Ci siamo. Ieri sera il Consiglio Comunale ha votato l’approvazione definitiva del nuovo Piano Operativo, che finalmente si avvia alla conclusione del suo iter con la ratifica delle ultime considerazioni, discusse e concordate con la Regione Toscana e la Soprintendenza, in sede di Conferenza Paesaggistica, ultimo step fondamentale nella stesura degli strumenti urbanistici comunali.

Si concludono quindi due anni di intenso lavoro e di ampia discussione, nel solco di un serrato confronto sia interno, ovvero nella Commissione Consiliare preposta, che esterno, con le riunioni insieme alla comunità e la presentazione delle osservazioni (632 in tutto) da parte dei cittadini.

Il passaggio di ratifica approdato in Consiglio Comunale è la verifica del risultato finale ottenuto con il P.O., che ne assicura la compatibilità con il Piano Paesaggistico Regionale.

“È stato fatto davvero un bel lavoro e dobbiamo andarne fieri - dichiara l’Assessore alla Pianificazione del Territorio Iacopo Menchetti -. Il nostro P.O. è stato preso a modello come un Piano ben riuscito, uno dei primi dopo la riforma, sia in merito al metodo di formazione che per la correttezza dei contenuti. La Conferenza Paesaggistica ha confermato la bontà del percorso di rinnovo degli strumenti di pianificazione di Camaiore e, in quest’ultimo passaggio, ci ha chiesto di intervenire su aspetti puntuali relativi alle interferenze paesaggistiche: in particolare, ha imposto un limite all'altezza degli edifici sulla costa del Lido, tutelandone lo skyline attuale e tenendo conto del vincolo paesaggistico in essere sull’area, oltre al mantenimento, chiesto da noi, della disciplina sull'esistente del Piano Utilizzo Arenili, che, dopo l'adeguamento dei piani urbanistici generali, attende di essere aggiornato al pari degli altri piani particolareggiati su cui ci dovremo concentrare."

Le direttrici fondamentali nella stesura del Piano sono state tracciate con la volontà di limitare il consumo di suolo, con nuova edificazione solo nella direzione della sostenibilità ambientale, del miglioramento degli standard qualitativi della città e dell’ampliamento delle aree verdi, insieme al riuso del patrimonio edilizio esistente e la rigenerazione urbana, con particolare attenzione al miglioramento della qualità degli edifici.

Uno degli strumenti più importanti sarà quello della perequazione ovvero la realizzazione di opere pubbliche in cambio della realizzazione di interventi edilizi anche pubblici, aiutando così il Comune a realizzare progetti strategici per la città.

Tra gli interventi più importanti previsti, da ricordare:

(Lido di Camaiore)
- l’acquisizione al patrimonio del Comune del parco di Villa Luporini;
- il collegamento verde dell’area del Magazzeno fino al Parco Pitagora;
- la valorizzazione del lungo fosso per collegare il Magazzeno fino alla via Italica;
- la salvaguardia di due vuoti urbani che si affacciano sulla Passeggiata di Lido di Camaiore, dall’ex-Arlecchino in poi, che sono l’area situata all’incrocio tra via del Secco e viale Pistelli e l’area ex go-kart;
- la valorizzazione e l’ampliamento del Parco denominato “Benelli”, con il recupero dell’ex-fattoria in ottica conservativa;

(Capezzano Pianore)
- l’acquisizione, in parte anche legata a un’operazione di compensazione urbanistica, dell’area dell’Acquarella, dove sono situati i resti della fattoria romana;
- l’uso pubblico della Villa Cavanis e del suo parco, con una funzione di interesse pubblico che sarà convenzionata con il Comune;

(Camaiore)
- un grande parco lungo il fiume, il già ribattezzato “Parco Fluviale”;
- un altro grande parco con la valorizzazione dell’ex Fornace Dati;
- la valorizzazione verde di tutta la parte tra via Radicchi e le attrezzature sportive di via Fonda;
- l’apertura di un nuovo giardino murato in via Tabarrani;
- un nuovo parco di fronte al supermercato Sigma;
- un percorso verde tra la Badia e il Prado, per collegare definitivamente quel valore monumentale che è la Chiesa de La Badia con il centro di Camaiore.
 

(Frazioni)

- previsioni di opere pubbliche a servizio dei centri storici e dei paesi, con le nuove aree a parcheggio o le aree di rigenerazione.


Il Piano operativo avrà un ultimo passaggio prettamente formale e già concordato nell'ultima seduta della Conferenza Paesaggistica, prevista per il 9 agosto. Successivamente, sarà pubblicato sul BURT (Bollettino Ufficiale Regione Toscana) verosimilmente entro il 15 agosto per i trenta giorni di pubblicazione di routine, per poi arrivare alla completa efficacia prevista, appunto, per la metà di settembre.

“Finalmente il nostro Comune si dota di questo strumento importantissimo per la gestione e la pianificazione del territorio - commenta il Sindaco Marcello Pierucci -. Il nuovo P.O. sblocca tantissime opere pubbliche necessarie, come parcheggi, ampliamenti o cambi di destinazione d’uso. È ciò che ci permette di progettare con certezza la Camaiore del futuro e siamo orgogliosi di averne portato a termine la stesura in tempi brevi e con un ottimo ed invidiabile risultato”.

Un’agorà. Un punto di incontro tra lo spirito moderno e pulsante di Camaiore e la sua storia, dove le varie anime della città si manifestano e aprono le porte della cultura e del commercio a cittadini e visitatori. Questa è la nuova Piazza XXIX Maggio, inaugurata ufficialmente domenica 29 maggio con l’evento FranciKids, la camminata dedicata ai bambini e alle famiglie e organizzata da Sei Versilia.

Iniziati nel gennaio 2021, i lavori di riqualificazione appena terminati regalano alla cittadinanza e al futuro di Camaiore un luogo di ritrovo dove bambini e ragazzi potranno liberamente correre e giocare durante le ore serali, nei momenti in cui sarà consentito soltanto l’accesso pedonale. Mercati e fiere inoltre troveranno un nuovo spazio pubblico dove potersi collocare. Un progetto nato e pensato per riunirsi e incontrarsi ai tavoli delle numerose attività che vi si affacciano, assaporando le prelibatezze che le attività di ristorazione offrono e partecipando agli eventi che saranno accolti in questo magnifico scorcio camaiorese. Ma la nuova Piazza XXIX Maggio è anche altro. È un’occasione per rimarcare la storia di Camaiore, grazie all’esposizione, la riqualificazione e la valorizzazione delle antiche mura medievali che circondavano il centro storico e che sono state rinvenute durante gli scavi archeologici e recuperate con un lavoro minuzioso. 

Entrando nello specifico dell’intervento, i 3.000 mq di nuova pavimentazione in pietra Matraia sono la base dell’azione di riqualificazione, ai quali vanno aggiunti circa 400 mq di nuovo asfalto natura steso nel tratto di via XX Settembre - via Cesare Battisti, ai piedi del Palazzo Littorio. La pavimentazione è stata realizzata con l’intento di valorizzare il tracciato della mura antiche, evidenziando la separazione tra la zona di contiguità al Centro Storico della città murata e la restante parte della piazza esterna alle mura castellane, attraverso una trama di posa regolare. Gli scavi per la realizzazione del massetto su cui posare le pietre hanno permesso inoltre la sostituzione del tratto fognario esistente ormai giunto a fine vita, come testimoniato dallo stato delle tubazioni. È stata colta l’occasione anche per installare 10 "torrette di potenza" per la distribuzione dell'alimentazione elettrica, e 5 prese d'acqua, presenti in altrettanti pozzetti, che potranno essere utilizzate dagli espositori durante le fiere e gli altri eventi che si svolgeranno in Piazza XXIX Maggio. Un intervento necessario e importante, che ha impegnato l’Amministrazione per circa 2.000.000 di euro complessivi.

“È un progetto in cui ho creduto tantissimo – commenta l’Assessore ai lavori pubblici Marcello Pierucci – per far tornare i camaioresi a vivere e socializzare. Questo spazio ospiterà il nostro mercato, le domeniche di festa, gli eventi della nostra città. Oggi Camaiore ha uno spazio ampio e aperto e tocca a noi farlo essere presente nella vita quotidiana di tutti i giorni. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno lavorato a questo progetto e che ci hanno creduto”.

“Prima era uno spazio solo per le macchine – dichiara il Sindaco Alessandro Del Dotto -, oggi invece abbiamo disegnato un luogo che mette insieme le necessità di chi lavora e quelle di chi ha cerca di aggregazione, specie dopo questi due anni difficili di pandemia. Abbiamo riscoperto l’importanza dei grandi spazi e in questi dieci anni abbiamo cercato di recuperare parchi, giardini, piazze in modo che la socialità e l’incontro diventassero la chiave principale della nostra comunità. È una grande soddisfazione per tutta la Giunta - a partire da Marcello Pierucci – che insieme a me ha sempre sostenuto l’importanza di questo progetto. Spesso ci siamo confrontati con le proposte che ci arrivavano dai progettisti e dai commercianti. Adesso la scommessa dei prossimi dieci anni si chiama Palazzo Littorio, per animare ancora di più questa nuova piazza e regalare a tutto il territorio un punto di attrazione, attività e servizio. Questo ovviamente sarà un capitolo da scrivere, che spetterà alla prossima Amministrazione e per il quale sarò personalmente a disposizione”.

Quella delle scuole Pistelli è una storia a lieto fine, che ha messo al centro dell’azione amministrativa la sicurezza dei ragazzi, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico. Oggi, a compimento di un percorso durato tre anni, è stata consegnata alla comunità la nuova palestra, che si inserisce in un progetto di totale riqualificazione e messa in sicurezza dello stabile.

Un progetto partito, appunto, nel 2019, che ha portato alla realizzazione di una nuova struttura portante per l’edificio e alla sostituzione dell’unico tetto in eternit rimasto nelle nostre scuole, passando dall’allargamento del parcheggio esterno e al rifacimento di tutte le facciate. La palestra inaugurata oggi ne rappresenta il punto di approdo. Una palestra efficiente e moderna, con riscaldamento a pavimento e con pannelli a soffitto per la modulazione della temperatura e dei rumori.

A esprimere particolare soddisfazione per l’intervento è stato il vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pierucci: “Oggi parliamo di futuro. Un passo alla volta, nell’ultimo anno, abbiamo lavorato per consegnare alla comunità una scuola nuova – racconta -. L’edificio delle Pistelli aveva grossi problemi, estetici e soprattutto statici, che avrebbero potuto mettere in pericolo tutti coloro che lo vivono quotidianamente. Abbiamo iniziato dalle questioni più importanti, legati alla sicurezza, per poi arrivare a questa palestra, di cui siamo davvero orgogliosi e che rappresenta un patrimonio da tutelare e proteggere”.

“Ringrazio moltissimo l’Amministrazione Comunale per avere portato a termine un intervento così importante, mostrando grande sensibilità verso l’istruzione, la cultura e le generazioni future – ha dichiarato il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Camaiore 1, Germano Cipolletta -. Sono un preside, abituato a ragionare per risultati: qua il risultato c’è. Con il Comune di Camaiore abbiamo un’amicizia strutturata e proficua, un vero patto di comunità nel solco della collaborazione e del sostegno, che ha portato a importanti traguardi e che perciò spero possa proseguire nel tempo”.

Cominceranno lunedì 23 maggio i lavori di nuova asfaltatura nel tratto di via Stadio compreso tra piazza XXIX Maggio e l’Agricola Angeli Angeli Marco&C. Un punto fortemente trafficato del centro storico che sarà soggetto a quest’intervento fino al 26 maggio.
Nel corso di questi giorni la porzione di strada sarà caratterizzata da un senso unico alternato dalle ore 8.00 alle ore 17.00 nei giorni di lunedì 23 e martedì 24 maggio. Il senso unico alternato sarà presente anche mercoledì 25 maggio, ma dalle 8.00 alle 14.00. Infine dalle 14.00 del 25 maggio alle 7.00 di giovedì 26 il tratto sarà completamente chiuso alla viabilità.

Sono stati definiti i prossimi lavori che Gaia S.p.A eseguirà sul territorio comunale di Camaiore. Opere necessarie per rinnovare e rendere più efficace la rete idrica che serve le abitazioni dei residenti camaioresi. Gli interventi comunicheranno nella seconda metà del mese di aprile, per terminerà indicativamente nella prima metà dell’autunno prossimo. Quattro i lavori previsti e concordati con gli uffici tecnici del Comune:

  • via Tabarrani (nel tratto compreso tra via Verdina e via Bixio);
  • via Verdina (nel tratto tra via Santa Gemma e via Sterpi);
  • via XII Agosto
  • via IV Novembre (nel tratto tra piazza XXIX Maggio alla contrada Santa Croce).

Oltre al cambio delle varie tubazioni, i lavori comporteranno il rifacimento completo delle asfaltature dei tratti di strada interessati. Un modo per riqualificare completamente le zone, aumentando decoro e sicurezza stradale.

“Grazie a questi nuovi interventi di Gaia S.p.A – commenta l’Assessore ai Lavori pubblici Marcello Pierucci – avremo una tubazione rinnovata. Inoltre questi lavori sono l’occasione per rinnovare il manto stradale su strade importante del nostro Comune, seguendo le richieste che sono state fatte dai cittadini”

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!

Segnalazioni URP:
0584986202
0584986259
Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!

Numeri Utili

Comune di Camaiore: 800 015689
Servizio Whatsapp Comune di Camaiore:
+39 328 9893221 - Iscriviti - Cancellati
Polizia Municipale: 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori: 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico:
800 234567
Numero Verde ERSU 800 942540
sitoweb: www.ersu.it
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato:
800 277332
Servizio RadioTaxi: 0584 986986


 

Touristeninformationsbüro Öffnungszeiten
Toggle Bar