Un albero ogni nuovo nato e Bonus Bebè: due iniziative per tutelare e sostenere la nuove nascite e la prima infanzia. L'Amministrazione Comunale avvia due progetti che troveranno vita e corpo a partire dal 1 gennaio 2023 e che guardano al futuro e al supporto alle famiglie del territorio.

La piantumazione di alberi avverrà secondo una norma che il Comune si è dato: una pianta al mese, rigorosamente autoctona, per un totale di 12 all’anno. Su ogni albero verrà posta una targa in legno che indicherà il mese, e perciò tutti i bambini nati in quei 30 giorni, a cui l’albero è “dedicato”. Un gesto simbolico sì, ma non solo: il significato è rivolto ai nuovi nati, ma soprattutto  all’ambiente e al decoro urbano, facilitando il continuo e necessario ricambio dei nostri polmoni verdi. I primi verranno messi a dimora nella zona di BussolaDomani in sostituzione di alcuni che, malati, dovranno essere abbattuti: si tratta, perciò, di una vera rinascita, in tutti i sensi. 

Ma non solo: l’attenzione dell’Amministrazione alla prima infanzia si concretizza anche con il nuovo Bonus Bebè, un'assoluta novità che vuole attenzionare concretamente le famiglie con nuove nascite e che verrà realizzata in collaborazione con la Pluriservizi. Un kit contenente tutto ciò che è necessario per i primi 30 giorni del neonato sarà offerto gratuitamente ai neo genitori camaioresi, a cui basterà recarsi in una delle tre Farmacie Comunali: una borsa-contenitore con salviette, creme, biberon, pannolini, sapone detergente ed un fasciatoio portatile. Tutto ciò, quindi, che può servire all’arrivo a casa dopo il parto. I prodotti sono interamente marchio Chicco. 

“Il Bonus Bebè rappresenta un primo approccio di aiuto ed assistenza alle famiglie, con una particolare rilevanza sia sociale che economica – commenta l’Amministratore Unico della Pluriservizi Riccardo Pardini . Il Bonus avrà un’importante ricaduta fattiva sulla comunità e siamo contenti di esserne parte attiva”.

“Una nascita comporta sempre una grande gioia ma anche grandi spese: è perciò nostro dovere aiutare le famiglie e assecondare sia la gioia che le spese – commenta l’Assessore ai Servizi Demografici Claudia Larini -.  La gioia troverà sfogo nei nuovi alberi messia  dimora, con la conseguente rigenerazione del nostro patrimonio verde, mentre l’aiuto per le spese vede in questo kit per la prima nascita una risposta fattiva, che simboleggia la vicinanza dell’Amministrazione ai nuclei familiari che accolgono un nuovo arrivato”.

Avere regole chiare, inclusive e che facciano funzionare la partecipazione amministrativa è una sfida decisiva per ogni governo locale. In attuazione della delibera consiliare di indirizzo dell'agosto scorso, l'Amministrazione Comunale attiva il “Cantiere della Partecipazione”, un percorso partecipativo per la raccolta delle valutazioni, delle proposte e degli esempi utili a ridefinire le regole della partecipazione territoriale.

Condividere i cambiamenti, i bisogni, le sensibilità e le priorità di una comunità e di tutte le sue componenti sociali e territoriali: questo l’obiettivo del percorso partecipativo che inizierà il prossimo 21 novembre. “Vogliamo rafforzare quello che fino ad oggi il Comune ha fatto e lo vogliamo fare fin dall'inizio, raccogliendo le proposte e suggerendo gli esempi che hanno funzionato di chi come Camaiore pensa che non ci sia sviluppo per una città senza l'inclusione e la reciprocità – commenta l’Assessore alla partecipazione Iacopo Menchetti -. Investire sull’efficacia delle forme della democrazia partecipativa non rappresenta una pratica consigliabile per l’Amministrazione ma il modo più innovativo per includere e avvicinare la comunità ai processi decisionali".

Quattro gli incontri settimanali in programma, tutti alle ore 18.00 in Municipio, presso la Sala Consiliare Pierantonio Graziani.

Si parte il 21 novembre (“La revisione del regolamento per la partecipazione”), poi il 28 (“Dieci anni di partecipazione a Camaiore”), ancora il 5 dicembre (“Cosa fanno gli altri? Buone prassi di partecipazione territoriale”) e infine il 12 (“Proposte di modifica al regolamento e tavolo della partecipazione”).

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare segnalando preventivamente la propria presenza o chiamando al numero 0584 986251 o mandando una mail all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Amleto e la rock music, torna a Camaiore lo Shakespeare Festival! Dal 14 al 20 novembre il Teatro dell’Olivo ospiterà la XVIII edizione del festival dedicato ad uno dei più importanti drammaturghi occidentali William Shakespeare. Il programma è realizzato con il sostegno ed il patrocinio del Comune di Camaiore.

Una XVII edizione che mostra la volontà della Next Artists di rivolgersi soprattutto ai giovani e alle scuole da cui è nata. Per la prima volta in cartellone infatti due matinée dedicate agli studenti: martedì 15 novembre alle 10.30 di scena la Next Artists Kids con “The Tempest” riduzione e semplificazione in chiave moderna del testo originale shakesperiano (riproposto poi alle 21.15 per tutti gli spettatori), mercoledì 16 alle 10.30 “Hamlet a man for all times” spettacolo della Next Artists accompagnati da musica rock live eseguita dalla Wav Band. “Hamlet a man for all times” di nuovo protagonista sabato 19 alle 21.15 per tutti gli spettatori e in replica domenica 20 novembre sempre alle 21.15.

Ad aprire la manifestazione lunedì 14 novembre dalle 17 alle 20 un Flashmob per le piazze di Camaiore a tema Hamlet e la musica rock.
Confermato anche per l’edizione 2022 il workshop in collaborazione con il London’s Globe un’opportunità imperdibile per gli amanti del teatro e di Shakespeare. Giovedì 17, venerdì 18 e sabato 19 novembre il practitioner del Globe Jonathan Woolf sarà sul palco insieme agli attori della Next Artist’s dalle dalle 9.30 alle 12.30 mentre dalle 15.00 alle 18.00 farà lezione ai partecipanti esterni. 

“La formazione – commenta la prof.ssa Antonella Padolecchia regista e direttrice artistica del Festival – è da sempre al centro della nostra attività, una sorta di missione. Insegnare l’amore per la lingua inglese e per il teatro, insegnare a stare sul palco ed entrare nei diversi ruoli ripaga di tutti gli sforzi. Un ringraziamento speciale a Chiara Cinquini che ha ideato e realizzato le coreografie, a Laura Bertuccelli che ha seguito con me l’organizzazione e la messa in scena degli spettacoli, a Renata Bigagli la nuova segretaria organizzativa per la sua efficacia e prontezza, ad Alessandra Giacomelli per i costumi e al maestro Lorenzo Palmerini per i preziosi consigli alla band.”

“Recitare, per di più in una lingua per tanti studenti non madre come l'inglese, rappresenta un’occasione di apertura la mondo e, se vogliamo, anche un atto di coraggio – commenta l’Assessore alla Cultura Claudia Larini -. Lo Shakespeare Festival rimane e rimarrà un appuntamento imperdibile nel panorama culturale camaiorese: un’occasione per avvicinarsi fattivamente al più grande scrittore e letterato inglese in modo moderno, avvincente e coinvolgente”.

L’Amministrazione Comunale deve procedere a urgenti interventi sul filare di tigli di via Tabarrani/via della Muretta: dovranno essere abbattuti dieci alberi che presentano rischio massimo di caduta.

Il filare storico è costituito da 37 tigli. Dopo un’approfondita relazione agronomica, seguita dal Dottor Marco Bianchi e dalla Dottoressa Claudia Canigiani e commissionata dall’Amministrazione per valutare lo stato delle piante, è tristemente emerso che 10 di questi alberi sono stati inseriti in classe di propensione al cedimento “D”, che corrisponde al livello più alto di pericolosità e ne prescrive quindi l'abbattimento. In particolare, si procederà all’abbattimento urgente di uno di questi alberi (segnato come n.33, posizionato all’incrocio tra via Tabarrani e via Badia), con l’intervento che verrà eseguito lunedì prossimo. Per gli altri 9 è in predisposizione il progetto da mandare in Soprintendenza in quanto si tratta di filare storico: è verosimile ed auspicabile che tali abbattimenti verranno eseguiti entro la fine dell’anno (dipenderà dai tempi per ricevere l’autorizzazione dall’ente preposto).

I 10 alberi che verranno abbattuti saranno sostituiti con 7 tigli (e quindi non 10) per permetterne il posizionamento con un sesto di impianto più adeguato ad un migliore sviluppo sia delle radici che della chioma, prevenendo maggiormente future complicazioni dovute alla loro stabilità. I 3 alberi “mancanti” verranno piantumati in altro luogo, comunque nel perimetro di Camaiore capoluogo. L'obiettivo è quello di provvedere gradualmente alla riqualificazione del filare in modo da conservare la prospettiva paesaggistica circostante, dato che si tratta di un elemento storico del centro di Camaiore.

Contemporaneamente, per i restanti 27 tigli (18 inseriti in classe C e 9 in classe C/D), si procederà ad una consistente potatura per cercare di abbattere i rischi esistenti dovuti alle degradazioni. 

L’Amministrazione Comunale, in ogni caso, annuncia che verrà fatto un passaggio conoscitivo con le associazioni ambientalistiche del territorio per esporre loro l’iter progettuale.

“Un intervento necessario dovuto tanto allo stato degli alberi quanto al luogo dove essi sono ubicati – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici Graziano Dalle Luche -. Il filare è prospiciente ad una viabilità molto frequentata, ad una scuola e ad un parcheggio pubblico che conta tanti posti auto. È quindi assolutamente indispensabile procedere agli abbattimenti e alle potature prescritte per minimizzare il rischio di caduta e tutelare l’incolumità pubblica”.

“È sempre triste dover abbattere alberi, soprattutto se storici e ormai inseriti nell’immaginario paesaggistico camaiorese – commenta il Sindaco Marcello Pierucci -. L’Amministrazione Comunale, però, non può permettere che esista un rischio tanto elevato e pregiudizievole per la sicurezza dei cittadini, considerando anche la frequentazione dei bambini data la presenza di una scuola nelle immediate vicinanze. È nostro dovere muoverci prima possibile per disinnescare quelle che a tutti gli effetti sono bombe ad orologeria sulla testa di tutta la comunità”.

La strettoia di via Radicchi a Camaiore presto sarà soltanto un brutto ricordo. Il nuovo Piano Operativo di Camaiore comincia a dare risposte importanti alla cittadinanza: la Giunta Comunale ha approvato in via definitiva il progetto di allargamento stradale della strettoia, tratto della via che scende da Montebello, che negli anni ha causato non pochi problemi tra ingorghi, rallentamenti nelle operazioni di soccorso e danneggiamenti a veicoli. 

Nella strettoia, la carreggiata ad oggi arriva a restringersi fino a 2,45 metri, con un fabbricato residenziale (posto sulla sinistra percorrendo la strada, che è a senso unico) non protetto da vincoli che insiste sul tratto interessato. L’intervento che verrà effettuato consisterà nell’esproprio e successiva demolizione del fabbricato, oggetto d’ingombro al transito, e la conseguente riqualificazione e allargamento della sede stradale, oltre ad un sostanziale miglioramento del sistema di raccolta delle acque piovane ed altri piccoli lavori di perfezionamento.

A seguito dell’intervento, la nuova carreggiata, nel suo punto più stretto, passerà dagli attuali 2,50 metri a circa 4 metri,  La difficoltosa e problematica strettoia lascerà spazio ad una viabilità molto più scorrevole, percorribile in facilità e sicurezza.

Il progetto è curato dal responsabile del procedimento Geom. Davide Dini, dal Geometra Stefano Francesconi (direttore dei lavori) e dall’Architetto Giulia Francesconi (parte grafica).

I lavori, che verranno seguiti dall’Assessore ai Lavori Pubblici Graziano Dalle Luche, saranno realizzati in un unico lotto, con un investimento pari a 137 mila euro.

“Un intervento fondamentale per la vivibilità della zona: si tratta di una viabilità molto utilizzata e di raccordo con tante delle nostre realtà collinari – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici Graziano Dalle Luche -. Ci prepariamo ad accogliere un intervento cruciale che darà risposte importanti a tutta la comunità: un investimento relativamente piccolo per risolvere un grande disagio”. 

“Abbiamo spesso detto che l’entrata in vigore del nuovo Piano Operativo avrebbe spalancato le porte per lavori cruciali per il nostro territorio: questa, in piccolo, ne è la prova – dichiara il Sindaco Marcello Pierucci . La strettoia di via Radicchi rappresenta un problema storico, che esiste da decenni e che ha sempre portato disagio e pericolosità. Con questo intervento, risolviamo questa problematica una volta per tutte, rispondendo alle esigenze della popolazione”.

Subcategories

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Segnalazioni URP:
0584986202
0584986259
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Numeri Utili

Comune di Camaiore: 800 015689
Servizio Whatsapp Comune di Camaiore:
+39 328 9893221 - Iscriviti - Cancellati
Polizia Municipale: 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori: 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico:
800 234567
Numero Verde ERSU 800 942540
sitoweb: www.ersu.it
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato:
800 277332
Servizio RadioTaxi: 0584 986986


 

Tourist information office Opening times
Toggle Bar