COMUNICATO STAMPA
19 settembre 2016
INAUGURATO
L'OSTELLO DEL PELLEGRINO
DI CAMAIORE

Domenica 18 settembre è stato inaugurato l’Ostello del Pellegrino di Camaiore, nei locali adiacenti alla Chiesa Monumentale della Badia di Camaiore.
Alla presenza delle autorità regionali, grazie al quale sono stati finanziati i lavori di restauro e adeguamento della struttura ottenuti grazie ai fondi stipulati dall’Unione Europa per lo sviluppo degli Itinerari Culturali Europei, e della Curia Arcivescovile di Lucca che condivide con il Comune di Camaiore la proprietà dei beni nell’area la Chiesa della Badia, il Sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto e i gestori della struttura Roberto Vigiani e Grazia Maggiani hanno tagliato il nastro e dato inizio all’ospitalità della struttura.

L’obiettivo del programma di valorizzazione che ha visto protagonista la struttura che ospita l’Ostello del Pellegrino di Camaiore, messo in atto dall’Amministrazione Comunale, è di duplice entità: da una parte persegue l’obiettivo del recupero edilizio del bene, attraverso un intervento di restauro e di ripristino filologico, con l’intento di recuperare e ristrutturare vari spazi utilizzati in maniera parziale o del tutto inutilizzati a causa dello stato di degrado fisico in cui versavano, dall’altra di garantire forme di gestione che non compromettano la fruizione pubblica del bene nei principi di tutela dei suoi caratteri storico-artistici.
Le azioni adottate hanno perseguito i seguenti obiettivi:
- mettere a disposizione dei Pellegrini che percorrono la Via Francigena un luogo di sosta e pernottamento, ampliando l’offerta turistica dei servizi presenti nel Centro Storico della Città di Camaiore e del suo entroterra, considerata la localizzazione del bene come caposaldo al sistema dei borghi collinari;
- offrire ad un pubblico prevalentemente giovanile una struttura ricettiva a costi contenuti, in un contesto territoriale articolato sia per i valori storici-artistici che per la presenza dei servizi essenziali;
- promuovere il territorio comunale con particolare riferimento all’entroterra collinare, favorendo il turismo in generale, scolastico, culturale, religioso, sportivo, escursionistico, attraverso una struttura ricettiva ad un prezzo equo e accessibile;
- valorizzare la struttura ricettiva mantenendone nel tempo inalterato il valore mediante la sistematica cura e manutenzione.
I lavori di recupero e di arredo avviati nel 2015, si sono conclusi nel marzo 2016.
Il progetto ha privilegiato di conservare il più fedelmente possibile l’impianto originario, articolato nei tre distinti edifici, senza introdurre forzature nel sistema distributivo, rafforzando funzioni compatibili con l’impianto tipologico originario. Attraverso la realizzazione di connessioni, di minima entità, ottenute in gran parte dal ripristino delle originarie aperture e in parte dalla connessione dei diversi corpi scala, si è cercato di rendere collegati sotto il profilo formale e funzionale i tre corpi che costituiscono il complesso.
L’Ostello ha una capienza di 24 posti letto, distribuiti su due piani: al primo piano, accessibile anche ai diversamente abili con un servoscala, si trova una camera doppia che potrà essere destinata a persone con disabilità dotata di servizi igienici e doccia accessibili, mentre al secondo piano si trovano 4 camere da letto rispettivamente con 4, 5,6 e 7 posti letto.

Al piano terra il progetto ha previsto il mantenimento dell’attuale destinazione come Sale Pluriuso che potranno ospitare eventi culturali, mostre e conferenze organizzate sia dal gestore che dall’Amministrazione Comunale.

Al primo piano, nella parte centrale, il recupero dei locali esistenti è stato destinato all’accettazione dei pellegrini , una sala comune dedicata al relax e alla socializzazione , un punto internet, uno spazio conviviale destinato a cucina e pranzo caratterizzato dalla presenza di un ampio camino. Vi è stata la riapertura della loggia sul prospetto principale e il suo ripristino.
Al piano secondo, per quanto riguarda la parte centrale, il progetto ha previsto la realizzazione di 3 camere, confermando la distribuzione planimetrica preesistente.
Gli spazi sono stati arredati ispirandosi alla filosofia del restauro conservativo con soluzioni low-budget e finalizzati alla condivisione di un’esperienza di vita collettiva in modo da offrire soluzioni di ospitalità temporanea low –coast.
Il progetto è opera dell’Arch. Maurizio Bruschi, responsabile dell’Ufficio Opere Pubbliche Strategiche del Comune di Camaiore, coadiuvato dai colleghi di ufficio Ing. Simone Pasquali e da Angela Lunardini.

La gestione dell’Ostello del Pellegrino è stata affidata, mediante bando emesso dal Comune di Camaiore, a Roberto Vigiani che con sua moglie Grazia Maggiani gestirà l’ospitalità e la struttura.
Roberto, Guida Alpina, Maestro di Alpinismo e Istruttore Nazionale, e Grazia, Laureata in Lingue e letterature straniere moderne, Direttore Tecnico di Agenzie Turistiche e Tour Operator, Direttore tecnico di Agenzie ed esperta di marketing Turistico per strutture ricettive e tour operator, hanno gestito in passato il Rifugio Alpino C.A.I. “Forte dei Marmi”, Stazzema (LU), con l’ausilio del proprio gruppo di operatori professionali con cui si sono sviluppate importanti e pluriennali esperienze nel settore turistico (accompagnamento, ricettività, promozione) nel territorio Apuano e Camaiorese.

Sul piano propriamente turistico l’Ostello rappresenta una piccola struttura ricettiva per un tipo di turismo diverso da quello tipico fatto dagli hotel e dai Bed & Breakfast: un luogo di sosta per i pellegrini della via Francigena senza pretese dal punto di vista dei servizi ma in linea con un certo modello europeo di accoglienza che si sta diffondendo ovunque.

Quello camaiorese è uno dei pochissimi esempi di “Ostello del Pellegrino” presenti in Toscana, il primo assoluto in Versilia. Ed anche per questo sarà preso ad esempio come modello di riferimento in ambito regionale; così Camaiore tornerà ad essere, come nel Medioevo, stazione per la sosta dei pellegrini in viaggio, e non è un caso che ciò avvenga proprio in occasione delle celebrazioni del Giubileo straordinario della Misericordia voluto da Papa Francesco.

“E’ l’inizio di un nuovo Rinascimento per Camaiore. - Le parole del Sindaco Alessandro Del Dotto - L’inaugurazione dell’Ostello del Pellegrino è il primo di una lunga lista di lavori che verranno completati nei prossimi mesi: sabato prossimo, 24 settembre, verrà aperto il Giardino del S. Francesco, proprio di fronte all’ingresso del Civico Museo Archeologico; poi sarà il turno del Parco di Bussoladomani e del Cinema Moderno. Stiamo portando avanti il progetto relativo alla realizzazione degli impianti alle foci fluviali ed è in via di definizione il bando per l’assegnazione del Cascinale Mariotti.
L’Ostello del Pellegrino è un importante traguardo per questa Amministrazione Comunale e per Camaiore, i suoi cittadini e i Pellegrini che vi transitano lungo la Via Francigena. E’ un’ulteriore offerta turistica, che si differenzia rispetto a ciò che che già offriamo, ma proprio per questo è altrettanto importante anche nell’ottica di destagionalizzazione e diversificazione dell’offerta turistica. Con i rinnovati locali del piano terra, ci sarà un nuovo spazio culturale nel Comune di Camaiore.
Ringrazio gli Assesori Rovai, Carrai e Leo che hanno seguito tutto l’iter progettuale, faccio i complimenti all’Arch. Bruschi e al suo ufficio per lo stupendo lavoro realizzato, non dimenticando l’Ing. Festa, Luca Landucci e Paolo Benedetti che hanno predisposto gli atti per realizzare l’opera. Ringrazio le ditte che hanno realizzato i lavori, e porgo un grande saluto a Mario Matteucci, che nel 1999, da Presidente della Commissione Cultura del Consiglio Comunale di Camaiore, avviò l’iscrizione del Comune di Camaiore all’Associazione Europea delle Vie Francigene, poi dimenticata da chi lo ha succeduto, ma dalla nostra Amministrazionei fortemente e volutamente ripresa perché crediamo nelle potenzialità della Via Francigena, crediamo in ogni forma di ospitalità.
Do’ un grosso in bocca al lupo a Roberto e Grazia e al loro staff, augurando loro buon lavoro.”




Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore 800 015689
Polizia Municipale 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato (servizio di prossima attivazione)

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube