Il Comune di Camaiore esprime la propria vicinanza ai lavoratori di Nora-Spirale, azienda con sede a Monsagrati di Pescaglia, di cui è stata annunciata la dismissione del ramo di produzione in Valfreddana entro la fine dell'anno. Sono ben 42 le famiglie tra cui alcune residenti nel Comune di Camaiore che rischiano di perdere lavoro.

La chiusura ci fa male, auspichiamo che le organizzazioni sindacali del territorio, con la collaborazione dei titolari dell'azienda siano in grado di trovare una soluzione che, in modo solidaristico e corretto, riesca ad assorbire la situazione negativa che si è generata.

Come sempre è successo, nei casi di crisi aziendali siamo vicini prima di tutto ai lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro in un periodo storico nel quale l'occupazione è ancora ferma e l'economia reale fatica a risollevarsi.

Auspichiamo, inoltre, che la proprietà dell'azienda possa trovare una soluzione in modo da non perdere l'opportunità di valorizzare una storia aziendale che, qualora dovesse interrompersi, sarebbe una grave perdita per tutti.