Di cosa si tratta

Il centro storico di Camaiore si anima di bancarelle e stand, per dare vita a “Follie d'altri tempi: Notti di Santa Maria”, la mostra mercato dell' antiquariato, divenuta oramai un appuntamento irrinunciabile delle estati versiliesi.

Termini e scadenza

Coloro che intendono partecipare alla fiera promozionale dell’antiquariato, dovranno inoltrare richiesta scritta rivolta al Sindaco del Comune di Camaiore, piazza San Bernardino 1 – 55041 – Camaiore LU, entro e non oltre il giorno 22 luglio 2020 compilando l’apposito modulo e allegando copia del documento di identità del richiedente.

Non serve apporre la marca da bollo sul modulo

Modalità di trasmissione della richiesta

Per posta ordinaria, all’indirizzo Comune di Camaiore – piazza San Bernardino n. 1 – 55041 – Camaiore - LU;  per e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; per Pec all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente.

A cosa fare attenzione

  • La domanda interessa le seguenti categorie: commercianti, artigiani, collezionisti e hobbysti
  • Il modulo di domanda  va compilato in ogni sua parte, specificando bene tutti i dati dell’espositore e/o ditta che rappresenta ed il genere di articoli che saranno esposti in fiera, che devono essere categoricamente attinenti al tema della manifestazione.

Allegato obbligatorio: copia del documento di identità del richiedente, in corso di validità.

Criteri di assegnazione dei posteggi

In mancanza di un regolamento comunale per le fiere promozionali, si procederà all’assegnazione dei posteggi nell’ordine e secondo le priorità sotto elencate:

  1. Commerciante, con più anzianità di partecipazione alla manifestazione;
  2. Hobbisti, con più anzianità di partecipazione alla manifestazione;
  3. Collezionisti, con più anzianità di partecipazione alla manifestazione;
  4. Artigiani e opere dell’ingegno, con più anzianità di partecipazione alla manifestazione;
  5. Commerciante – 1^ partecipazione;
  6. Hobbisti – 1^ partecipazione;
  7. Collezionisti – 1^ partecipazione;
  8. Artigiano e opere dell’ingegno – 1^ partecipazione

Saranno ammesse alla fiera promozionale le associazioni ONLUS, per un max di 4 stalli, secondo i seguenti criteri di assegnazione in ordine di priorità:

  1. Priorità alle associazioni locali,
  2. Priorità alle associazioni che non hanno partecipato, nell’anno, ad altre fiere promozionali legate a manifestazioni organizzate dall’Ente ;
  3. Rotazione nella partecipazione delle associazioni richiedenti lo stallo;

NOTA BENE

Dal 01.01.2019 gli Enti pubblici sono obbligati all'emissione delle fatture elettroniche attive anche verso privati.
E’ dunque obbligatorio che le aziende, gli artigiani ecc. indichino il proprio CODICE DESTINATARIO (che viene fornito dall'Agenzia delle Entrate) ed eventuale indirizzo PEC a cui inviare la fattura elettronica. Resta salvo l'invio eventuale del cartaceo in caso la persona non abbia indirizzo PEC. 

"L’obbligo di emettere fattura elettronica riguarda tutta la fatturazione BusinessToBusiness (cioè le fatture emesse tra imprese, ma anche professionisti, artigiani eccetera residenti in Italia) ossia qualsiasi documento a valenza fiscale prodotto per riscuotere il denaro dovuto per la cessione di beni o servizi. Da tale obbligo di fatturazione elettronica tra privati sono esonerate solo le realtà che hanno un fatturato davvero molto basso (le organizzazioni che si avvalgono del “regime di vantaggio” previsto dall’art. 27 comma 3 del Decreto Legge n. 98/11 o del “regime forfettario” previsto dalla Legge n. 190/14). 

Chi è coinvolto nell’obbligo di fatturazione elettronica? L’obbligo riguarda tutti i soggetti residenti, stabiliti nel territorio dello Stato, a esclusione solo di coloro che sono in regime di vantaggio e minimi. Rientrano, quindi, nell’obbligo sia le fatture emesse a soggetti IVA (B2b), sia quelle per i consumatori finali (B2c).
Consumatore finale, regimi forfettari e di vantaggio, produttori agricoli. In questi casi il soggetto emittente, cioè il cedente/prestatore oppure un terzo intermediario, inserisce il solo codice convenzionale “0000000” e il SdI rende disponibile la fattura elettronica al cessionario/committente nella sua area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate, rilevando però che, se quest’ultimo è un consumatore finale, gli si dovrà recapitare una copia informatica oppure analogica della fattura elettronica. 

Modulistica online

Unità responsabile

U.O. Turismo e Sport

Palazzo Tori Massoni – Via V. Emanuele – 55041 – Camaiore – LUCCA
Tel. 0584/986260 – 0584/986312 – 0584/986204
Fax: 0584/986297
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consegna della spesa a domicilio nel Comune di Camaiore Elenco delle attività aderenti
Toggle Bar