Si è tenuta, nella serata di mercoledì 13 novembre, l’Assemblea di Zona 1 che aveva all’ordine del giorno la discussione del progetto di riqualificazione di piazza XXIX maggio.

L’assemblea ha concluso un lungo percorso partecipativo, raccogliendo istanze e osservazioni che confluiranno, se accoglibili, nel progetto esecutivo, ultimo atto propedeutico alla procedura della gara d’appalto.

Nella fase di progettazione preliminare, nel giugno 2018, si erano già tenute una prima assemblea di zona e due incontri con i commercianti per discutere delle prospettive dell’area. Successivamente si è aperta la lunga fase istruttoria che ha visto un profondo iter conoscitivo della storia della piazza che ha coinvolto anche la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Lucca e Massa Carrara in collaborazione con la Dottoressa Marzia Bonato dell’Ufficio Musei del Comune di Camaiore, lo storico Luca Santini, i progettisti e la responsabile del procedimento Architetto Manuela Riccomini. Da questo studio è nata l’idea progettuale di recuperare l’antica disposizione a quadri della pavimentazione che comunque manterrà un passaggio carrabile.

Infine, a cavallo dell’approvazione del progetto definitivo, un atto tecnico necessario per la stipula del mutuo, sono stati riconvocati, con specifici appuntamenti, consiglieri comunali e forze politiche di maggioranza, portatori d’interesse e di nuovo il Centro Commerciale Naturale Città di Camaiore, per un totale di oltre 20 ore di incontri spalmati su 7 incontri pubblici tra 2018 e 2019 e altrettante riunioni interlocutorie con le delegazioni e le rappresentanze di categoria.

Tanti gli interventi che si sono succeduti in particolare sulle prospettive di sviluppo del centro storico della città, sulla rete di parcheggi che vedrà, già prima dell’inizio dei lavori sulla piazza, l’ampliamento dell’area di sosta al Palasport con oltre 40 stalli gratuiti a supporto della rete commerciale e di servizi presenti nella zona. La discussione ha inoltre approfondito la tematica dei materiali che saranno utilizzati (nel dettaglio sarà usata la pietra di Matraia, in continuità con via Vittorio Emanuele) e la valorizzazione delle antiche mura del castello di Camaiore, presenti sotto il piano stradale.

Venerdì 25 ottobre si è tenuta la seconda delle assemblee territoriali sul nuovo Piano Operativo. Nell'occasione sono state presentate le scelte più significative per Capezzano Pianore, Monteggiori, Santa Lucia e La Culla. Su Capezzano Pianore è stata confermata la scelta strategica di considerarla, come già fatto in sede di Piano Strutturale, come una vera e propria città. Ciò significa dotare Capezzano di più spazi e servizi pubblici e di nuove funzioni. Di qui la scelta di:

  • in seguito alla realizzazione di tre grandi parcheggi in zone adiacenti, promuovere la pedonalizzazione di piazza degli Alpini;
  • pedonalizzare la piazza Romboni garantendo che i posti auto persi possano essere ricavati in adiacenza alla via Acquarella;
  • acquisire al patrimonio pubblico l'area archeologica dell'Acquarella, collegandola con proposte di perequazione urbanistica in altre zone al fine di realizzare un parco tematico e valorizzare finalmente i resti della fattoria romana;
  • consentire il cambio di destinazione d'uso di Villa Le Pianore, per permettere l’insediamento di una struttura turistico - ricettiva di pregio, valorizzando l’edificio storico e il parco con opportune forme di convenzionamento con il Comune che ne garantiscano un utilizzo anche pubblico;
  • una nuova strada di collegamento tra la Villa Le Pianore, le attrezzature sportive e la SR439 Sarzanese, implementando le funzioni sportive con la realizzazione di una nuova struttura polivalente;
  • la realizzazione di un nuovo parco pubblico nel tessuto edificato di Capezzano Pianore.

Altra sfida è la progettazione della via Italica come asse di collegamento non solo carrabile ma anche per la mobilità debole, realizzando una pista ciclabile in sede propria nei tratti in cui è possibile e lavorando sulla pavimentazione e dell'arredo urbano laddove la soluzione sia far convivere macchine e biciclette, il tutto realizzando nuovi parcheggi. In questo contesto verranno migliorati i collegamenti con la stazione da valorizzare come polo di scambio auto/bici.

A Monteggiori, La Culla e Santa Lucia è prevista la realizzazione di nuove aree di sosta, la valorizzazione dei sentieri e dei percorsi ciclabili e pedonali, in connessione anche con la valorizzazione del patrimonio della Via Francigena.

Durante il dibattito si è anche parlato della necessità di valorizzare il mercato ortofrutticolo e l'attività imprenditoriale agricola anche aiutando forme di integrazione del reddito di tipo turistico ricettivo, assieme alla necessità di dare risposte alle famiglie attraverso ampi spazi di intervento sull'edificato residenziale esistente.

Nel corso dell'Assemblea il Garante di zona Giuseppe Maggiorelli ha presentato un documento, elaborato da molti cittadini, fatto di proposte e idee, la maggior parte delle quali già recepite in sede di elaborazione del Piano Strutturale e Operativo. Il documento sarà un utile contributo per l'Amministrazione comunale alle scelte di pianificazione territoriale.

“Rivitalizzare Gombitelli come un museo all’aperto” è il titolo del seminario di progettazione architettonica e paesaggistica che si svolgerà dal 16 al 21 settembre, con sopralluogo in paese previsto per martedì 17 settembre.

Il seminario, organizzato dal DIDA - Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze nell’ambito dell’accordo culturale e scientifico con il Department of Architecture and Architectural Engineering di Kagoshima University, Giappone (Professori responsabili Andrea Innocenzo Volpe e Toru Ajisaka) ha ottenuto il patrocinio del Comune di Camaiore e verrà svolto con la collaborazione della Dott.ssa Marzia Bonato dell’Ufficio Musei e del Consigliere comunale Iacopo Menchetti, del Comitato paesano di Gombitelli, di Luca Santini (Uffico Cultura), di Chiara Pellegrini (Ufficio Lavori Pubblici) e di Cristiano Bartelloni (Ufficio Stampa) nell’ambito del progetto “E sem a Gombetea”, progetto per un percorso di sviluppo locale nell’identità di un paese singolare, proposto dall’Amministrazione Comunale che recentemente ha trovato un prezioso sostegno economico dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Martedì 17 settembre dieci studenti di architettura italiani e giapponesi, accompagnati da Professori e Tutors, si cimenteranno in una serie di rilievi e misurazioni degli angoli più pittoreschi del paese scelti per esporre gli antichi strumenti usati dai fabbri locali e accuratamente conservati nel corso degli anni dagli abitanti del paese.

In congruenza col progetto di valorizzazione “E sem a Gombetea”, che prevede di trasformare Gombitelli in una sorta di museo all’aperto che custodisca e preservi per le generazioni future la sua particolare storia di borgo di fabbri provetti e di ferriere poste in continuità con le abitazioni, gli studenti elaboreranno presso il Dipartimento di Architettura una serie di proposte progettuali di allestimento degli antichi strumenti di lavoro nell’auspicabile prospettiva di una Gombitelli riconfigurata come “porta di ingresso principale” di un futuro Ecomuseo dei paesi e del territorio dell’alta Val Freddana sito nel Comune di Camaiore.

Il seminario si inserisce nella serie di iniziative e analoghe ricerche portate avanti nel corso di questi anni fra Italia e Giappone dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze e il Department of Architecture and Architectural Engineering dell’Università di Kagoshima.

Anche nel Paese del Sol Levante si assiste infatti a un progressivo spopolamento e impoverimento economico e culturale degli antichi villaggi che punteggiano le campagne e i territori collinari. Seppur in contesti completamente diversi, medesime sono infatti le problematiche:

  • Come salvaguardare un patrimonio culturale, architettonico, economico e sociale da alle inesorabili dinamiche che drenano linfa vitale dai borghi e dai villaggi delle Province a vantaggio delle metropoli e delle grandi città?
  • Come incentivare un turismo sostenibile che consenta di mantenere vivo e operativo il tessuto sociale che risiede e opera in questi remoti insediamenti?
  • Come preservare l’identità di un luogo senza stravolgerne i caratteri storici, etnografici e paesaggistici?

Temi generali che a Gombitelli, paese singolare per eccellenza, vista la sua storia, il suo paesaggio, il suo status di isola linguistica, le sue potenzialità legate ad un turismo enogastronomico in virtù dell’alta qualità dei suoi salumi- possono trovare un fecondo momento di confronto, scambio didattico e proposta operativa che auspichiamo sia di effettivo ausilio per il progetto di valorizzazione promosso dall’Amministrazione Comunale.

Nell’ambito del processo di formazione del Nuovo Piano Operativo, il Comune di Camaiore organizza un ciclo di incontri con la cittadinanza per approfondire le tematiche dello strumento urbanistico che sarà approvato nei prossimi mesi e accogliere spunti e suggerimenti preziosi da parte di chi vive quotidianamente le varie zone del territorio. Il calendario prevede cinque appuntamenti in cui verranno suddivise le assemblee di zona. Si parte venerdì 18 ottobre, alle ore 18.00 presso la Sala della Pro Loco di Marignana (via Don Alfredo Alessandrini, 74) per le zone 4 e 5 (Marignana, Pieve, Nocchi, Torcigliano e Pontemazzori). Venerdì 25 ottobre alle ore 21.00 spazio per l’Assemblea di Zona 3 (Capezzano Pianore, Monteggiori, Santa Lucia e La Culla): l’incontro si terrà presso la sede della Misericordia di Capezzano Pianore. Lunedì 28 ottobre appuntamento per le zone 1 e 2 (Camaiore, Pedona, Lombrici, Greppolungo, Casoli, Metato e Vado): la convocazione è fissata per le ore 21.00 presso il Cinema Borsalino (Piazzetta Paolina Maggi, 8). L’ incontro successivo sarà dedicato alle Seimiglia, assemblea di zona 6, per le frazioni di Montemagno, Valpromaro, Santa Maria Albiano, Fibbialla, Fibbiano Montanino, Gombitelli, Orbicciano e Migliano. La convocazione è fissata per giovedì 31 ottobre alle ore 21.00 presso la Biblioteca di Orbicciano (Centro Civico delle Seimiglia). Ultimo appuntamento per le zone 7 e 8 (Lido di Camaiore) con incontro fissato per lunedì 4 novembre alle ore 21.00 presso la sede della Croce Verde di Lido di Camaiore (via Fratelli Rosselli, 2).

Si auspica la più ampia partecipazione da parte dei cittadini per un momento di scambio e confronto di altissimo valore per le future scelte urbanistiche. Per eventuali informazioni si prega di rivolgersi al Garante dell’informazione e partecipazione e all’UO Pianificazione Territoriale scrivendo agli indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A partire da lunedì 16 settembre i servizi degli uffici Edilizia Privata e Pubblica rispetteranno i seguenti orari di apertura al pubblico:

  • Front office ufficio tecnico: il personale dell’area tecnica riceve il pubblico il lunedì mattina dalle ore 9.00 alle ore 11.00 (con esclusione delle pratiche già presentate)
  • Ricevimento su appuntamento: il personale  dell’area tecnica riceve il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 su appuntamento esclusivamente per le pratiche in corso assegnate a ciascun istruttore
  • Front office ufficio amministrativo: il personale dell’area amministrativa riceve il pubblico il venerdì mattina dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
  • Accesso agli Atti Amministrativi: l’accesso agli atti amministrativi relativo a pratiche edilizie conservate presso l’archivio dell’ufficio Edilizia Privata viene effettuato dal personale incaricato su appuntamento il venerdì dalle ore 9.00 alle ore  13.00.

Il personale dell’area tecnica e dell’area amministrativa in servizio agli uffici Edilizia Privata e Pubblica potrà essere contattato telefonicamente per informazioni, chiarimenti, accesso agli atti e prenotazione appuntamenti nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore  11.00 alle ore 13.00.

Ufficio informazioni turistiche Orario di apertura
Toggle Bar