COMUNICATO STAMPA
10 settembre 2016
LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELL'ABITATO DI CASOLI

Sono cominciati i lavori di messa in sicurezza della parete de “La Castellina” a Casoli, uno sperone roccioso di 12x20mt. situato a ridosso delle abitazioni della frazione collinare.
La roccia, a causa dell’azione degli agenti atmosferici e delle variazioni termiche sia giornaliere che stagionali, subisce una lenta erosione con il distaccamento di frammenti che cadono sulle abitazioni sottostanti.
Lo sperone, inoltre, presenta in alcuni punti delle fratture che fanno temere il distacco di massi di dimensioni più grosse.
Per risolvere questi problemi e dunque mettere in sicurezza l’abitato di Casoli, non potendo abbattere questo sperone e rimodellare il versante causa le case sottostanti, è stato deciso di intervenire rivestendo lo sperone roccioso con una rete metallica di contenimento, dopo aver eseguito il necessario taglio della vegetazione circostante e il necessario disgaggio della parete.
Le reti di contenimento saranno due: la prima, di dimensioni 25x12mt con maglie più strette, servirà a evitare la caduta di piccoli massi. La seconda, invece, di dimensioni 12x14mt, serve soprattutto a imbrigliare lo sperone ed evitare che dallo stesso .si stacchino volumi di roccia.

Successivamente a questo intervento, verrà messo in sicurezza anche il tratto di parete che incombe sulla Piazza di Casoli, in una sezione al di sopra di quella già rivestita da una rete di contenimento. Questo intervento vedrà la realizzazione di una barriera paradetriti collocata tra la rete già presente e un paramassi installato qualche decina di metri sopra.

L’intervento complessivo avrà una durata di circa 60 giorni, necessari per effettuare i lavori e svolgere i successivi collaudi.
L’Assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pierucci dichiara: “Gli interventi fanno parte del progetto di messa in sicurezza del territorio e prevenzione dal rischio idrogeologico e di difesa del suolo. Questo intervento in particolare era molto richiesto dalla popolazione di Casoli che, oltre ai disagi e ai timori degli abitanti delle case su cui incombe lo sperone roccioso de “La Castellina”, hanno subito danni alle macchine parcheggiate nella Piazza, sottostante all’altra parete protagonista della seconda parte dell’intervento.”

Un altro intervento di cui necessitano Casoli e i suoi abitanti è la demolizione delle ex scuole elementari che, a causa della loro particolare costruzione e ubicazione, sono ritenute un edificio a rischio per le case sottostanti. Le scuole, costruite negli anni '50 e non più utilizzate, sono da anni sotto la lente dei cittadini che ne chiedono lo smantellamento. Il progetto è già completato, e nel 2017 avverrà la demolizione.

L’amministrazione è inoltre in cerca di fondi statali o regionali da utilizzare per mettere in sicurezza la strada che da Lombrici porta a Casoli, nel passato protagonista di smottamenti.

“Come Amministrazione dobbiamo pensare alla sicurezza del territorio e dei cittadini - sono le parole del Sindaco Alessandro Del Dotto - queste sono opere necessarie per garantire l’incolumità sia delle persone che dei loro beni. Casoli già in passato, si tratta del 1979, è stato protagonista di un evento di dissesto geologico, con la famosa frana che fortunatamente non fece vittime. Il compito di noi amministratori è salvaguardare l’incolumità delle persone e ad oggi, come il recente sisma che ha colpito il centro Italia, i problemi maggiori che i territori affrontano sono legati agli eventi naturali. I terremoti, le eccessive piogge non sono eventi da noi controllabili: possiamo però adoperarci per minimizzare gli effetti che provocano.
Dobbiamo procedere per gradi, sia per i costi di questi interventi che occupano una consistente fetta delle uscite delle casse comunali, sia per valutare con estrema attenzione i punti del nostro territorio che necessitano di interventi. Abbiamo completato la messa in sicurezza del paese di Agliano, siamo anche riusciti a convincere Rete Ferroviaria Italiana a effettuare i lavori di innalzamento dei binari in località Cateratte, che provocavano una strozzatura verso la foce del fiume Camaiore. Casoli necessitava di questi interventi che stiamo compiendo, ma teniamo alta l’attenzione su tutto il territorio di Camaiore”.


Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Numeri Utili

Comune di Camaiore 800 015689
Polizia Municipale 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico 800 234567
Sea Whatsapp - Segnalazioni e informazioni raccolta rifiuti 3357192666
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato (servizio di prossima attivazione)

Seguici su

Seguici su Twitter  Seguici su Facebook  Seguici su YouTube