Nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra il Sindaco Alessandro Del Dotto, l’Assessore alle Partecipate Simone Leo e l’amministratrice della Pluriservizi Camaiore S.p.A., Chiara Raffaelli. Oggetto della riunione, il futuro dell’ex Arlecchino. Pluriservizi S.p.A. è una partecipata totalmente pubblica, costituita per organizzare e gestire alcuni servizi erogati sul territorio: le farmacie, il Palasport, il servizio Tosap e pubblicità e i cimiteri. 

Durante l’incontro il sindaco Del Dotto e l’assessore Leo hanno avanzato all'azienda la proposta di sviluppare un progetto per la realizzazione di un polo attrattivo nel settore turistico-sportivo, che possa diventare un punto di riferimento per Lido di Camaiore, il Comune e la Versilia. L’idea ha ricevuto l’interesse della Pluriservizi S.p.A., la quale – dopo l’eventuale approvazione dell’Atto di indirizzo che l’Amministrazione dovrà sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale – si adopererà per affidare la stesura di uno studio di fattibilità tecnica ed economica, finalizzato ad un'eventuale concessione pluriennale all'azienda per la realizzazione dei lavori e la gestione del bene. Nel caso lo studio di fattibilità palesasse l'impossibilità per Pluriservizi Camaiore S.p.A. di sviluppare l'investimento, sarà cura dell’Amministrazione provvedere al pagamento del suddetto studio per poterlo utilizzare, sviluppando una progettazione definitiva, nell’ambito dei futuri fondi del Recovery Plan o di altre formule di Partenariato Pubblico Privato (PPP).

Il Sindaco ha incontrato i consiglieri di maggioranza per una prima informativa e, pochi giorni fa, ha annunciato l’avvio di questo percorso in un incontro con i referenti della coalizione, che hanno questo punto nel programma di amministrazione.

“Questo il metodo procedimentale e burocratico da seguire per arrivare a chiarire la sostenibilità economico-aziendale e per definire i margini di fattibilità tecnica ed economica di una riqualificazione. Quanto i contenuti e alla definizione degli usi dell’Arlecchino - dichiara il Sindaco - questi saranno oggetto di un parallelo percorso partecipativo di ampio raggio che coinvolgerà le categorie economiche - e cioè albergatori, balneari e commercianti -, il mondo dello sport e del tempo libero e, infine, la comunità dei residenti con le assemblee di zona, con strumenti compatibili con l’epoca dell’emergenza sanitaria, che viviamo. E data la strategicità dell’investimento, non mancheremo di informare l’Ambito Turistico della Versilia. Le proposte e i contributi di tutti - anche delle opposizioni - saranno oggetto di seria e attenta valutazione: è un progetto strategico di enorme rilevanza la cui realizzazione deve appartenere a tutto il Comune e non solo a qualcuno o a un pezzo di territorio e basta”.

Il Sindaco e l’Assessore Leo specificano che ogni singolo passaggio verrà condiviso all’interno del Consiglio Comunale: indirizzi, fattibilità e piano economico finanziario sono il cuore di questa operazione e saranno i temi su cui dovrà lavorare l’Assemblea Comunale.

Il risanamento della Pluriservizi - con un'azienda che oggi produce utili -, gli incentivi fiscali sul recupero degli edifici previsti dal Governo, la possibilità di sfruttare il cantiere anche per sponsorizzazioni e pubblicità e, non da ultimo, le opportunità che si apriranno con il Recovery Plan, sono tutte condizioni che consentono, oggi, di avviare un percorso nuovo sul futuro dell'ex Arlecchino. 

Bureau d'information touristique Heures d'ouverture
Toggle Bar