La Giunta comunale di Camaiore, nella seduta di lunedì 16 novembre, ha approvato il progetto “Vengo anch’io” volto a contrastare la povertà educativa ed implementare le opportunità di sviluppo culturale dei minori.

Il progetto è composto da due azioni, finanziate tramite lo stanziamento ricevuto dal Fondo nazionale per le Politiche della famiglia, e si affianca alle iniziative messe in atto a partire dal mese di giugno destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni.

Attraverso il primo intervento del progetto  “Vengo anch’io” si intende salvaguardare, sostenere e reindirizzare, alla luce dei cambiamenti in atto, gli interventi presenti nel territorio del Comune di Camaiore indirizzati ai minori in stato di disagio e alle loro famiglie le quali, in questo particolare momento, hanno maggiore necessità di sostegno nell’educazione dei figli.

Il secondo intervento mira a contrastare la dispersione scolastica relativa ai minori appartenenti ai nuclei familiari con maggiori fragilità socio-economiche.

La scuola, nei suoi vari gradi dalla Primaria agli Istituti Superiori, è ritenuta una istituzione fondamentale in cui il bambino e l’adolescente possono confrontarsi, apprendere le regole del vivere in comunità, imparare strategie di lavoro e studio, e rafforzare la propria volontà di riuscire a superare gli ostacoli e contrastare l’isolamento in cui spesso si trovano molti minori.

Con questo progetto il Comune di Camaiore ribadisce l'importanza della partecipazione scolastica e delle attività del tempo libero, in favore dei ragazzi, anche durante quest'epoca di pandemia da Covid-19.

Per questo motivo, con l'intervento dei propri tecnici, assistenti sociali ed educatori, l'ente sostiene i ragazzi e le famiglie con maggiori difficoltà, in significative aree d'azione quali l'acquisto libri di testo, il sostegno scolastico, i contatti attraverso le videochiamate e l’organizzazione di attività di tempo libero durante il prossimo periodo estivo.

“La nostra amministrazione - le parole dell’Assessore Anna Graziani - è sempre attenta alla lotta al contrasto della povertà educativa e alla prevenzione della dispersione scolastica che ora più che mai appaiono come un rischio incombente sul futuro della nostra società”