santa-margherita-a-montebello Facciata e campanile della Chiesa di Santa Margherita a Montebello

La chiesa si trova al centro dell’attuale paesino di Montebello, situato a nord-ovest rispetto a Camaiore, tra le pendici del monte Gabberi e del colle sovrastato dal paese di Santa Lucia. La prima citazione della chiesa è risalente al 1260 dove si dice che sono presenti due chiese: una intitolata a san Martino (quella che stiamo prendendo in considerazione), l’altra dedicata a Santo Stefano, poste entrambe sotto la giurisdizione della Pieve di Santa Felicita a Valdicastello, una frazione a circa 2 chilometri da Pietrasanta. Mentre la chiesa di Santo Stefano era situata nell’antico castello e venne distrutta con esso, San Martino continua la sua opera di cura delle anime e scopriamo da una lettera del 1367 che cambia titolazione divenendo Santa Margherita. Dal 1500 fu inserita nella giurisdizione dell’abbazia di san Pietro a Camaiore. Nel 1632 alla chiesa viene annesso il campanile nello spazio in cui si trova ancora oggi. Dal XVII secolo agli inizi del XX secolo si susseguono una serie di interventi sia per ristrutturare l’edificio che per ampliarlo, come la costruzione della sacrestia a ridosso del muro settentrionale o la costruzioni di 2 altari laterali, uno dedicato al Sacro Cuore di Maria e l’altro a San Carlo Borromeo. Nel 1944, durante la seconda guerra mondiale, alcuni proiettili di mortaio colpirono la struttura principale e il campanile, creando numerosi danni alle strutture. L’edificio fu però prontamente ricostruito con le caratteristiche osservabili oggi. La chiesa presenta una pianta rettangolare con andamento longitudinale, con asse maggiore orientato est-ovest. La copertura della chiesa è a capriata lignea, secondo lo stile toscano. Le strutture portanti verticali sono in muratura mista in pietra e laterizio, tutto completamente intonacato, e presentano 4 finestre rettangolari poste sopra il cornicione della navata. L’interno è decorato da affreschi, stucchi e decorazioni in "finto marmo", realizzati da una bottega toscana del XIX secolo. Il campanile in pietra, ha la pianta quadrangolare ed è ripartita da tre marcapiani.

Bibliografia

http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it/chieseitaliane/schedacc.jsp?sinteticabool=true&sintetica=true&sercd=79319#

Ufficio informazioni turistiche Orario di apertura
Toggle Bar