A seguito degli impegni istituzionali presi in Prefettura in tema di sicurezza e ordine pubblico, il Sindaco ha firmato un’ordinanza a carattere contingibile e urgente (dal 1 luglio al 15 settembre) al fine di prevenire e contrastare i reali pericoli per la pubblica incolumità oltre che per la sicurezza e l'igiene urbana.

Il provvedimento contiene il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 20.00 del giovedì alle ore 6.00 del venerdìdalle 20.00 del venerdì alle 6.00 del sabatodalle 20.00 del sabato alle 6.00 della domenica e, infine, dalle 20.00 della domenica alle 6.00 del lunedì. Riguarderà tutti i pubblici esercizi commerciali situati nell’area litoranea ricompresa tra Via Roma  Capitale, Via Alighieri e l’Arenile (viale Sergio Bernardini/Lungomare Europa/Pontile), nonché all’interno del perimetro del centro storico di Camaiore. Resta consentita la somministrazione con servizio al tavolo e al banco, all’esterno ed all’interno dei locali di esercizio, con obbligo a carico dei gestori di rimuovere i contenitori utilizzati.

È vietato detenere contenitori di vetro e metallici, ai fini dell’immediato consumo di bevande di qualsiasi tipo tutti i giorni, dalle ore 20.00 alle ore 6.00 del giorno successivo (nonché negli orari di svolgimento delle manifestazioni) negli spazi pubblici o d'uso pubblico sopraelencati.

Inoltre viene assolutamente vietato l’abbandono di bottiglie di vetro, lattine, vassoi, contenitori vari, di plastica, carta, vetro, cartone e simili, al fine di evitare danni al decoro urbano ed ambientale, onde eliminare possibili pericoli per l’incolumità e la sicurezza della circolazione e delle persone su tutte le strade pubbliche del territorio comunale.

La violazione delle norme previste dalla presente ordinanza è punita con l'applicazione della sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da 25 a 500 euro.

“Non sono i gusti femminili del vestiario la causa dei disordini: i problemi relazionali e i disagi sociali e generazionali - espressi con l’abuso di alcool, l’uso di droghe e l’euforica violenza - sono il vero punto su cui lavorare nel lungo periodo, non solo a livello comunale ma nazionale, come nazionale è la diffusione dei disordini” afferma il Sindaco “Abbiamo deciso di non emettere divieti di somministrazione, per non penalizzare chi lavora seriamente, controllando documenti dei clienti e ricercando qualità; tuttavia, un primo segnale è necessario e fra 15 giorni rifaremo un punto per valutare effetti ed efficacia delle misure organizzative prese, in attesa di veder ancor più potenziati i servizi delle FFOO per il weekend”.

Ufficio informazioni turistiche Orario di apertura
Toggle Bar