La Direzione Centrale per i Servizi Demografici del Ministero dell’Interno ha disposto l'ulteriore proroga, fino alla data del 31 dicembre 2020, della validità dei documenti di riconoscimento e di identità scaduti a partire dal 31 gennaio 2020.

"La validità dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’art. 1, comma 1 lett. c),d),e) del DPR 28 dicembre 2000, n.445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza alla data di entrata in vigore del presente decreto è prorogata al 31 dicembre 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento"

I cittadini in possesso di documenti di riconoscimento o di identità anche già scaduti alla data del 17 marzo 2020 o in scadenza successivamente a tale data sono pertanto invitati a recarsi presso i competenti Uffici comunali SOLO SUCCESSIVAMENTE al 31 DICEMBRE 2020 per procedere al rinnovo.

Soltanto coloro che avendo smarrito o deteriorato la carta di identità o avendone subito il furto si trovino ad essere del tutto sprovvisti di un documento di identità devono contattare l’ufficio anagrafe per fissare un appuntamento ai numeri 0584986402 – 0584986632 – 0584986633 al fine di ottenerne il rilascio.

Si informa che la validità ai fini dell’espatrio resta invece limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Tutti i week end fino al 30 agosto compreso

Il Comune di Camaiore organizza anche per la stagione estiva 2020 il servizio di bus navetta gratuito per raggiungere la località di Candalla. Pur tra le difficoltà imposte dall’emergenza Covid-19, l’Amministrazione Comunale è riuscita ad organizzare le corse, seppur per un tempo più limitato rispetto agli anni scorsi. Il servizio sarà effettuato ogni sabato e domenica fino al 30 agosto con orario 09.30-14.00 e 16.00-18.30. 

La linea effettuerà il percorso sull’anello: Rotonda dell’Amicizia in località Ponte alla Gora, via Vecchia Provinciale, via Stadio, viale Oberdan, piazza Romboni, via Badia, via Gusceri, via Nuova, Candalla e ritorno da via Nuova, via Gusceri, via Badia, piazza Romboni, via Fondi, SP1 Francigena, via Carignoni, via Stadio, via Vecchia Provinciale e Rotonda dell’Amicizia in località Ponte alla Gora.

Sono previste tre fermate in prossimità dei parcheggi scambiatori, alla Rotonda dell’Amicizia (nelle vicinanze si trovano i parcheggi nella zona Incaba), in via Stadio presso il Palasport (nelle vicinanze si trovano il parcheggio dello Stadio Comunale e il rinnovato parcheggio di fronte al Palazzetto dello Sport) e in piazza Romboni (nelle vicinanze si trovano i parcheggi di piazza Romboni, via Badia, piazza Elsa Morante - ex Sem - e viale Oberdan).

Sono state pubblicate le graduatorie definitive relative all'anno educativo 2020/21 per l'accesso dei bambini ai Nidi d'Infanzia comunali, comprensive delle liste di attesa.
Le graduatorie sono stabilite secondo il regolamento dei Nidi d'Infanzia pubblicato qua sotto.

Stante l’emergenza epidemiologica da COVID-19, tali assegnazioni potranno subire variazioni in diminuzione nel caso in cui intervengano disposizioni normative o prescrizioni sanitarie dalle autorità competenti.

Per eventuali informazioni rivolgersi a:
Ufficio Pubblica IstruzioneTelefono: 0584 986262 - 0584986338 0 0854986205 E-mail: Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.
Indirizzo : C.so V. Emanuele 181 - P.zzo Tori-Massoni - Camaiore

Graduatorie nidi d'infanzia a.e. 2020/21

pdf
Graduatorie definitive nido d'infanzia Mafalda a.e. 2020-21
pdf
Graduatorie definitive nido d'infanzia Girotondo a.e. 2020-21
pdf
Graduatorie definitive nido d'infanzia Lo scrigno magico a.e. 2020-21

Regolamento Comunale Nidi d'Infanzia

Al via la fase attuativa del regolamento per la collaborazione civica per attività di gestione, manutenzione e cura dei beni comunali. Fino al 30 settembre soggetti singoli, gruppi di cittadini, formazioni sociali o a vocazione sociale e associazioni, possono proporre il loro impegno all’Amministrazione comunale in particolare per le attività di cura e manutenzione di porzioni del patrimonio pubblico.

Che cos’è?

Si tratta a tutti gli effetti della possibilità di trasformare in realtà la pratica partecipativa dei cosiddetti accordi di collaborazione complessa, con i quali l’amministrazione intende promuovere un principio di partecipazione civica attiva e operativa.

La collaborazione riguarda interventi di significativa complessità su edifici e spazi pubblici che non si possano configurare attraverso ulteriori strumenti di partecipazione attiva, ed in particolare: la cura occasionale, la cura costante e continuativa, la gestione condivisa e la rigenerazione. Non si può proporre un accordo di collaborazione su aiuole o piccole porzioni verdi, per le quali è già attivo lo strumento denominato “Adotta un’aiuola”. Si privilegiano interventi di manutenzione più estesi e articolati.

Perché?

Per due ragioni. Da un lato si vuole privilegiare una visione condivisa fra più cittadini dell’impegno alla collaborazione, capace quindi di generare partecipazione attiva attraverso l’aggregazione a un progetto di impegno. Dall’altro perché lo strumento si preoccupa di diffondere presso i proponenti, la cultura dell’informazione, della prevenzione, della sicurezza, dell’esposizione al rischio. Coloro i quali concluderanno con il Comune l’accordo di collaborazione, riceveranno in fatti dall’accordo una specifica formazione sulla sicurezza operativa, gli eventuali dispositivi di protezione individuale qualora non ne fossero in possesso e la copertura assicurativa.

Sono previste agevolazioni o contributi?

Il regolamento prevede come beneficio per i partecipanti agevolazioni sulla Tassa sui Rifiuti (TARI) o contributi nel caso di formazioni sociali, comitati o associazioni. L’entità dei benefici, le cui soglie sono stabilite annualmente da delibera di giunta, sono applicate alla proposta di collaborazione in relazione all’entità e complessità della stessa.

Cosa si deve fare?

Per partecipare, una volta letta la documentazione reperibile sul sito internet del Comune di Camaiore nella sezione “Bandi attivi”, i cittadini singoli o in gruppo, le formazioni sociali o le associazioni possono formulare la propria proposta di collaborazione compilando il modulo proposta di accordo. In esso vanno indicati tutti i dettagli sui partecipanti e sull’attività proposta, utili alla valutazione della stessa. Tutte le informazioni sintetiche sullo strumento sono contenute nell’avviso pubblico. Per la presentazione delle domande c’è tempo fino al 30 settembre.

Da dove cominciare…

L’amministrazione, per ragioni tecniche, pur aprendosi alla disponibilità di collaborazione su tutti i beni demaniali e patrimoniali di proprietà del Comune, su tutti i beni collettivi gestiti dal Comune e su tutti quelli privati nella disponibilità del Comune, invita alla proposta di collaborazione in particolare sulla viabilità storica del territorio e delle frazioni e sulla rete sentieristica Camaiore Antiqua.

“Crediamo che non ci sia modo migliore che proporre ai cittadini di generare piccole comunità attive per diffondere le istanze e la domanda di partecipazione attiva che arriva dai nostri camaioresi – il commento del Sindaco Alessandro Del Dotto e del Consigliere delegato Iacopo Menchetti - La collaborazione con l’amministrazione è un orizzonte piuttosto recente per la pratica amministrativa, che vogliamo potenziare e calare nello specifico di una comunità che in ogni paese e fino ai centri più grandi, dimostra voglia ed entusiasmo nel rimboccarsi le maniche e nel partecipare, anzi nel ‘partecifare’!”

La Giunta comunale, nel corso della seduta di ieri 29 luglio 2020, ha approvato una delibera che stabilisce la ripartizione delle risorse ottenute attraverso i fondi del Ministero dell’Istruzione relativi al Piano Pluriennale per la fascia 0-6 anni. La somma complessiva dello stanziamento è di € 105.815,00.

Inizialmente i due capitoli interessati dal finanziamento statale erano stati destinati in parte all’esenzione totale del pagamento della retta mensile di frequenza dei tre nidi d’infanzia comunali per un periodo che sarà stabilito da successive deliberazioni (negli anni scorsi era stato scelto di impiegare le risorse per esentare le famiglie dal pagamento della tariffe per i mesi di settembre e ottobre) e in parte alla realizzazione dei centri estivi per la fascia 0-6. 

In seguito all’emanazione delle linee guida regionali anti-Covid 19, i centri estivi sono stati effettuati con modalità differenti pertanto, grazie a un decreto della Regione Toscana, è stato possibile destinare questa fondo, pari a € 43.250,00, all’erogazione di contributi a copertura delle spese di gestione sostenute dai due nidi privati autorizzati e accreditati presenti sul nostro territorio (Il nido di Gigia e L’Alveare) nonché alla cooperativa che gestisce in appalto i nidi comunali.

Lo stanziamento ha l’obiettivo di coprire le mancanze di fondi causate dalla cessazione dei servizi a partire da marzo 2020, così da sostenere l’offerta per i servizi educativi anche per l’anno venturo e venire incontro alle esigenze dei molti genitori che usufruiscono del servizio.

Sous-catégories

Bureau d'information touristique Heures d'ouverture
Toggle Bar