PERCORSO IN FASE DI COMPLETAMENTO!!
ANELLO 11

NOCCHI - GOMBITELLI - MONTEMAGNO - NOCCHI

Grado di difficoltà CAI: T=turistico, E=escursionisti e EE=escursionisti esperti per alcuni brevi tratti

Km. 6,5

Tempo di percorrenza 3 ore circa

Percorso su strade e sentieri

Quota partenza metri 120 (Nocchi)

Quota massima metri 490 (Gombitelli)

Si avvisano gli escursionisti che il tracciato dalla via di Gombitelli fino al Castello di Montemagno è momentaneamente interrotto per una frana e pertanto si modifica l’anello nel modo seguente:

  • In località Pestino proseguire verso Montemagno e deviare sul sentiero a destra della Via della Pianella dove si trova il picchetto con indicazione Nocchi.   

PERCORSO: inizia dalla chiesa di San Pietro di Nocchi (quota m 115) citata in un documento dell’anno 810 ma ristrutturata nella metà del XIX secolo. Dalla chiesa si segue la strada comunale per Torcigliano su tratto in asfalto di circa    . Sulla destra si trova la deviazione, indicata dal segnavia, della Via della Rocca che collegava l’antica Noccle con il castello e rocca di Gombitelli. Dopo un breve tratto cementato si prosegue l’antica mulattiera che presenta una impegnativa salita, con alcuni tratti ristretti a seguito di piccoli movimenti franosi. Dopo alcune curve si giunge sotto il luogo detto alla Rocca da dove è possibile salendo sull’irto colle all’area del castello, il quale si estende fino alla parte sommitale su terreni olivati di proprietà privata e coperti da rigogliosa vegetazione. Sulla cima del colle si scorgono  diversi tratti murari della fortificazione che fu possedimento dei nobili di Montemagno e citata la prima volta nell’anno 1021. Il percorso per raggiungere i i resti del castello (quota m 470) è particolarmente impervio, anche per la rigogliosa vetazione, soprattutto dalla parte che guarda il versante di Torcigliano. Su questo lato si trovano i resti di due torri e la parte a ovest del cassero, oltre ad alcune tracce di antiche abitazioni.  La cinta muraria sottostante come le due piccoli torri sono state costruite sul ripido e scosceso pendio e si consiglia di prestare attenzione. Tornando sulla mulattiera della Rocca, si prosegue in direzione del borgo di Gombitelli (quota m 480) la cui visita richiede circa 20 minuti. Gombitelli è oggi noto per la produzione di salumi e in passato per l’artigianato del ferro, rinomata la produzione di chiodi documentata sin dal XVII secolo. Gombitelli è altresì nota per essere un’isola linguistica in quanto nella metà del quattrocento fu ripopolata da mestieranti, forse fabbri, provenienti da Villa Minozzo i quali portarono e diffusero la loro parlata gallo-italica che è rimasta viva nella popolazione fino ad alcuni decenni fa. Dal paese di Gombitelli l’itinerario prosegue con breve tratto in discesa e lungo la strada asfaltata che collega il paese con la via provinciale per Lucca . Percorse poche centinaia di metri si svolta a destra, in direzione Frascalino, come indicato da apposito segnavia. Si segue quindi il sentiero che si inoltra in mezzo a boschi di pini e lecci con notevole panorama. Terminato il tratto su sentiero si trova la strada asfaltata che ci conduce alla via della Pianella. Da qui un vecchio sentiero ci permette di arrivare, con diversi tornanti e in discesa, fino a Nocchi, punto di partenza dell’itinerario.  

PUNTI DI INTERESSE

BORGO DI NOCCHI La prima notizia relativa ad una località Noccle, l’attuale Nocchi risale all’anno 820 con  riferimento alla sua chiesa dedicata a S. Pietro, ricostruita nella seconda metà dell’ottocento.

RUDERI DELLA ROCCA E CASTELLO DI GOMBITELLI, villaggio fortificato che troviamo citato già nell'anno 1029. I ruderi si trovano in maggior parte sulla parte sommitale del colle (di proprietà privata).

BORGO DI  GOMBITELLI Noto per  per la produzione dei caratteristici chiodi ed oggi conosciuto soprattutto per le sue produzioni di salumi, Gombitelli appare nelle carte vescovili sin dal X secolo e sappiamo che dopo la peste del 1347 venne ripopolato da famiglie provenienti da Villa Minozzo che introdussero il loro antico dialetto gallo-italico (isola linguistica).

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore 800 015689
Polizia Municipale 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato (servizio di prossima attivazione)

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube