Data : 13/04/2015

Prosegue il percorso partecipativo “Acque, sentieri, beni comuni. La comunità di Camaiore scrive il Regolamento”. Questi i prossimi appuntamenti in programma:


14 aprile ore 17.00 - Workshop (gruppo già attivato abitanti-custodi) Sala Consiliare Pierantonio Graziani - Comune di Camaiore


E i successivi incontri presso Auditorium del Centro Direzionale Le Bocchette (via Carpentieri, Capezzano Pianore):


28 aprile ore 17:00 - Assemblea tematica per definire osservazioni sul Regolamento Comunale per i beni Comuni attraverso un confronto in piccoli gruppi facilitati

12 maggio ore 17:30 - Focus Group per definire insieme a cittadini e associazioni impegnati in prima persona,“accordi di cura” per la manutenzione dei sentieri


Già in calendario anche gli appuntamenti “sul campo” con ritrovo alle ore 9:00 presso il parcheggio antistante il complesso monumentale de La Badia:


10 maggio - Passeggiata partecipativa lungo un sentiero, insieme a cittadini depositari delle memoria e degli antichi usi nel territorio.

23-24 maggio - Il Cantiere di Manutenzione partecipata sulla costruzione di muretti a secco (massimo 20 iscritti con priorità ai partecipanti agli “accordi di cura”)


Sabato 28 marzo presso l’Auditorium del Centro Direzionale Le Bocchette - nell’ambito delle attività del processo partecipativo “Acque, sentieri, beni comuni” - si è svolto il seminario dal titolo “Amministrazione e cittadini insieme per la cura dei beni comuni”. Dopo l’introduzione del Sindaco Alessandro Del Dotto è stata illustrata la proposta di Regolamento sui beni comuni del Comune di Camaiore scritta con la consulenza del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa (prof. Alfredo Fioritto e Dott. Marco Lunardelli). Sì è parlato dei Regolamenti già adottati in altre città italiane: in particolare la dott.ssa Stefania Gatti (Comunità Interattive - Officina per la Partecipazione) ha descritto l’iter istruttorio del procedimento all’interno degli uffici comunali della Città di Bologna mettendone in luce le diverse caratteristiche ed alcune criticità riscontrate sia dal Comune di Bologna che dal Comune di Siena.

La seconda parte del seminario si è concentrata su progettualità e tematiche strategico-operative con gli interventi degli architetti Giorgio Pizziolo e Rita Micarelli (G.R.A.S.P. the Future), e del dott. Marco Polvani (ILEX - Italian Landscape Exploration) che hanno permesso a cittadini e amministratori di confrontarsi su esperienze già avviate in altri contesti italiani, ricche di spunti e opportunità anche per il nostro territorio. Nel dibattito finale con i partecipanti hanno suscitato particolare coinvolgimento le modalità innovative sperimentate da cittadini, associazioni, categorie economiche e altri soggetti nel concorrere direttamente alla formazione di accordi e contratti di paesaggio con le amministrazioni competenti (Contratto di Fiume del Medio Panaro - MO); l’interesse di amministratori e pubblico si è focalizzato anche sulla esperienze del progetto Borghi Attivi volto alla valorizzazione dei piccoli centri dell’aquilano, attuato attraverso progetti animati da associazioni e soggetti terzi e che in sinergia con le amministrazioni hanno beneficiato di finanziamenti per realizzare utili ed importanti servizi per gli abitanti.

Presenti al seminario anche l’assessore ai Beni Comuni, Demanio e Patrimonio, Olga Rita Rovai che sottolinea l’importanza del “percorso partecipativo anche in virtù della ricchezza associativa e partecipativa del comune di Camaiore”; il suo auspicio “e' quello di integrare risorse pubbliche e private per la cura dei beni comuni oltre che individuare uno strumento agile che regolamenti la partecipazione per i beni comunali”. La consigliera delegata alla Partecipazione Patrizia Gemignani parla del Regolamento come di un “importante strumento di partecipazione e innovazione sociale con cui la nostra amministrazione si avvia verso un nuovo modello organizzativo fondato sulla collaborazione con il cittadino. Insieme per il perseguimento degli interessi generali, attraverso la consapevolezza del bisogno di “nuovi” cittadini, attivi, responsabili e solidali. Prendersi cura dei luoghi in cui viviamo è il nostro obiettivo, perché dalla qualità dei beni comuni, dipende la qualità della nostra vita.
Il nostro compito di amministratori è quello di incentivare e coordinare l’azione dei cittadini nella cura dei beni, di instaurare meccanismi stabili e duraturi nella cura degli stessi secondo principi di trasparenza, pubblicità, inclusività, sostenibilità economica e ambientale, fiducia e responsabilità”.

Ufficio Affari Generali e Partecipazione, referente del percorso partecipativo
telefono: 0584 986272 / 0584 986500
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://open.toscana.it/web/acque-sentieri-beni-comuni/home
Pagina Facebook “Beni Comuni Camaiore”
Twitter: Comunità Interattive

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore 800 015689
Polizia Municipale 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato (servizio di prossima attivazione)

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube