Si terrà domenica 17 dicembre alle ore 12.00, in occasione dell’annuale raduno, la cerimonia di intitolazione agli Alpini della mulattiera che da Candalla porta sul Monte Prana per l’abitato di Casoli. La strada si chiamerà quindi via degli Alpini, come deliberato dalla Giunta Comunale del 22 novembre scorso. Il percorso fa parte dell’anello numero 7 di Camaiore Antiqua. La Giunta ha altresì deliberato, nel corso di quella seduta, l’intitolazione della rotonda tra via Italica e SR439 Sarzanese ai “Caduti della Divisione Acqui”.

Il Raduno Alpino, che si terrà nella sua prima parte alla Pieve di Camaiore, celebrerà l’85° anniversario del Gruppo Camaiore, fondato nel 1932, il 95° anniversario del monumento ai Caduti della Pieve, inaugurato il 16 ottobre 1922, e il 220° anniversario del Tricolore d’Italia.

Il programma prevede il raduno sul piazzale della Chiesa della Pieve e il successivo alzabandiera con le autorità civili e militari. Alle 11.00 sarà celebrata la Santa messa, preludio dello spostamento verso la località Candalla dove alle 12.00 si terrà l’inaugurazione.


"Verrà intitolata la via degli Alpini in data 17 dicembre 2017 alle propaggini del Monte Prana. la fondazione del corpo degli Alpini risale al 15 ottobre 1872 ossia subito dopo l’Unità nazionale con il nome di Montagnini. Avevano il compito di fare da sentinella ai confini dell’Italia. Vennero reclutati giovani nati in montagna, forgiati nelle asperità e in grado di espletare il loro compito al meglio grazie alla conoscenza della montagna. Furono poi chiamati con il nome geografico di Alpini; passarono così alcuni anni che gli stessi potevano ammirare luoghi di montagna, attratti da quella natura incontaminata, facendo addestramenti, valicando passi, forcelle ed altipiani pieni di verde. Ammirare i tramonti con le rocce cangianti colore, il cosiddetto fenomeno chiamato Eronsadira. Soprattutto erano utili nei paesi d’alta montagna, portando concretamente aiuti di ogni genere con la preziosa collaborazione dei famosi muli. Tutta questa meravigliosa utilità degli Alpini ebbe ben presto termine quando gli stessi vennero mandati a combattere e farsi ammazzare sulle ambe abissine in Africa. Da quel momento tutto si fece più impegnativo e culminò con la guerra del 15/18, la Grande Guerra. La prima Guerra Mondiale infatti seminò purtroppo, migliaia e migliaia di morti su ogni fronte belligerante. Ancora oggi si ricordano le scelleratezze e le nefandezze di quel periodo. Nel nostro comune dove c’è sempre stato un forte reclutamento alpino, rimasero vittime molti giovani compresi i ragazzi del 1899. Nel secondo conflitto mondiale poi, la criminalità e la bestialità del genere umano non rimase indietro alla stupida ferocia della Prima guerra ma ad oggi non abbiamo un numero ritenuto preciso di morti. nel nostro comune di Camaiore abbiamo il triste primato di ben 125 morti rispetto ai comuni limitrofi e della versilia tutta. Le truppe alpine ebbero ancora importanza sui dissidi di confine con la ex Jugoslavia e con l’Austria. Gli alpini sono ancora in armi con oltre 11.000 componenti tra uomini e donne. E? però da ricordare l’utilità disinteressata che hanno dato gli stessi nelle varie calamità nazionali, così come furono all’origine della loro Costituzione. Anche il nostro gruppo di Camaiore ha dato contributo fisicamente e finanziariamente in varie calamità avvenute fuori dal nostro territorio comunale. Recita una massima: “Fino a quando ci saranno gli Alpini, ci sarà l’Italia”."

Ass.ne Nazionale Alpini
Gruppo CAMAIORE "IL TRICOLORE"
Coro Alpini "MONTE PRANA"
Sez. Pisa - Lucca - Livorno - Grosseto

Foto di Noclador - Opera propria, Pubblico dominio, Collegamento

Dal 1° dicembre 2017 la Farmacia Comunale 3 di Piazza Romboni a Camaiore osserverà il seguente orario: dalle 8 alle 20, tutti i giorni compresi domeniche e festivi. Un importante servizio per i cittadini del Comune a costo zero per le casse comunali.

Si ricorda inoltre che dal 1° novembre è in vigore il nuovo orario per le altre farmacie comunali:

  • Farmacia via del Secco: continuato 8-20 dal lunedì al sabato;
  • Farmacia via del Fortino: continuato 8-20 dal lunedì al sabato. Aperto la seconda e quarta domenica di ogni mese ed i festivi infrasettimanali.

Domenica 12 novembre il Comune di Camaiore ricorda i caduti di Nassirya con una cerimonia pubblica. Alle ore 12.00, presso la piazza a loro dedicata, tra via Nazario Sauro e la Fossa dell’Abate, si terrà l’alzabandiera, la deposizione di una corona di alloro e il rispetto di minuto di silenzio.

Alla commemorazione sono invitati a partecipare le autorità civili e militari, le associazioni combattenti e reduci e la cittadinanza tutta.

Sono entrati nella fase centrale i lavori all’ex scuola di Nocchi per la riapertura dell’Ufficio postale chiuso nell’estate del 2015. Il cantiere si concluderà entro la fine del 2017, permettendo così la completa operatività entro la primavera del 2018.

L’Ufficio Postale sarà allestito nella zona sud dell’immobile, quella più vicina alla strada, e consterà di una zona d’ingresso (provvista di una rampa che possa garantire sia l’accessibilità ai diversamente abili che la movimentazione dei carichi), una zona di stazionamento per l’utenza, il front office, i servizi igienici e un vano di supporto. L’intervento prevede anche l’installazione degli impianti, compresi quelli di sicurezza. La superficie totale sarà di circa 60 metri quadri, 35 direttamente dedicati all’ufficio. Sono in programma anche opere di manutenzione alla struttura che rimarrà nella parte restante, grazie a un’entrata autonoma, a disposizione della comunità di Nocchi e delle associazioni che l’hanno attualmente in gestione.

L’importo complessivo dei lavori è di circa 70.000 €, di cui 50.000,00 a carico del Comune di Camaiore e intorno a 20.000,00 di Poste Italiane. Il progetto prevede anche il completamento dell’area esterna con la realizzazione di un posto auto per l’accessibilità dei diversamente abili.

Dal prossimo autunno anche i cittadini del Comune di Camaiore potranno ottenere la Carta di Identità Elettronica in caso di rilascio o rinnovo. L’ente fa parte di un gruppo di 350 comuni con cui la Commissione interministeriale della CIE ha previsto di coprire il 50% della popolazione italiana con il nuovo strumento. In questi giorni sono arrivate le postazioni informatiche per dotare, l’Ufficio Anagrafe del capoluogo e la sede distaccata di Lido di Camaiore, della strumentazione necessaria per l’acquisizione dei dati. Infatti la tessera non verrà rilasciata immediatamente ma sarà inviata a casa del richiedente entro pochi giorni. Alla fase di infrastrutturazione degli uffici seguirà un periodo di formazione per i funzionari dell’ufficio per cui si stima l’entrata a regime del nuovo sistema a partire dall’autunno.

La Carta di identità elettronica è l’evoluzione del documento di identità in versione cartacea. Ha le dimensioni di una carta di credito ed è caratterizzata da un microprocessore che permette di proteggere i dati del titolare e che contiene strumenti per l’autenticazione in rete da parte del cittadino per i servizi erogati dalla Pubbliche Amministrazione e per l’acquisizione di identità digitali sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). La carta è contrassegnata da un numero seriale stampato sul fronte in alto a destra, denominato “Numero unico nazionale”.

I dati del titolare presenti sul documento sono:

  • Comune emettitore
  • Nome del titolare
  • Cognome del titolare
  • Luogo e data di nascita
  • Sesso
  • Statura
  • Cittadinanza
  • Immagine della firma del titolare
  • Validità per l’espatrio
  • Fotografia
  • Immagini di 2 impronte digitali (un dito della mano destra e un dito della mano sinistra)
  • Genitori (nel caso di carta di un minore)
  • Codice fiscale
  • Estremi dell’atto di nascita
  • Indirizzo di residenza
  • Comune di iscrizione AIRE (per i cittadini residenti all’estero)
  • Codice fiscale sotto forma di codice a barre

La Carta di identità elettronica è principalmente un documento di identificazione: consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale quanto all’estero, ad esclusione della verifica delle impronte per la lettura delle quali è necessario il rilascio dell’autorizzazione da parte del Ministero dell’Interno.

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore: 800 015689
Polizia Municipale: 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori: 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico: 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti: 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato: 800 277332

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube