La Giunta di Camaiore ha presa atto questa mattina del Piano Tecnico Finanziario del Servizio di gestione integrata dei rifiuti per il 2021, servizio svolto di ERSU S.p.A., quale Società Operativa Locale (SOL) che effettuano il servizio sul territorio di Camaiore per conto di RetiAmbiente S.p.A., quale gestore unico dell'ATO Toscana Costa.

A fronte dell’aumento di alcuni servizi il PTF presentato ha un costo più basso rispetto al 2020. Nel 2021 la TARI sarà diminuita per un importo paria circa 500.000 mila euro, grazie sia al contributo ATO Toscana Costa - ottenuto tramite l’estensione del servizio di raccolta porta a porta su tutto il territorio di Camaiore - che al minor costo del servizio 2021, mantenendo intatta l’offerta dei servizi.

Il costo del servizio 2021 illustrato nel Piano Tecnico Finanziario risulta più basso rispetto a quello del 2020: 9.138.000 euro quest’anno rispetto ai 9.243.000 euro dell’anno precedente. Nel 2021 è inoltre previsto anche un aumento di frequenze di ritiro per le attività commerciali e balneari nella stagione estiva, ossia un allungamento del calendario dell'alta stagione fino al 15 settembre.

“Abbiamo raggiunto - commenta l’Assessora all’Ambiente Sara Pescaglini – una percentuale di raccolta differenziata importante (attualmente al 78%) anche grazie alla collaborazione dei cittadini. Nel giro di un anno la scommessa che avevamo fatto nel passaggio con ERSU S.p.A è stata vinta. Siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata che ci eravamo prefissati e poi, finalmente, ad abbattere la TARI, uno degli obiettivi principali che il Comune di Camaiore stava aspettando da anni. Proprio a dimostrazione del fatto ci meritavamo un servizio migliore a dei costi adeguati”

Touristeninformationsbüro Öffnungszeiten
Toggle Bar