colonizzato fin dal periodo neolitico, la frazione di Berus fu nel medio evo una rocca costruita dai Duchi della Lorena. In questa frazione si trova il bel Santuario di Sant´Oranna, che risale all´anno 1000.

Ad Überherrn si trova il "Monumento all´Europa".

 

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore: 800 015689
Polizia Municipale: 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori: 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico: 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti: 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato: 800 277332

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube


 

ATTENZIONE ALLERTA METEO ROSSO Leggi di più
Toggle Bar