Durante la prossima settimana partiranno i lavori nella frazione di Montemagno per la riqualificazione dell’area circostante il leccio. Nella notte tra il 16 e il 17 novembre 2019, a causa del maltempo, il secolare leccio che caratterizzava la frazione collinare del comune di Camaiore cadeva generando un principio di dissesto nella zona iniziale della omonima strada che conduce alle località di Ricetro, Le Capanne, Ortomaggiore. Qualche giorno dopo gli eventi la comunità di Montemagno, molto legata al secolare leccio in quanto elemento emotivo e rappresentativo di tutti i paesani, organizzò un’assemblea pubblica molto partecipata che iniziò ad avanzare le prime proposte per la valorizzazione del luogo e della memoria del leccio. Il comitato composto da una rappresentanza di cittadini ha iniziato ad occuparsi delle volontà emerse dalla comunità e rappresentate dal Comune.

Il gruppo di lavoro, che ha visto impegnati paesani ed amministrazione, ha garantito la possibilità di conservare una parte del legno del maestoso albero, e si è concentrata sulla possibilità di sviluppare una proposta progettuale di valorizzazione di un'area fortemente simbolica per Montemagno e per tutta la comunità di Camaiore.

Tenuto conto del piccolo spazio a disposizione, delle interferenze stradali, della forte acclività del pendio (tutto di proprietà privata) e della presenza della via Francigena, l'Amministrazione comunale ha proposta la realizzazione di un belvedere di ridotto ingombro, che si sviluppa in corrispondenza dell'affaccio sulla conca di Camaiore dove si innalzava il leccio.

L'intervento nel suo complesso prevede anche una riqualificazione della viabilità ed in particolare di via del Leccio, che in una prima fase vedrà la risagomatura dell'intersezione con via Carlo Magno e l'istituzione del senso unico nel solo tratto iniziale e successivamente l'asfaltatura del tratto in salita.

I lavori che interessano la realizzazione del belvedere riguardano la messa in sicurezza del dissesto che ha interessato il muro di contenimento, che verrà ricostruito con una fondazione in micropali. A livello stradale verrà creata un'area pedonale che vedrà tra l'altro la collocazione della statua di Giorgio Gaber.

È prevista anche la realizzazione di un ricordo del noto “Leccio” - a cui erano molto legati i cittadini della zona - e il posizionamento di un binocolo panoramico per far apprezzare la visuale della piana di Camaiore.

I lavori e l'attrezzatura dell'area, del costo complessivo di 80.000€, si svilupperanno per circa un mese e in questa prima fase interesseranno la realizzazione del belvedere e la risagomatura dell'intersezione.

“È un progetto a cui tengo molto - afferma l’Assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pierucci - perché so quanto la comunità di Montemagno tenesse al leccio secolare e perché consente un miglioramento della viabilità nella zona. Inoltre il posizionamento del binocolo panoramico e la sistemazione della statua di Giorgio Gaber può dare alla frazione una maggiore attrattività da un punti di vista turistico e paesaggistico. Ringrazio i cittadini di Montemagno che si sono attivati nell’ambito della collaborazione progettuale”.

Tourist information office Opening times
Toggle Bar