Il Sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto ha inoltrato una segnalazione e diffida ufficiale a Poste Italiane S.p.A. per i gravi ritardi che subiscono le consegne delle missive spedite dal Comune di Camaiore ai cittadini. La contestazione, inviata per quanto di competenza anche all’Autorità Garante per le Comunicazioni AGCOM e anche a Regione Toscana, Provincia di Lucca e Anci, segnala i ritardi con cui le missive di pagamento dei tributi e dei servizi (non solo comunali)  arrivano ai destinatari, nelle prossimità delle scadenze o addirittura già scadute. Sono numerosi, infatti, i casi segnalati formalmente all’URP del Comune di Camaiore e che spesso espongono i cittadini alle conseguenze negative quali interessi, more e distacchi, senza che essi siano in alcun modo salvaguardati. La diffida si aggiunge alla contestazione già inviata dal Comune di Camaiore a Poste Italiane per il ritardo con cui è stato consegnato nelle case dei camaioresi il periodico comunale programmato per il periodo natalizio, ma consegnato in molti casi addirittura nel periodo successivo al 6 gennaio. Il Sindaco Del Dotto sottolinea con questa lettera, inoltre, come i disservizi segnalati vadano in contrasto con i valori basilari della Costituzione e con le più elementari regole di funzionamento dei servizi pubblici essenziali dei quali il servizio postale fa parte e di come l’inefficienza del servizio violi i basilari diritti dei cittadini.

“In questo periodo mi sono arrivate tantissime segnalazioni da parte di cittadini e aziende a cui si uniscono le problematiche che abbiamo registrato internamente con la consegna del periodico comunale. Il tema dei servizi pubblici deve tornare ad essere centrale per la politica, richiamando un comportamento responsabile da parte di chi li svolge per proprio statuto”, il commento del Sindaco Del Dotto.