Sarà il borgo di Camaiore protagonista della seconda tappa di “Un’altra estate”, l’iniziativa, alla sua quinta edizione, realizzata da Regione Toscana, con il supporto di Toscana Promozione Turistica e la collaborazione di Fondazione Sistema Toscana, Il Tirreno, Vetrina Toscana, FEISCT, che intende valorizzare la destinazione turistica toscana e i prodotti enogastronomici locali lungo la costa.

Un borgo dalle origini antichissime, fortemente legato al medioevo, attraversato dall’antica Via Francigena: e la visita guidata ci accompagnerà alla scoperta dell’antico percorso … l’appuntamento è nella centralissima piazza Diaz, alle ore 18.00, da dove partiremo per una passeggiata sulle orme degli antichi pellegrini, per arrivare alla Badia di Camaiore, importante luogo di culto fondato dai monaci benedettini intorno al VII secolo.

Adiacente all’abbazia, l’ostello che ancora oggi accoglie i viandanti ed i moderni trekkers, ma che in passato fu luogo di sosta per il Vescovo Sigerico, che di ritorno da Roma, pernottò in questi luoghi, lasciando testimonianza del proprio passaggio. La visita terminerà con il ritorno in piazza Diaz, luogo in cui si svolgerà l’evento a partire dalle ore 18.30

La serata prenderà il via con i saluti istituzionali di Stefano Ciuoffo, Assessore al Turismo della Regione Toscana , al quale seguiranno gli interventi di Fabrizio Brancoli, Direttore del quotidiano Il Tirreno, Alessandro Del Dotto, Sindaco del Comune di Camaiore, che ci racconterà anche curiosità e spunti per una visita del borgo.

Com’è consuetudine, al termine dei saluti istituzionali, Il Tirreno farà dono all’ amministrazione comunale di una maxifoto, appositamente realizzata per l’occasione dal giornale.

Mattatrice dell’evento, Irene Arquint, giornalista del Tirreno che ci accompagnerà a scoprire i molti prodotti e produttori del territorio presenti all’evento, attraverso interviste, curiosità, ricette ed aneddoti legati ai segreti della cucina e del buon cibo…..dalla scarpaccia camaiorese alla torta di pepe, alle novità come il sorbetto con i fichi della Via Francigena , il sorbetto con il pomodoro pisanello ed il cocktail di cetrioli e pomodorini da produzioni autoctone….un mix di tradizione e creatività, frutto di un percorso partecipato nato all’interno dell’agenda per la qualità del cibo.

Al termine delle interviste e dei racconti, saranno offerti dei piccoli assaggi delle pietanze preparate per l’occasione.

Oltre ai produttori, sarà coinvolta e valorizzata anche la ristorazione locale, in collaborazione con Vetrina Toscana. Insieme alle degustazioni sarà allestita anche un’area informazioni con materiale promozionale gratuito, personale a disposizione per approfondimenti sul territorio, e piccoli gadgets offerti dallo sponsor tecnico Locatelli – Saline di Volterra.

La piazza sarà animata anche dalla presenza dell’associazione dei Tappeti di Segatura, dall’associazione Amici del Medioevo, e dal Centro Commerciale Naturale di Camaiore Centro.

La rassegna proseguirà il suo viaggio alla scoperta di borghi e cibi della Toscana più autentica nelle tappe successive:

1 agosto, Casciana Terme 8 agosto, Porciano di Lamporecchio 22 agosto, Lajatico, 29 agosto, Bibbona 5 settembre, Marina di Campo all’isola d’Elba

Nella splendida cornice del Parco di Bussoladomani si è tenuta venerdì 19 luglio la cerimonia di premiazione della 13° Rassegna "La poesia dei ragazzi", concorso aperto agli Istituti comprensivi del Comune di Camaiore. Alessandro Merighi, Chiara Elena Giannecchini, Chiara Gianneschi, Moises Cortopassi, Clelia Lertola, Gabriele Tommasi, Gaia Paoli, Gaia Morescalchi, Nicola Galleni e Angelica Manzi hanno conquistato il diritto di far parte della Giuria Popolare del XXXI Premio Letterario Camaiore - Francesco Belluomini. I complimenti vanno anche agli altri tre finalisti, ovvero Virginia Biagi, Aurora Agostini, Emanuele Ratti, Guido Pardini, Sara Altemura e Caterina Bicchielli

Contestualmente si è tenuta la consegna dei cinque libri finalisti ai giurati convenuti: a consegnare i premi ai ragazzi e i libri ai giurati, la Presidente Rosanna Lupi assieme al Consigliere delegato alle Manifestazioni Letterarie Andrea Boccardo. È intervenuto anche il Prof. Marco Ciaurro per ricordare il compianto presidente Francesco Belluomini e presentare il libro postumo “Nonostante tutto” (ed. IdelfiniBook).

Appuntamento al 14 settembre per la serata finale in cui conosceremo il nome del successore di Chiara Carminati.

Continua il trend di crescita del Teatro dell’Olivo con risultati eccezionali sia dal punto di vista del numero degli abbonamenti sottoscritti, sia per la presenza media agli spettacoli della stagione organizzata in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo. L’annata conclusa ad aprile ha fatto registrare il nuovo record storico di abbonati, addirittura 124, con un +13,8% rispetto alla passata stagione. Una crescita che ha portato in pochi anni a un più 60% il numero dei tagliandi staccati: erano 77 nel 2015-2016, 109 nel 2017-2018. Sale anche il dato della presenza media agli spettacoli: +6%, da 173 dello scorso anno, ai 183 del 2018-2019 con tre sold out, su una capienza massima dell’Olivo di circa 250 persone.

Interessanti i risultati di un sondaggio condotto da Fondazione Toscana Spettacolo tra gli spettatori: oltre il 90% hanno apprezzato le proposte del cartellone, sottolineando la qualità degli spettacoli oltre alla professionalità del personale presente.

“Voglio ringraziare Fondazione Toscana Spettacolo, in particolare la Presidente Beatrice Magnolfi e la direttrice Patrizia Coletta, e tutto l’Ufficio Cultura per i risultati che stiamo raggiungendo: un lavoro di squadra che sta dando i suoi frutti, anno dopo anno. Ci siamo già messi al lavoro per la stagione 2019-2020 per definire un cartellone che possa incontrare nuovamente il gradimento del nostro pubblico, avendo anche l’ambizione di arricchirli sotto il profilo culturale. Ci saranno novità, ma le sveleremo a tempo debito”, il commento del Sindaco Del Dotto.

Si terrà questa sera, 19 luglio, alle ore 18.00, nel parco di Bussoladomani a Lido di Camaiore la premiazione del concorso “La Poesia dei Ragazzi”, dedicato agli studenti e alle studentesse degli Istituti Comprensivi del territorio: i 10 vincitori scelti tra i partecipanti si aggiungeranno ai 40 nomi sorteggiati per la giuria popolare del XXXI Premio Letterario Camaiore - Francesco Belluomini.

La Giuria Popolare, anello di congiunzione significativo e irrinunciabile nella struttura del Premio Letterario Camaiore e rappresentativa delle varie fasce sociali presenti nel territorio comunale come voluto dal compianto Presidente del premio, Francesco Belluomini, ha l’onere e l’onore di designare il supervincitore tra i cinque libri finalisti, opere che saranno consegnate proprio in occasione di questo evento.

La cinquina dei finalisti, annunciata lo scorso 15 giugno dalla Presidente Lupi e dalla Giuria Tecnica, è formata da Daniele Cavicchia - “Il guscio delle cose” (Passigli Editore), Gilberto Isella - “Arepo”  (Book Editore), Giovanna Rosadini - “Fioriture capovolte” (Giulio Einaudi Editore), Maurizio Soldini - “Lo spolverio delle meccaniche terrestri” (Il Convivio Editore), Ida Travi - “Tasàr, animale sotto la neve” (Moretti&Vitali Editori). Nel corso della serata finale ogni giurato consegnerà in busta sigillata la propria preferenza e si procederà al pubblico spoglio delle schede e quindi alla proclamazione del supervincitore. 

Questo l’elenco dei giudici popolari 2019: Maria Angeli, Linda Arrighini, Claudio Benedettini, Giuseppe Bianchi, Roberto Bonfandini, Barbara Bonuccelli, Laura Catalano, Angela Da Prato, Paolo D’Alessandro, Luisa Dati, Maria Giovanna Dodero, Elena Fibbiani, Silvana Galli, Riccardo Genovali, Claudio Ghilarducci, Chiara Giannini, Pierino Giannini, Giulio Cesare Guidi, Fabrizio Lari, Tiziano Lavorini, Simone Lorenzi, Graziella Marchetti, Maria Elisa Mecchi, Antonella Musetti, Antonella Neri, Monica Paolinelli, Demetra Pardini, Sandra Pardini, Francesca Pedonese, Elisa Petrucci, Cinzia Petrucci, Maria Gemma Piconcelli, Maria Carmela Ponte, Carla Sbrana, Daniela Scarel, Cristina Silicani, Alessandra Vannucci, Silvia Vannuccini, Franco Vernacchia e Serenella Zappelli.

Va al Rione Lido la XXIX edizione del Palio dei Rioni Città di Camaiore: sono stati i blu-arancio a prevalere al termine di cinque emozionatissime serate che hanno visto un folto e colorato pubblico gremire le tribune dello Stadio Comunale. Il Lido, grazie a una grande regolarità e alla vittoria di due giochi, si è issato in vetta alla classifica con 85 punti. Sul podio finiscono il Tre Borghi che si è fermato a quota 78 e La Rocca a 77.

A prologo della serata si sono tenute le premiazioni del Palio Junior che ha visto prevalere il Marignana, davanti a Vado e Pieve. Al quarto posto sono arrivati a pari merito gli altri dieci rioni in gara. A margine l'Amministrazione Comunale e il Comitato Palio hanno inteso rendere omaggio a Rebecca Vizzoni, atleta camaiorese capace di aggiudicarsi il titolo mondiale nel pattinaggio di figura nella categoria Juniores Donne ai World Roller Games di Barcellona, il più importante evento internazionale di sport rotellistici.

Primo gioco della serata è stato il Palo della Cuccagna: una emozionante sfida contro il cronometro che ha visto la vittoria del Montemagno Seimiglia in 12,72” seguito dal Nocchi in 13,50” e Lido in 13,60”. Chiudono la classifica La Rocca, Capezzano, Pedona, Frati, Pieve, Marignana e Vado. Non partecipavano Tre Borghi, La Badia e Montebello.

Secondo gioco della serata lo Staffettone, competizione che prevedeva il taglio di un tronco, seguito da una corsa di andata con il ceppo tagliato in “sella” a una carriola e il ritorno con un passeggero a bordo. Il successo è andato al Vado – che aveva giocato il jolly – davanti a Pieve e Lido. Completano la classifica Nocchi, Montemagno Seimiglia (J), Tre Borghi (J), Capezzano, Montebello, Frati e Badia. Non partecipavano La Rocca, Pedona e Marignana

Successivamente si sono tenute le finali del torneo del Tiro alla Fune. Nell'atto conclusivo che vedeva opposti Lido e Tre Borghi, successo dei rossoneri al termine di 90 equilibratissimi secondi di gara. Sul terzo gradino del podio è andata la Pieve. Completano la classifica finale Montemagno Seimiglia, La Badia, La Rocca, Montebello, Frati, Nocchi e Pedona. Non partecipavano Vado, Marignana e Capezzano.

Ultima gara del Palio 2019 è stata la Secchia con la sua consueta altalena di emozioni. Vittoria del Montebello – che raddoppia i punti con il jolly - davanti a Vado e Tre Borghi. Completano la classifica Lido, La Rocca, Frati, La Badia, Nocchi (J), Marignana e Pedona Non erano ai nastri di partenza Pieve, Montemagno Seimiglia e Capezzano.

Classifica generale finale: Lido 85 pt, Tre Borghi 78 pt, La Rocca 77 pt, Pieve 72 pt, Montebello 70 pt, Capezzano 64 pt, Montemagno Seimiglia 61 pt, Vado 60 pt, Frati 59 pt, Nocchi 53 pt, La Badia 41 pt, Marignana 37 pt e Pedona 27 pt.