Domenica 18 giugno in occasione della 1a Giornata nazionale dei Piccoli Musei il Civico Museo Archeologico di Camaiore sarà aperto a ingresso gratuito dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00 con possibilità di visite guidate su prenotazione. A tutti i visitatori sarà offerto un piccolo dono appositamente realizzato.

 

 

 

 

Iniziano le nuove attività estive del Civico Museo Archeologico di Camaiore.

APPUNTAMENTI DEL MESE DI AGOSTO:

Proseguono anche nel mese di Agosto 2017 le iniziative del Civico Museo Archeologico di Camaiore con aperture straordinarie, laboratori didattici ed escursioni guidate.

Giochi da tavolo dei Greci e dei Romani

Venerdì 4 Agosto ore 9.30-12.30
GIOCO DIDATTICO - sperimentiamo alcuni dei più famosi giochi da tavolo del mondo classico(dai 5 ai 12 anni)

I giocattoli dell’antichità 

Giovedì 10 Agosto ore 9.30-12.30
LABORATORIO DIDATTICO costruiamo con l’argilla alcuni dei giocattoli più in voga tra i bambini nel mondo classico (dai 5 ai 12 anni)

APERTURA STRAORDINARIA DEL MUSEO ARCHEOLOGICO IN NOTTURNA

Venerdì 11, Sabato 12 e Domenica 13 agosto ore 21.00- 23.00 

Nel Segno dei Liguri Apuani

Sabato 19 agosto
Alla scoperta delle incisioni rupestri dei pennati a Greppolungo (Camaiore) a cura del Gruppo Archeologico di Camaiore e del Gruppo paesano Greppolungo.
Programma: 

  • 16.30 escursione guidata alle incisioni rupestri
  • 18.30 nella piazza del paese conferenza ”I Liguri Apuani: il popolo delle montagne”
  • 21.30 rappresentazione teatrale “L’esodo della memoria”

Degustazione di formaggi e salumi tipici del camaiorese.
Per l’accesso al paese sarà attivo per tutti i partecipanti un servizio di bus navetta con partenza dalla località al Casone a partire dalle ore 16,00.

Facciamo gli archeologi I: impariamo le tecniche dello scavo stratigrafico

Venerdì 25 Agosto ore 9.30-12.30
LABORATORIO DIDATTICO  si imparano le tecniche dello scavo archeologico e si sperimenta “sul campo” come lavorano gli archeologi (dai 6 ai 13 anni)

Facciamo gli archeologi II: impariamo a studiare, classificare e disegnare i materiali archeologici

Giovedì 31 Agosto ore 9.30-12.30
LABORATORIO DIDATTICO  si impara a riconoscere un reperto archeologico e a studiarlo come fanno i veri archeologi (dai 6 ai 13 anni)

Tutte le attivita’ sono gratuite con offerta libera


APPUNTAMENTI DEL MESE DI LUGLIO:

Notti dell’Archeologia 2017
Giovedì 6 Luglio ore 17.00-19.30
Laboratorio didattico “Viaggio nella storia dell’abitazione: costruiamo le capanne preistoriche”

Si imparano i metodi di costruzione delle abitazioni preistoriche e si ricostruiscono vati modellini di capanne con i materiali naturali (dai 6 ai 12 anni, su prenotazione, offerta libera)

Domenica 9 Luglio ore 18.00 Castello di Monteggiori
"Certamine In Castra"
Gara di tiro con l’arco tra i castelli feudali del territorio di Camaiore All’interno del castello si svolgeranno rievocazioni delle attività quotidiane del Medioevo. A cura del Gruppo Archeologico di Camaiore e del Comitato Monteggiori in collaborazione con Kentron Dard

Notti dell’Archeologia 2017
Mercoledì 12 luglio ore 17.00-19.30

Laboratorio didattico “Viaggio nella storia dell’abitazione: costruiamo le case dei primi villaggi del Vicino Oriente”
Si imparano i metodi di costruzione delle prime abitazioni nell’area del Vicino Oriente e si ricostruiscono modellini con i materiali naturali (dai 6 ai 12 anni, su prenotazione, offerta libera)

Notti dell’Archeologia 2017 
Mercoledì 19 luglio ore 17.00-19.30

Laboratorio didattico “Viaggio nella storia dell’abitazione: costruiamo la domus romana”
Si impara come era costruita una casa signorile romana e sirealizzano modellini evidenziando i vari spazi con le relative funzioni (dai 6 ai 12 anni, su prenotazione, offerta libera)

Notti dell’Archeologia 2017
Domenica 23 luglio ore 10.00-16.00
Escursione Archeologica a Grotta di Penna Buia e Grotta all’onda

Passeggiata archeologica per famiglie agli insediamenti preistorici di Grotta di Penna Buia e Grotta all’Onda con pranzo al sacco (percorso a/r di circa 4 ore a piedi). Ritrovo ore 9.30. Necessaria prenotazione fino ad esaurimenti dei posti disponibili, attività gratuita

Notti dell’Archeologia 2017
Mercoledì 26 luglio ore 17.00-19.30
Laboratorio didattico “Viaggio nella storia dell’abitazione: costruiamo la casa-torre medievale”

Si impara come era costruita una casa-torre medievale e si realizzano modellini evidenziando i vari spazi con le relative funzioni (dai 6 ai 12 anni, su prenotazione, offerta libera)

Civico Museo Archeologico, ingresso da Piazza Francigena, Camaiore. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0584/986335 o 986366 Le attività didattiche sono a cura dell’Ufficio Musei in collaborazione con il Gruppo Archeologico di Camaiore

Al termine del percorso museale è possibile visitare anche la corte centrale del palazzo, ristrutturata e coperta nell’ambito dei lavori di riqualificazione della struttura, dove sono presenti una postazione video dedicata al tema delle incisioni rupestri e un touch-screen. Si tratta di uno spazio multifunzionale per esposizioni temporanee, conferenze e presentazioni, oltre che per i laboratori didattici.

L’ultima sala del percorso museale accompagna il visitatore attraverso la fase rinascimentale di Camaiore, che da borgo fortificato del XIV secolo diviene nell’Ottocento vera e propria città. Nel corso del Rinascimento si costruiscono palazzi, come Palazzo Tori Massoni, sede del museo, in sostituzione delle case-torri medievali ed il borgo si specializza nelle attività artigianali quali la produzione di ceramica ingobbiata e graffita, di cui sono stati rivenuti molti esemplari nel centro storico, probabilmente relativi ad una fornace presente nelle vicinanze.

Nelle vetrine sono esposte numerose ceramiche rinvenute in vari edifici del centro storico, a partire dalla maiolica arcaica fino alle ceramiche di Montelupo, ceramiche savonesi a smalto berrettino, ceramiche marmorizzate, a taches noires e maculate, coprendo un arco cronologico che arriva fino alla fine del XVIII secolo. Numerose sono anche le attività legate allo sfruttamento delle aree di montagna, come la pastorizia, la raccolta delle castagne e la lavorazione di formaggi e burro, la presenza di numerosi opifici idraulici (mulini, frantoi, polverifici) lungo il torrente Lombricese, la lavorazione della lana, della seta, della canapa e del riso.

A conclusione del viaggio attraverso la storia di Camaiore viene illustrato il passaggio dalla scrittura miniata all’invenzione della stampa a caratteri mobili nel corso del XV secolo; in quest’ottica non poteva mancare un accenno all’importante apporto culturale di Ludovico Marracci di Torcigliano (Camaiore), professore emerito della Curia romana presso il Vaticano, autore nel XVII secolo delle prime traduzioni rispettivamente della Bibbia in arabo e del Corano in latino.

P6151607

il Basso Medioevo rappresenta un periodo di grandi conquiste scientifiche, legate soprattutto all’ambito geografico e derivanti in buona parte dal contatto commerciale con le popolazioni arabe e orientali (cartografia, astrolabio, bussola…). Viene dato rilievo all’importanza di Pisa come principale centro di traffici con i territori mediterranei, come evidenziato dai numerosi bacini ceramici di provenienza islamica presenti sulle chiese di Pisa e Lucca.

Un ruolo fondamentale è assunto dalle grandi vie di pellegrinaggio che toccano i luoghi più sacri della Cristianità, quali Canterbury, Roma, Santiago de Compostela e Gerusalemme. La stessa Camaiore è un’importante tappa del percorso toccata dall’arcivescovo Sigeric di Canterbury e descritta nel suo diario durante il viaggio di ritorno da Roma all’Inghilterra.

A partire dall’anno Mille si moltiplicano in Versilia gli edifici ecclesiastici e i castelli, roccaforti del potere di signorie locali, che saranno inglobate nel XIII secolo nel territorio di Lucca, di cui numerosi reperti ceramici sono esposti in vetrina. In particolare il castello di Montecastrese è stato oggetto, oltre che di numerose campagne di scavo, anche di un complesso rilievo digitale tramite 3D LaserScanner che ha permesso di elaborare sia la ricostruzione della parte sommitale fortificata (cassero) che una sua ricostruzione tridimensionale.

L’area, abitata già nel III secolo a.C., si configura come castello fortificato nel X secolo e rimane tale fino alla distruzione che segue la conquista lucchese nel 1223-25. Da Montecastrese, di cui in vetrina sono esposti alcuni dei principali reperti in ceramica, osso e metallo, proviene anche un’importante icona bizantina, salvata dalla distruzione grazie ai soldati pisani che la trasportarono nella cattedrale di Pisa, sua attuale sede, e presente nel museo come riproduzione realizzata dalla scuola secondaria di primo grado di Capezzano.

Sono inoltre presenti un capitello trecentesco dalla Badia di San Pietro di Camaiore, un elemento architettonico decorativo dalla chiesa di Montebello, entrambi in marmo, una epigrafe in pietra che illustra la fondazione della Collegiata di Santa Maria Assunta e la riproduzione 3D del bellissimo capitello della chiesa e monastero di San Martino a Gello (Camaiore), il cui originale è esposto al Museo di Villa Guinigi a Lucca.

P6151555
P6151567
P6151582
P6151597

Un lungo corridoio ospita sul lato sinistro la cronologia dell’Alto Medioevo, evidenziando i principali avvenimenti che si sono verificati dal 476 all’anno Mille in ambito europeo e mediterraneo e con particolare focus sulla nascita della civiltà islamica.

Sul lato opposto, l’attenzione si focalizza su quanto contemporaneamente avviene nella Toscana settentrionale, con la presenza longobarda sul territorio e la costruzione dei primi castelli militari d’altura, poi adibiti a strutture civili che tendono a sostituirsi alle città nell’amministrazione del territorio. La memoria degli autori antichi è affidata alla cura dei monaci amanuensi, dediti alla trascrizione per quanto possibile attenta e puntuale dei testi latini. Alcuni degli strumenti impiegati come la penna d’oca, il lunellum e la riproduzione di un codice miniato sono visibili lungo il percorso.

Si moltiplicano in questa fase sul territorio della Versilia gli edifici di culto cristiani nelle loro differenti tipologie (pievi, badie, monasteri); a Camaiore è stata individuata una chiesa di fine IX secolo (di cui è esposto un rilievo tattile) che sorgeva a fianco dell’attuale Chiesa di San Michele in piazza Francigena, con un’area di sepoltura tutt’intorno utilizzata a variec riprese fino al XIV secolo. Dal cranio di una di queste sepolture del periodo altomedievale è stata ricavata la ricostruzione del volto di una donna di circa 40 anni, probabilmente di un certo livello sociale, come dimostrano anche le analisi antropologiche e paleonutrizionali cui è stata sottoposta.

P6151726
P6151724
P6151727
P6151735

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore 800 015689
Polizia Municipale 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato (servizio di prossima attivazione)

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube