Lunedì 30 novembre partirà finalmente il cantiere di asfaltatura di via Italica nel tratto tra le rotatorie con la SR439 Sarzanese e SP1 Francigena. Il fondo della strada si era particolarmente degradato negli ultimi mesi a causa del carico di traffico che la bisettrice aveva dovuto sopportare per i lavori in località Ponte di Sasso. L'investimento globale da parte del Comune di Camaiore è di circa trecentomila euro compreso l'intervento già realizzato tra via Trieste e la SS1 Aurelia e il prossimo, in programma nella primavera 2021, tra il ponte dell'autostrada e il mercato ortofrutticolo.

Per permettere l'esecuzione dei lavori, sarà istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico o movieri. Si consiglia di utilizzare anche la viabilità alternativa della SP1 Francigena al fine di limitare i disagi.

Per permettere l’esecuzione dei lavori di manutenzione al ponte autostradale che la attraversa, via Arginvecchio rimarrà chiusa al traffico dalle ore 9.00 alle ore 20.00 di giovedì 26 novembre 2020. Il tratto interessata dalla chiusura è compreso tra via Macchia Monteggiorini e via della Libertà escluse. In caso di condizioni meteo avverse, l’esecuzione dei lavori e i relativi provvedimenti di chiusura saranno spostati a venerdì 27 novembre con i medesimi orari.

I lavori di asfaltatura di via Italica a Capezzano Pianore, nel tratto compreso tra le rotatorie con via SR439 Sarzanese e SP1 Provinciale, subiranno un ulteriore rinvio a causa del ritardo accumulato nel completamento del cantiere del gestore idrico integrato iniziato ormai a fine agosto. Il via definitivo sarà quindi dato lunedì 23 novembre 2020.

“Siamo molto preoccupati perché a causa di questi continui rinvii dovuti al cantiere di Gaia, l’inizio dei lavori di riqualificazione del manto stradale è fissato in un periodo dell’anno in cui le temperature potrebbero non consentirci di lavorare in modo ottimale rispetto a un mese fa - il commento dell’Assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pierucci - Chiediamo quindi al gestore di chiudere rapidamente il proprio cantiere e non perdere ulteriore tempo prezioso”.

Il fondo della via Italica si era particolarmente degradato negli ultimi mesi a causa del carico di traffico che la bisettrice aveva dovuto sopportare per i lavori in località Ponte di Sasso. L’investimento globale da parte del Comune di Camaiore è di circa trecentomila euro compreso l’intervento già realizzato tra via Trieste e la SS1 Aurelia e il prossimo, in programma nella primavera 2021, tra il ponte dell’autostrada e il mercato ortofrutticolo.

Nonostante la riasfaltatura di quella parte di strada sia un onere di Gaia - perché si tratta di una manomissione - il Comune ha deciso di intervenire direttamente considerata l’importanza di quell’arteria di traffico, inserendo sotto il manto stradale una particolare membrana che consentirà una vita più lunga all’asfalto, preservando così la sua integrità nel tempo. Ci aspettiamo quindi uno sforzo in più da parte del gestore nell’ambito di un rapporto di fattiva collaborazione tra enti pubblici”, le parole di Pierucci.

Mercoledì 18 novembre sono inoltre in partenza i lavori per il primo lotto di riqualificazione di via Adua a Lido di Camaiore che prevedono il rifacimento del marciapiede con adeguamento per i diversamente abili e della pavimentazione stradale, l’intervento sulle alberature e sul sistema di raccolta delle acque reflue e la ridefinizione degli incroci con via Roma Capitale per dissuadere alla sosta selvaggia.

Nella strategia dell'Amministrazione Comunale per il miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti sul territorio e del rispetto dell'ambiente, riveste particolare importanza la sinergia tra Settore Ambiente e Polizia Municipale che, attraverso la sezione 6 "Ambiente / Edilizia" diretta dalla Vice Comandante Francesca Orsi, ha l'obiettivo di contrastare fenomeni come l'abbandono dei rifiuti. Un comportamento da censurare che ha pesanti ricadute ambientali, economiche e sul pubblico decoro.

Il Comando PM ha intensificato i controlli sul territorio anche grazie all'ausilio di strumentazione tecnologica quale telecamere e macchine fotografiche. Nell'anno 2020 il personale impegnato in queste attività ha rilevato e contestato ben 380 violazioni per abbandono di rifiuti, 6 per abbruciamenti di residui vegetali in periodo non consentito e una per il mancato rispetto dell'ordinanza relativa al contrasto della diffusione della zanzara tigre.

Oltre alla parte prettamente amministrativa, sono state rilevate 8 violazioni penali, per abbruciamento di rifiuti (una fattispecie differente dai residui vegetali) da parte di privati e per abbandono di rifiuti da parte di imprese, casi per i quali è stato riferito alla Procura della Repubblica.

Da segnalare inoltre, una grossa operazione che è stata effettuata nel capoluogo congiuntamente ai Carabinieri Forestali della stazione di Camaiore. Su di una collina attigua al centro è stata rinvenuta una grande discarica con la presenza di veicoli, bidoni di olio, rifiuti R.A.E. e altro materiale inquinante. In virtù di quanto accertato l'area è stata sottoposta a sequestro preventivo e messa a disposizione dell'autorità giudiziaria. I responsabili sono stati denunciati ai sensi del D.L.152/2006 o meglio noto come Testo unico dell'ambiente.

 "Il lavoro svolto dalla Polizia Municipale è particolarmente delicato, ma visti i risultati mi complimento con tutto il personale per la professionalità dimostrata - le parole del Comandante Claudio Barsuglia - Non è facile garantire il controllo su di un territorio morfologicamente complesso e da tutelare per i suoi valori ambientali. Ai cittadini chiediamo di rispettare i beni comuni e di segnalarci eventuali violazioni".

ERSU S.p.A. comunica che, tutti i sabati, in orario 8:30-13:30, a far data da sabato 14 novembre e fino  al 19 dicembre 2020 sarà attivo un INFOPOINT a Camaiore, presso la palazzina ex ECA in Piazza San Bernardino da Siena, di fianco alla sede comunale, dove le Utenze Domestiche, munite di tessera sanitaria, di mascherina e rispettando le misure di sicurezza previste dal DPCM – potranno:

  • Solo per chi non avesse provveduto durante la distribuzione di maggio e giugno scorso, ritirare la seconda fornitura di sacchi
  • Attivare una nuova utenza e ritirare immediatamente e gratuitamente il kit di mastelli e la prima fornitura sacchi: in questo caso sarà necessario presentare copia della Tessera Sanitaria dell’intestatario TARI, la bolletta TARI o il numero di protocollo rilasciato dall’Ufficio Tributi
  • Acquistare sacchi e mastelli
  • Attivare il servizio gratuito di ritiro pannoloni
  • Attivare il servizio gratuito di ritiro olio alimentare esausto e ritirare la relativa tanica
  • Prenotare il servizio gratuito di ritiro Ingombranti generici e Ingombranti RAEE
  • Attivare il servizio di ritiro domiciliare a pagamento della frazione VERDE.

ERSU comunica altresì che il servizio non prevede la distribuzione della fornitura di sacchi per l’anno 2021, che verrà effettuata con l’attivazione di  successivo Infopoint dopo il 20 dicembre 2020, di cui sarà data relativa comunicazione sul sito aziendale, su Facebook e sui quotidiani locali, a tempo debito.

Tourist information office Opening times
Toggle Bar