Coronavirus: #IORESTOACASA - VADEMECUM SUGLI SPOSTAMENTI (aggiornato al 23.3.2020)

  1. Posso muovermi in Italia?
    Da oggi (22.3.2020 n.d.r.), su tutto il territorio nazionale, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano. Uniche eccezioni: comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.
    Ci saranno controlli da parte delle forze di Polizia.
    E’ previsto il divieto assoluto di uscire di casa per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus.
    In caso di sintomi da infezione respiratoria o febbre superiore a 37,5 gradi è fortemente raccomandato di rimanere a casa, di rivolgersi al proprio medico e di limitare al massimo il contatto con altre persone
  2. Quali sono i validi motivi per uscire di casa?
    Si può uscire di casa per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.
    Per provare queste esigenze dovrà essere compilata un’autodichiarazione (scaricala a questo link aggiornata al 26.3.2020) che potrà essere resa anche seduta stante sui moduli in dotazione alle forze di Polizia. La veridicità delle dichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi
  3. Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza può rientravi?
    Sì, fermo restando che poi si potrà spostare solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Dal 21 marzo nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.
  4. Se abito in un comune e lavoro in altro posso fare ”avanti e indietro”?
    Sì, se è uno spostamento giustificato per esigenze lavorative
  5. Posso utilizzare i mezzi di trasporto pubblico?
    Nessun blocco dei trasporti. Tutti i mezzi di trasporto pubblico, e anche privato, funzionano regolarmente
  6. E’ possibile uscire per acquistare generi alimentari?
    Sì, e non c’è alcuna necessità di accaparrarseli perché i negozi saranno sempre riforniti.
    Non c’è nessuna limitazione al transito delle merci: tutte le merci, quindi non solo quelle di prima necessità, possono circolare sul territorio nazionale
  7. Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari?
    Sì, ma solo in caso di stretta necessità, quindi unicamente per l’acquisto di beni legati ad esigenze primarie non rimandabili
  8. Posso andare a mangiare dai parenti?
    No, perché non è uno spostamento necessario e quindi non rientra tra quelli ammessi
  9. Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?
    Sì. Ricordate però che gli anziani sono le persone più vulnerabili e quindi cercate di proteggerli il più possibile dai contatti
  10. E’ consentito fare attività motoria all’aperto?
    Dal 21 marzo è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici e non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona.
  11. Posso uscire con il mio cane?
    Sì, per la gestione quotidiana delle sue esigenze fisiologiche e per i controlli veterinari
  12. Che succede a chi non rispetta le limitazioni?
    La violazione delle prescrizioni è punita con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a 206 euro, secondo quanto previsto dall'articolo 650 del codice penale sull'inosservanza di un provvedimento di un'autorità.
    Ma pene più severe possono essere comminate a chi adotterà comportamenti che configurino più gravi ipotesi di reato

(fonte: Ministero degli Interni)

SE HAI BISOGNO DI SOSTEGNO PER FARE LA SPESA

☎️Telefona ai numeri

329 2304805 o 329 2304814 (🕒lun-ven dalle 8 alle 20)

📩o scrivi all’indirizzo Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! (verrai ricontattato telefonicamente in seguito)
Le assistenti sociali valuteranno la sussistenza dei criteri di attivazione del servizio. La consegna della spesa avverrà a domicilio attraverso associazioni di volontariato.

 

❗MASCHERINE
 

SE VUOI DONARE MASCHERINE

📩Scrivi una mail a Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!
 

PER RICHIEDERE MASCHERINE

La consegna in questa fase è rivolta prioritariamente a medici di base, ospedalieri, infermieri, operatori socio-sanitari, organizzazioni di volontariato e attività commerciali al pubblico.

📩Scrivi una mail a Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! e a Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! indicando tipo di attività e stima del fabbisogno giornaliero, riferito al solo personale che deve operare al di sotto del metro di sicurezza

 

DONAZIONI AL COMUNE DI CAMAIORE PER AIUTO ALLA COMUNITÀ

IBAN IT 05 F 01030 24600 000001302251

Causale: “Donazione per emergenza COVID19 Camaiore”
 

SE VUOI DONARE GENERI ALIMENTARI

Il Comune di Camaiore sta valutando le modalità organizzative per attivare la raccolta, ma per il momento è preferibile effettuare una donazione economica. Comunicheremo nei prossimi giorni in che modo è possibile donare al Comune gli aiuti da distribuire alle persone che ne abbiano bisogno.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha aggiornato l’elenco delle formalità che beneficiano delle proroghe previste dagli artt. 92/4°, 103/1°, 103/2°, 103/3° e 104 del decreto-legge 18/2020.

Nella colonna “Scadenza corrente” è indicata, per ogni singola formalità individuata, la fascia temporale per la quale si può beneficiare della proroga fino alla data indicata nella colonna “Nuova scadenza”.

L'elenco contiene le nuove scadenze relative a:

  • Conducenti (circolare DG MOT prot. 9487 del 24.03.2020)
  • Nautica
  • Veicoli (circolare DTTNAGP prot. 1735 del 23.03.2020)
  • Sportello Telematico dell’Automobilista (STA)

L'Amministrazione Comunale e ERSU S.p.A. attiveranno da lunedì 30 marzo due nuove importanti possibilità per i cittadini di Camaiore nell'ambito del pacchetto di misure di contrasto all'emergenza Covid19. In un panorama dove le aziende diminuiscono i servizi, ERSU ha organizzato il ritiro gratuito del verde a chiamata e la consegna domiciliare gratuita del kit dei sacchi così da poter, da un lato, porre rimedio all'impossibilità di raggiungere i centri di raccolta e, dall'altra, diminuire le occasioni di assembramento presso gli Infopoint.

RITIRO VERDE A CHIAMATA

Da lunedì prossimo, 30 marzo, sarà attivo il servizio gratuito di ritiro a domicilio del verde per gli utenti del Comune di Camaiore. Un servizio a chiamata, per un massimo di 5 sacchi a settimana, prenotabile tramite App PortAPPorta, sito, email (Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!), o numero verde 800-942540. Gli uffici di ERSU ricontatteranno i cittadini per concordare la data del ritiro. In occasione del primo ritiro si potrà conferire in qualunque tipo di sacco: l'operatore lascerà, per le future esigenze, un numero di sacchi speciali, pari a quanti ne sono stati conferiti.

CONSEGNA DOMICILIARE KIT SACCHI

Dalla stessa data inizierà la consegna a domicilio del secondo kit di sacchi per gli utenti del Comune di Camaiore che ne faranno richiesta. Il Kit contiene i sacchi necessari per arrivare a fine 2020 e può essere richiesto tramite App PortAPPorta, sito, email (Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!), o numero verde 800-942540. La conferma dell'appuntamento vale come accettazione della fornitura.

Rinviata a data da destinarsi l'undicesima edizione de "È la via dell'orto" inizialmente programmata per il week end del 18 e 19 aprile 2020. Il protrarsi dell'emergenza Covid-19 e la durata incerta delle stringenti misure di contenimento dell'epidemia non concedono attualmente sufficiente tempo per organizzare degnamente la tradizionale manifestazione dedicata all'orticoltura. Il Consigliere delegato Rombi, insieme al Sindaco Del Dotto e all'Assessore Baldaccini, hanno preso questa decisione così da poter far ripartire la macchina organizzativa, appena la situazione sarà tornata alla normalità, non disperdendo risorse importanti. Sul tavolo ci sono già ipotesi sulle possibile date di recupero e una decisione in merito sarà comunicata appena possibile.

Unterkategorien

Coronavirus: #IORESTOACASA - VADEMECUM SUGLI SPOSTAMENTI (aggiornato al 23.3.2020) Domande&risposte + modulo autodichiarazione spostamenti
Toggle Bar