Al via la fase attuativa del regolamento per la collaborazione civica per attività di gestione, manutenzione e cura dei beni comunali. Fino al 30 settembre soggetti singoli, gruppi di cittadini, formazioni sociali o a vocazione sociale e associazioni, possono proporre il loro impegno all’Amministrazione comunale in particolare per le attività di cura e manutenzione di porzioni del patrimonio pubblico.

Che cos’è?

Si tratta a tutti gli effetti della possibilità di trasformare in realtà la pratica partecipativa dei cosiddetti accordi di collaborazione complessa, con i quali l’amministrazione intende promuovere un principio di partecipazione civica attiva e operativa.

La collaborazione riguarda interventi di significativa complessità su edifici e spazi pubblici che non si possano configurare attraverso ulteriori strumenti di partecipazione attiva, ed in particolare: la cura occasionale, la cura costante e continuativa, la gestione condivisa e la rigenerazione. Non si può proporre un accordo di collaborazione su aiuole o piccole porzioni verdi, per le quali è già attivo lo strumento denominato “Adotta un’aiuola”. Si privilegiano interventi di manutenzione più estesi e articolati.

Perché?

Per due ragioni. Da un lato si vuole privilegiare una visione condivisa fra più cittadini dell’impegno alla collaborazione, capace quindi di generare partecipazione attiva attraverso l’aggregazione a un progetto di impegno. Dall’altro perché lo strumento si preoccupa di diffondere presso i proponenti, la cultura dell’informazione, della prevenzione, della sicurezza, dell’esposizione al rischio. Coloro i quali concluderanno con il Comune l’accordo di collaborazione, riceveranno in fatti dall’accordo una specifica formazione sulla sicurezza operativa, gli eventuali dispositivi di protezione individuale qualora non ne fossero in possesso e la copertura assicurativa.

Sono previste agevolazioni o contributi?

Il regolamento prevede come beneficio per i partecipanti agevolazioni sulla Tassa sui Rifiuti (TARI) o contributi nel caso di formazioni sociali, comitati o associazioni. L’entità dei benefici, le cui soglie sono stabilite annualmente da delibera di giunta, sono applicate alla proposta di collaborazione in relazione all’entità e complessità della stessa.

Cosa si deve fare?

Per partecipare, una volta letta la documentazione reperibile sul sito internet del Comune di Camaiore nella sezione “Bandi attivi”, i cittadini singoli o in gruppo, le formazioni sociali o le associazioni possono formulare la propria proposta di collaborazione compilando il modulo proposta di accordo. In esso vanno indicati tutti i dettagli sui partecipanti e sull’attività proposta, utili alla valutazione della stessa. Tutte le informazioni sintetiche sullo strumento sono contenute nell’avviso pubblico. Per la presentazione delle domande c’è tempo fino al 30 settembre.

Da dove cominciare…

L’amministrazione, per ragioni tecniche, pur aprendosi alla disponibilità di collaborazione su tutti i beni demaniali e patrimoniali di proprietà del Comune, su tutti i beni collettivi gestiti dal Comune e su tutti quelli privati nella disponibilità del Comune, invita alla proposta di collaborazione in particolare sulla viabilità storica del territorio e delle frazioni e sulla rete sentieristica Camaiore Antiqua.

“Crediamo che non ci sia modo migliore che proporre ai cittadini di generare piccole comunità attive per diffondere le istanze e la domanda di partecipazione attiva che arriva dai nostri camaioresi – il commento del Sindaco Alessandro Del Dotto e del Consigliere delegato Iacopo Menchetti - La collaborazione con l’amministrazione è un orizzonte piuttosto recente per la pratica amministrativa, che vogliamo potenziare e calare nello specifico di una comunità che in ogni paese e fino ai centri più grandi, dimostra voglia ed entusiasmo nel rimboccarsi le maniche e nel partecipare, anzi nel ‘partecifare’!”

In vista delle Consultazioni elettorali in programma i prossimi 20 e 21 settembre 2020, il Comune di Camaiore si avvale della possibilità di dare priorità alle persone disoccupate o a carico dei servizi sociali per il ruolo di scrutatore tra gli iscritti all’apposito albo comunale. 

I richiedenti devono essere già iscritti all'Albo degli scrutatori (aggiornato al 15 gennaio  2020) e la loro domanda deve essere presentata entro venerdì 14 agosto 2020. Il modulo e le istruzioni sono consultabili alla pagina Domanda per scrutatore in situazione di disagio - Consultazioni elettorali del 20-21 settembre 2020.

Si ricorda che l’impegno richiesto è il pomeriggio di Sabato 19 settembre, dalle ore 16,00, per la costituzione del seggio,  Domenica 20 settembre dalle 7.00 alle 23.00 e Lunedì 21 settembre dalle 7.00 alle 15.00, giorni della votazione.  L’impegno comprende le operazioni  di scrutinio che avverranno dopo la chiusura dei seggi a partire dalle ore 15,00 del giorno Lunedì 21 settembre subito dopo la chiusura dei seggi.
Prima avverrà lo scrutinio relativo al Referendum confermativo e successivamente, senza interruzione, quello riguardante le elezioni Regionali.

Disponibili sito web e apps per rinnovo abbonamenti e parcheggio

Al debutto i servizi web per la gestione della sosta a pagamento sul territorio del Comune di Camaiore. La Cooperativa Città di Lucca, soggetto gestore dei parcheggi, ha creato una suite di applicativi che permetteranno di gestire, tramite smartphone o computer, tutti i passaggi: dal pagamento del parcheggio, al rinnovo degli abbonamenti, fino alla gestione dei tagliandi dedicati ad alberghi e stabilimenti balneari.

Collegandosi al sito www.parkamaiore.it sarà possibile consultare informazioni relative ai vari profili tariffari e registrare un profilo personale per rinnovare alcune tipologie di abbonamento. Il portale ospiterà inoltre una sezione dedicata a strutture alberghiere e stabilimenti balneari per la gestione degli abbonamenti speciali per queste categorie.

Parallelamente è stata sviluppata PocketParking, app mobile dedicata al pagamento della sosta, al rinnovo di alcune tipologie di abbonamento e predisposta per coadiuvare gli ausiliari al controllo. La app è già disponibile su Google Play Store e lo sarà, entro pochi giorni, anche su App Store.

Sono invece già tutte attive le quattro applicazioni di soggetti terzi che permettono di corrispondere il pagamento della sosta sugli stalli blu del territorio, comodamente dal proprio smartphone. My Cicero, Pay by Phone, Drop Ticket, Easy Park sono già disponibili su Google Play Store e App Store. All’interno delle varie app sono presenti le informazioni necessarie per corrispondere il costo del parcheggio.

L’ultima novità è legata alla nuova area per i bus turistici realizzata in piazza Marta Abba a Lido di Camaiore che è stata messa a punto nelle ultime settimane con interventi sul fondo stradale e sulla cartellonistica. La Cooperativa Città di Lucca ha realizzato a proprie spese, su richiesta dell’Amministrazione Comunale, un sistema di videosorveglianza per scongiurare vandalismi e furti che si erano verificati in passato nella precedente zona attrezzata di piazza Brodolini. In questi giorni si sta lavorando per permettere al segnale video di raggiungere i centri di controllo e archiviazione così da poter attivare il servizio in tempi brevi.

Per il Referendum Costituzionale in programma il 20 e 21 settembre 2020, gli elettori italiani residenti all’ estero, ai sensi della Legge 27 dicembre 2001, n. 459 e del relativo regolamento di attuazione approvato con Dpr 2 aprile 2003, n. 104, votano per corrispondenza.

La predetta normativa, nel prevedere la modalità di voto per corrispondenza da parte di tali elettori, fa comunque salva la possibilità di votare in Italia.

Tale opzione deve essere esercitata entro il prossimo 28 luglio 2020 utilizzando il modello presente nei documenti scaricabili o in calce a questa pagina.

I Sindaci di Camaiore, Forte dei Marmi, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema hanno sottoscritto una lettera indirizzata al presidente di Gaia S.p.A. Vincenzo Colle in cui si sottolinea la necessità urgente di convocare un’assemblea soci entro e non oltre il prossimo 25 maggio 2020. La riunione servirà come momento di informazione a favore dei Comuni soci per conoscere la situazione del gestore del servizio idrico integrato dopo i mesi di lockdown. L’obiettivo è di creare uno spazio di aggiornamento e interlocuzione riguardo le misure che Gaia ha messo in campo per l’emergenza con particolare attenzione alla possibilità di intervenire sui tempi di fatturazione dei consumi a carico di famiglie e aziende così da poter rendere più sostenibile questo momento di crisi, spalmando i costi su un periodo di tempo più lungo.

Touristeninformationsbüro Öffnungszeiten
Toggle Bar