Di che cosa si tratta

Il sostegno per l’inclusione attiva è un progetto che i Comuni realizzano a seguito della Legge n. 208/2015

Il Sia prevede un beneficio economico di 80 euro mensili a persona, fino a un massimo di 400 euro a famiglia.

Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti persone minorenni, figli disabili o una donna in stato di gravidanza accertata; il sussidio è subordinato all'adesione ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Il beneficio è concesso per un periodo massimo di dodici mesi.
Il progetto viene predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole, nonché con soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà, con particolare riferimento agli enti non profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e bambini, che vengono individuati sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Termini e scadenza

Erogazione beneficio economico da parte di INPS: entro 60 gg dalla presentazione della domanda il beneficiario riceverà da Poste Italiane la carta Sia che sarà caricata di 80 euro mensili a persona fino a un massimo di 400 euro per nucleo

L’attivazione del progetto personalizzato da parte di un’equipe multidisciplinare che prenderà in carico il progetto: entro 60 gg dall’erogazione del beneficio economico.

Gli interessati potranno presentare richiesta fino al 31 ottobre 2017.

A cosa devo fare attenzione

Possono accedere al progetto le famiglie in possesso dei seguenti requisiti:

  • requisiti familiari: presenza di almeno un componente di minore età o di un figlio disabile, ovvero donna in stato di gravidanza accertata
  • requisiti economici: ISEE inferiore o uguale ai 3.000 euro
  • valutazione del bisogno: da effettuare mediante una scala di valutazione multidimensionale che tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa, in base alla quale il nucleo familiare richiedente deve ottenere un punteggio uguale o superiore a 25.

I requisiti di accesso saranno verificati sulla base dell’ISEE in corso di validità all’atto della domanda di SIA.

Per accedere al SIA è inoltre necessario che ciascun componente il nucleo:

  • non sia già beneficiario della NASpI, dell’ASDI, o di altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati o della carta acquisti sperimentale
  • non riceva già trattamenti superiori o uguali a 600 euro mensili, elevati a 900 euro in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella DSU
  • non abbia acquistato un’automobile nuova (immatricolata negli ultimi 12 mesi) o non possieda un’automobile di cilindrata superiore a 1.300 cc o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati negli ultimi 3 anni; sono fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente.

Il sostegno economico verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità.

Dall’ammontare del beneficio vengono dedotte eventuali somme erogate ai titolari di Carta acquisti ordinaria e dell’incremento del Bonus bebé. Per le famiglie che soddisfano i requisiti per accedere all’Assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori, il beneficio sarà corrispondentemente ridotto a prescindere dall’effettiva richiesta dell’assegno.

Modalità di presentazione

La richiesta di contributo deve essere presentata presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Camaiore debitamente compilata e complete di copia del documento di identità del dichiarante, utilizzando i seguenti mezzi di comunicazione:

  • PecQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • UFFICIO PROTOCOLLO CAMAIORE – Piazza S. Bernardino n. 1 Camaiore: Da LUNEDI a VENERDI dalle ore 8.30 alle ore 12.30; pomeriggio LUNEDI e MERCOLEDI dalle ore 14.30 alle ore 17.00
  • UFFICIO PROTOCOLLO LIDO - V. Gigliotti, 18 Lido - Villa Emilia: Da LUNEDI a SABATO: ore 08.30-12.30

Moduli online

Documenti aggiuntivi

Riferimenti normativi

 

Ufficio Sociale

Il cittadino potrà avere informazioni sul progetto presso i Servizi Sociali - ex Cascinale Mariotti- Via 17 settembre – Camaiore il venerdì dalla ore 09,00 alle ore 13,00..

Per ulteriori informazioni è possibile contattare anche:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore 800 015689
Polizia Municipale 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato (servizio di prossima attivazione)

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube