Da Piazza San Bernardino per 13 stazioni più una itinerante

LE STRADE DI NOTTE

Lo spettacolo itinerante ideato e diretto da Gian Piero Alloisio

 

Al via domani, da Camaiore, la quattordicesima edizione del Festival Gaber, che si concluderà il 1 agosto a Montecatini Terme, passando per otto comuni della Toscana con 27 appuntamenti straordinari.

Sarà Le strade di notte, l’evento popolare ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio, a inaugurare il lungo festival, nella splendida e storica Piazza San Bernardino da Siena.

Quest’anno la Compagnia de Le strade di notte reinterpreterà i testi e le canzoni tratti dallo spettacolo Il Signor G (1970), che ha segnato la nascita del teatro – canzone ed è una delle rappresentazioni più amate degli autori Gaber – Luporini.
La Compagnia de Le strade di notte comprende artisti professionisti e amatoriali, cantanti, pittori, artisti di strada, volti noti della comicità televisiva, musicisti jazz, musicisti della band di Gaber, corali, bande, ballerini, cantautori, attori di prosa e burattinai, provenienti dalla Toscana ma anche dalla Liguria, dal Piemonte, dalla Lombardia e dall'Emilia-Romagna.
Per oltre tre ore la “Mega Compagnia” musicale, teatrale e spettacolare animerà le vie del centro storico di Camaiore interpretando quel Teatro-Canzone che Giorgio Gaber e Sandro Luporini, per molte estati, hanno scritto a Montemagno, la suggestiva collinetta sopra Camaiore.

Tutto il pubblico partecipante sarà suddiviso e organizzato in gruppi di circa 50 spettatori; ognuna delle tredici scene più una itinerante avrà la durata di cinque minuti circa; gli artisti replicheranno la loro scena a ogni arrivo del gruppo successivo di spettatori. Gian Piero Alloisio dirigerà l'intera serata, che si presenta come una sorta di notte bianca "gaberiana" (si veda pianta allegata).

La mappa delle 13 stazioni più una itinerante:

  1. GIARDINO INTERNO DI VIA IV NOVEMBRE - LUI (monologo) con Monica Menchi
  2. SCUDERIE BORBONE - L’AMICO (canzone) con Gian Piero Alloisio, Claudio Andolfi, Claudio De Mattei
  3. GIARDINO MURATO DI SAN FRANCESCO - IL SIGNOR G E L’AMORE (canzone) con Michela Lombardi e Piero Frassi
  4. ANGOLO CONTRADA LA ROCCA - LE NOCI DI COCCO (dialogo) con Il Teatro dei Burattini di Jacopo Gori
  5. IL TEATRO DELL’OLIVO -  I BORGHESI (canzone) con Manuela Bollani e Gabriele Landucci
  6. CORTILE INTERNO DI VIA XX SETTEMBRE - L’ORGIA (monologo) e IL TIC (canzone) con Simone Pucci
  7. VIA VITTORIO EMANUELE 176 - COM’E’ BELLA LA CITTA’ (canzone) con Giacomo Occhi
  8. PALAZZO TORI MASSONI - LE STRADE DI NOTTE (canzone) con Giua
  9. VIA VITTORIO EMANUELE, RETRO DELLA CHIESA COLLEGIATA - CHE BELLA GENTE (canzone) con “L’intenzione del volo”
  10. PIAZZA SAN BERNARDINO - BAMBINI G (video) con Giorgio Gaber
  11. SCALETTA DI VIA DELLE MURETTA - PREGHIERA / IO ACCUSO (monologhi) con Rita Testa
  12. BALLATOIO DI VIA DELLE MURETTA - SUONA CHITARRA (canzone) con Federico Sirianni
  13. ARCO DI VIA VITTORIO EMANUELE 8 - ORA CHE NON SON PIU’ INNAMORATO (brano strumentale) con Gianni Martini e Giulia Dal Bon
  •  STAZIONE ITINERANTE (fra Via Vittorio Emanuele 43 E 89, Piazza Diaz E PIAZZA XXIX MAGGIO) - con Andrea Battisti (giocoleria), Coro Quinto Suono (canto), Filo e fantasia (artigianato)

Gli eventi che animeranno le stazioni

  •  PROLOGO IN PIAZZA SAN BERNARDINO con Gian Piero Alloisio, Gianni Martini, Mattia Maggini, Coro Quinto Suono, Andrea Battisti e la Filarmonica Puccini

    La Filarmonica Puccini, storica banda musicale di Camaiore fondata nel 1846 e diretta da Francesco Mauro, accoglierà gli spettatori in Piazza XXIX Maggio e li accompagnerà suonando fino al palco centrale in Piazza San Bernardino, dove il Gran Cerimoniere consegnerà le bandiere alle tredici guide. Dopo il saluto del Sindaco Alessandro Del Dotto, Gian Piero Alloisio formerà i gruppi di spettatori e li affiderà alle guide.

  1. Giardino Interno di Via IV Novembre – LUI (monologo) con Monica Menchi

    Monica Menchi è un’attrice di teatro, cinema e televisione. Ha lavorato nei film di Leonardo Pieraccioni, nella fiction Rai “Don Matteo” e in decine di allestimenti teatrali. Nell’ambito del teatro-canzone, recentemente ha realizzato uno spettacolo dedicato a Edith Piaf.
    In questa inedita versione de “Il Signor G”, Monica Menchi ci propone “Lui”, un monologo teatrale dedicato al potere nascosto che governa le nostre vite e a quelle figure, a noi ben note, che lo rappresentano.

  2. Scuderie Borbone – L’AMICO (canzone) con Gian Piero Alloisio, Claudio Andolfi, Claudio De Mattei

    Gian Piero Alloisio, amico e collaboratore del Signor G, è l’ideatore e il regista de “Le strade di notte”. Con Claudio De Mattei, bassista storico della band Gaber, e con il batterista Claudio Andolfi, propone una versione rock-blues de “L’amico”, una storia commovente che si svolge in una stanza d’ospedale.

  3. Giardino Murato di San Francesco – IL SIGNOR G E L’AMORE (canzone) con Michela Lombardi e Piero Frassi

    La camaiorese Michela Lombardi è una delle più belle voci jazz del panorama nazionale e non solo. Accompagnata da Piero Frassi, un pianista d’eccezione, ci presenta una versione molto particolare de “Il Signor G e l’amore”, un brano che riesce a coniugare perfettamente poesia e senso della realtà: una sintesi magistrale dei vari momenti fra un uomo e una donna.

  4. Angolo Contrada La Rocca – LE NOCI DI COCCO (dialogo) con “Il Teatro dei Burattini” di Jacopo Gori

    Il viareggino Jacopo Gori è un artista di strada molto noto al pubblico de “Le strade di notte” per le sue grandi bolle di sapone, le sue marionette e il suo teatro dei burattini. Quest’anno ci propone “Le noci di cocco”, una scenetta assai divertente in cui Gaber e Luporini ci spiegano in breve la nascita dello Stato.

  5. Il Teatro dell'Olivo – I BORGHESI (canzone) con Manuela Bollani e Gabriele Landucci

    Il teatro-canzone è un genere particolarmente adatto a un’artista versatile ed espressiva come la camaiorese Manuela Bollani. Con il pianista Gabriele Landucci, presenta “I borghesi”, una delle canzoni più famose e significative de “Il Signor G.” Il testo, ispirato a un brano di Jacques Brel, racconta di un giovane di buona famiglia che vede con occhio critico vizi e comportamenti dei suoi borghesissimi parenti, fino a che non diventa come loro. Il ciclo sembra essersi chiuso, ma proprio suo figlio gli riserva una sorpresa.

  6. Cortile Interno di via XX Settembre – L’ORGIA (monologo) e IL TIC (canzone) con Simone Pucci

    L’attore viareggino Simone Pucci ha partecipato non solo a tutte le edizioni de “Le strade di notte” ma a quasi tutti gli eventi itineranti realizzati, dal 2004, all’interno del Festival Gaber.
    In quest’occasione recita due brani, molto diversi fra di loro. Il primo racconta, con toni assai civili, un’orgia borghese. Il secondo è una “canzone recitata” di Walter Valdi, dedicata al lavoro in fabbrica, che Gaber aveva inserito nei suoi primi spettacoli in teatro.

  7. Via Vittorio Emanuele 176 – COM’E’ BELLA LA CITTA’ (canzone) con Giacomo Occhi

    Giacomo Occhi è un artista di strada milanese a cui è capitata un’avventura singolare: è stato notato nel corso di una sua esibizione per le vie del centro dalla trasmissione “Italia’s got talent” e ne è diventato uno dei protagonisti. In “Le strade di notte” presenta una delle canzoni più significative e note della svolta teatrale di Giorgio Gaber e Sandro Luporini: “Com’è bella la città”, in cui la divertita critica al mondo digitale fa da protagonista.

  8. Atrio del Museo Tori Massoni – LE STRADE DI NOTTE (canzone) con Giua

    Giua è una cantautrice genovese che, dopo aver vinto il Premio Bindi e aver partecipato al Festival di Sanremo, ha realizzato una serie di collaborazioni importanti con il Teatro Stabile di Genova e la Fondazione Luzzati Teatro della Tosse. Recentemente ha partecipato allo spettacolo “Quello che non ho” con Neri Marcorè, prodotto dal Teatro dell’Archivolto. A Giua è affidata la canzone di Giorgio Gaber che, da cinque anni, dà il titolo alla manifestazione: “Le strade di notte”.
  9. Via Vittorio Emanuele, Retro della Chiesa Collegiata – CHE BELLA GENTE (canzone) con “L’intenzione del volo”

    Il gruppo di Imola “L’intenzione del volo”, grazie alla maestria del cantante e attore Andrea Faccioli, è sicuramente uno dei migliori interpreti del teatro-canzone di Gaber-Luporini. Questa volta però i ragazzi emiliani affrontano un brano straordinario, un “recitato-cantato” scritto da Jacques Brel e tradotto da Herbert Pagani. Brano che giustamente Gaber aveva voluto inserire nel suo spettacolo.

  10. Piazza San Bernardino – BAMBINI G (video) con Giorgio Gaber

    “Io mi chiamo G” è un dialogo reso famoso da Giorgio Gaber insieme a Mina. Tutti ne conosciamo la versione più nota. In realtà ne esistono ben sette versioni, scritte da Gaber-Luporini per una trasmissione televisiva. Nel corso della serata verranno proiettate due versioni, interpretate dallo stesso Gaber.

  11. Scaletta di Via delle Muretta – PREGHIERA / IO ACCUSO (monologhi) con Rita Testa

    La genovese Rita Testa è una veterana degli spettacoli itineranti della Fondazione Gaber in Versilia. Questa sera si cimenta con due brevi monologhi molto diversi fra di loro per atmosfera e significato: “Preghiera” e “Io accuso”.

  12. Ballatoio centrale di Via delle Muretta – SUONA CHITARRA (canzone) con Federico Sirianni

    Federico Sirianni viene da Torino e rappresenta, con Claudio Lolli, Max Manfredi e pochi altri, il volto più tenace e resistente della canzone d’autore italiana. Campione di riconoscimenti nazionali, collabora con premi musicali e con teatri stabili, è sempre rimasto fedele alla canzone di qualità. Il brano scelto per lui, “Suona chitarra”, rappresenta quindi perfettamente sia il pensiero e il comportamento di Gaber come artista… che il suo.

  13. Arco di Via Vittorio Emanuele 8 – ORA CHE NON SON PIU’ INNAMORATO (brano strumentale) con Gianni Martini e Giulia Dal Bon

    Per diciotto anni Gianni Martini, virtuoso della chitarra, ha accompagnato Giorgio Gaber sui palcoscenici dei più prestigiosi teatri italiani. Presente a tutte le edizioni del Festival in Versilia, quest’anno propone una versione strumentale della canzone “Ora che non son più innamorato”. Accanto a lui, la giovane performer Giulia Dal Bon.

  •  STAZIONE ITINERANTE (fra Via Vittorio Emanuele 43 e 89, Piazza Diaz e Piazza XXIX Maggio) con Andrea Battisti (giocoleria), Coro Quinto Suono (canto), Filo e fantasia (artigianato)
  •  EPILOGO IN PIAZZA SAN BERNARDINO. NON INSEGNATE AI BAMBINI con Gian Piero Alloisio, Gianni Martini e “Keos Dance Project”

    “Keos Dance Project”, Centro Formazione e Produzione Danza tra i più importanti in Toscana diretto da Stefano Puccinelli, porta il suo omaggio al Signor G. interpretando una tra le sue canzoni più potenti e toccanti nell’esecuzione live di Gian Piero Alloisio e Gianni Martini. Alla fine, la Compagnia tutta salirà sul palco per i saluti.

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore: 800 015689
Polizia Municipale: 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori: 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico: 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti: 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato: 800 277332

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube


 

ATTENZIONE VIGILANZA METEO GIALLO Leggi di più
Toggle Bar