Si inaugura venerdì 16 novembre 2018, alle ore 11.00 presso gli spazi espositivi di Palazzo Tori a Camaiore, la  mostra di pittura “CHIAROSCURO” che presenta le opere dei partecipanti ai laboratori di pittura del Centri Diurni di Camaiore e Pietrasanta condotti, rispettivamente, dai pittori Giancarlo Vaccarezza e Arturo Lini. Sarà possibile visitare “CHIAROSCURO” fino al 25 novembre, dal lunedì al venerdì con orari 09.00-12.30 e il sabato e la domenica con orari 10.00-13.00 / 15.00-18.00. La mostra, oltre ad essere un importante momento di socialità e gratificazione per tutti i partecipanti, vuole anche sottolinearne la creatività: ognuno con un proprio alfabeto espressivo che a volta privilegia il semplice tratto di una matita, altre volte materiche stesure di colori, per comunicarci comunque emozioni e sensazioni che possano fare di una semplice tela un momento di incontro e di conoscenza, oltreché uno specchio e sentiero di bellezza e civiltà.


Sono infatti diversi i linguaggi artistici che sarà possibile ammirare: dalle opere che si affidano  alle tecniche più tradizionali ad altre attente a espressioni più recenti, ognuno comunque con una propria definita personalità e un proprio particolare stile, quando rispettoso di regole e tradizioni quando capace di sortire a soluzioni nuove e originali.


Organizzata dal CSM di Camaiore, grazie al lavoro appassionato delle operatrici professionali Antonella Lossi e Stefania Gardini, la mostra si avvale del supporto della cooperativa sociale C.RE.A di Viareggio che ha messo a disposizione uno dei propri operatori, il fotografo Osvaldo Martinelli, e del patrocinio del Comune di Camaiore.


Dalle note alla mostra
Chiaroscuro non è una mostra pittorica qualsiasi: non si tratta solo di una forma di coinvolgimento sociale, atta a gratificare il lavoro certosino degli utenti dei centri diurni di Camaiore e Pietrasanta. Tutt’altro. Siamo davanti, nella maggior parte dei casi, ad autori completi, ognuno con la propria peculiare forma estetica, dotati di un estro creativo che spazia dall’espressionismo più cupo di stampo avanguardista al fauvismo più vibrante, vivacemente coloristico, dal cloisonnisme post-impressionista al puro classicismo. I quadri esposti fanno parte di un connubio di opere d’arte dove maestri di comprovato valore tecnico del nome di Giancarlo Vaccarezza e Arturo Lini si sono impegnati con passione nell'insegnamento e nella condivisione dell'arte pittorica.