Una giornata ricca di stimoli ed interventi quella che si è tenuta venerdì 22 febbraio scorso al Centro Direzionale Le Bocchette, in occasione dell’appuntamento conclusivo del percorso partecipativo “Agenda per la qualità del cibo” progetto promosso Comuni di Camaiore e Massarosa in collaborazione con l’Associazione Progetto Comune,  Comunità Interattive - Officina per la partecipazione (che ha progettato, coordinato e facilitato il percorso con la consulenza scientifica del Dipartimento di Scienze Veterinarie), l’Università di Pisa e il Tavolo di lavoro permanente del Comune di Camaiore sull’agricoltura e il territorio e sostenuto dall’Autorità regionale per la Garanzia e la Promozione per la Partecipazione (L.46/2013).

Dopo i saluti e l’introduzione del Sindaco Alessandro Del Dotto, si sono succeduti diversi relatori: dall’Assessore regionale alla Partecipazione Vittorio Bugli, all’Autorità Regionale alla Partecipazione Francesca Gelli, ai referenti della Direzione Agricoltura e sviluppo rurale (Gianluca Barbieri e Stefano Bacci), alla referente ANCI per l’Agricoltura (Marina Lauri).

Sono stati illustrati gli altri percorsi partecipativi sul cibo sostenuti dall’Autorità regionale: la Strategia Alimentare di Livorno (Giaime Berti, Presidente del Consiglio del Cibo) ed il Piano del Cibo dei Comuni della piana lucchese (Assessore Francesco Cecchetti, Capannori). Laura Pommella di Comunità Interattive e il prof. Francesco Di Iacovo dell’Università di Pisa hanno illustrato il percorso “Agenda per la qualità del cibo”. Durante l’assemblea è stata firmata una Dichiarazione di Intenti tra Amministrazione Comunale e Tavolo di lavoro di indirizzo permanente sull’Agricoltura che suggella la disponibilità dei produttori agricoli di dedicare maggiore attenzione ed applicare anche alle coltivazioni specializzate a carattere intensivo (caratteristiche della nostra zona) tecniche di produzione più sostenibili. Lo strumento per realizzare questa transizione si concretizza nella sottoscrizione ad un Disciplinare che caratterizzerà i prodotti del territorio con un marchio ed un logo di proprietà comunale.

Un primo obiettivo raggiunto è stata l’alleanza tra i vari soggetti della filiera locale, esperimento di una collaborazione reale tra produttori agricoli locali, commissionari del Mercato ortofrutticolo di Lido di Camaiore, altre realtà imprenditoriali del territorio e l'associazione ABC (che raggruppa gli operatori della ricettività turistica del territorio). Il percorso ha visto anche la collaborazione attiva delle Associazioni di categoria locali (CIA, Coldiretti, Confagricoltura, Confcommercio) di Slow Food Versilia, del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia e di ABC (Associazione Albergatori, Balneari, Commercianti di Lido di Camaiore). 

Con questo spirito di collaborazione a fine assemblea, è stata offerta una degustazione di prodotti locali di stagione. I produttori hanno messo a disposizione prodotti locali di giornata dal latte agli ortaggi, ai cereali, all'olio extravergine di oliva, i commissionari di mercato con la loro adesione hanno messo a disposizione legumi e tuberi; altri contributi dal territorio sono giunti dal panificio Favarato, dalle Cantine Angeli e col sostegno di Comunità Interattive - Officina per la Partecipazione. L'ABC tramite i suoi associati ha provveduto alla trasformazione e preparazione dei prodotti finiti per la degustazione sotto il logo 'SAPORI DI CAMAIORE". La degustazione ha avuto termine con l'assaggio di un “Sorbetto di fichi della Via Francigena” un primo prodotto agroalimentare nato dalla collaborazione di due aziende locali: azienda agricola Caravello (produttore) Olimpia Gelati (trasformatore).

Ufficio informazioni turistiche Orario di apertura
Toggle Bar