Oltre un milione di euro spesi dal Comune di Camaiore per il mare pulito attraverso lavori di adeguamento infrastrutturale a cui si aggiungono cinquecentomila euro già programmati per i prossimi mesi. Risorse proprie dell’ente che non rientrano direttamente nell’accordo di programma sulla qualità delle foci a mare, ma che concorrono alla risoluzione di un problema annoso. Nel periodo 2014-2019 sono stati investiti circa 100.000 mila euro all’anno per la realizzazione della fognatura bianca in molte strade di Lido di Camaiore, nell’ambito del progetto di riqualificazione delle vie interne della frazione rivierasca, pacchetto nella sua interezza sfiora i 3 milioni di euro. In particolare si tratta di via Pellico, via Trieste (nel tratto tra via Italica e via Beata), via Hack (tra via Roma Capitale e via Santa Caterina e tra via D’Annunzio e via Marconi), via Papini (tra viale Colombo e via Foscolo), via Roma Capitale (in partenza in questi giorni il terzo lotto), via Foscolo (tra via Hack e via Don Minzoni), via Adua (nel tratto tra via Foscolo e via Trieste), via Don Minzoni, via Marconi, via Vittorio Veneto, via Massei, via Perasso, via Delle Ginestre, via dei Pini (tra via del Secco e via degli Oleandri), via Manfredi, via Forlanini, via Cardinale Pellegrinetti, via Leopardi, via Oleandri e via del Secco. A queste, nei prossimi mesi, si aggiungerà l’adeguamento del sistema di fognatura bianca di piazza Lemmetti, progetto da circa 400.000 mila euro che ha l’obiettivo di superare le criticità di smaltimento delle acque meteoriche nell’area.

Un altro investimento fondamentale è quello relativo alla realizzazione degli spandenti a mare: il primo realizzato nel 2014costato 240.000,00 €, il secondo nei prossimi mesi co-finanziato dalla Regione Toscana e dal Comune di Viareggio che vede una voce nel bilancio comunale di 100.000,00 €.

Nel 2018 - con prosecuzione nell’anno in corso - sono stati destinati 50.000,00 € per la verifica delle interferenze della fognatura nera nella bianca con l’emissione delle relative ordinanze. Ulteriori 15.000,00 € sono stati impiegati per i lavori di pulizia e manutenzione dell’idrovora di Lido di Camaiore.

Interventi costanti nel tempo che si affiancano al lavoro portato avanti in collaborazione con Gaia per completare la copertura della rete fognaria sul territorio comunale. Due milioni di euro circa per la realizzazione di un totale di cinque chilometri di fognatura nera tra Capezzano Pianore e Lido di Camaiore (via del Paduletto, via Acquarella - via San Ginese, via dell’Antennino, via Olivella, via Polesine, via Poggio Barilotto, via dei Tulipani, via Mincio, via della Pace). Ancora da realizzare, entro il 2020 secondo la programmazione del gestore, ulteriori cinque milioni di euro di investimento per l’adeguamento del sistema di depurazione con interventi sugli impianti di Camaiore Capoluogo, Secco, via del Termine - Lido di Camaiore sui cui l’Amministrazione comunale ha ribadito il suo impegno nel cercare lo spostamento dell'impianto lontano dalla popolosa zona della 167. Inoltre Lido di Camaiore è stata interessata da un progetto di Gaia dal valore di circa 800.000,00 euro per la mappatura, la verifica delle interferenze della fognatura bianca sulla nera attraverso videoispezioni e il controllo degli allacci.

Si tratta di una serie di interventi cruciali e strategici che vanno nell’ottica, non solo di investire su Lido di Camaiore su quelle che sono le sue vere e autentiche priorità, ma anche e soprattutto in quella di fornire un contributo nel panorama versiliese alla costituzione di un modello per affrontare in maniera compiuta il tema della qualità dell’ambiente, della lotta all’inquinamento e della conservazione dell’ecosistema mare, risorsa fondamentale per il turismo. Un modello in cui non si aspetta solo l’intervento dall’alto, ma si agisce direttamente con risorse dell’ente per il bene della comunità”, il commento del Sindaco Del Dotto