La Corsa dei Due Mari per la prima volta nella sua storia si disputerà da lunedì a domenica. L’unica cronometro, individuale, si svolgerà sulla Riviera della Versilia, nella prima tappa, con partenza e arrivo a Lido di Camaiore mentre la frazione conclusiva a San Benedetto del Tronto sarà adatta ai velocisti. Nel mezzo due tappe adatte ai velocisti ma che si prestano anche a colpi di mano, una tappa per finisseur con arrivo sullo strappo di Bellante, la tradizionale tappa dei Muri nelle Marche da Sefro a Fermo e una tappa di Montagna (da scalare due volte il Monte Carpegna).

57° edizione Tirreno-Adriatico: il percorso

Novità e tradizione si mescolano nella 57^ edizione della Tirreno-Adriatico Eolo - in programma da lunedì 7 marzo a domenica 13 - presentata oggi nella sede della Regione Marche ad Ancona. Un cocktail di tappe adatte alle caratteristiche di ogni tipo di atleta, dai cronoman ai velocisti, dai finisseur agli scalatori. Si apre con una cronometro individuale e si chiude con un arrivo per velocisti.

Tappa n. 1 Lido di Camaiore (cronometro individuale), 13.9 KM

Cronometro individuale composta da una due settori praticamente rettilinei che si corrono in andata e ritorno sulla medesima carreggiata intervallati da un “giro di boa” un po’ più complesso e articolato. Percorso rettilineo per 5.6 km fino alla svolta di Forte dei Marmi dove viene rilevato il tempo intermedio. Quindi percorso con carreggiata ristretta e con due curve ad angolo retto (verso sinistra) che a 7.7 km dall’arrivo riportano sul lungomare di Forte dei Marmi per ritornare al Lido di Camaiore. Ultimi km Gli ultimi 3 chilometri sono pianeggianti in direzione sud costituiti da un lungo rettilineo che ai 1200 m dall’arrivo presenta l’unica “difficoltà” costituita da una S destra sinistra con carreggiata ristretta che immette sul rettilineo finale di 1 km. Arrivo su asfalto larghezza 6.5 m.

 

 

 

Tappa n. 2 – Camaiore – Sovicille, 219 KM

Tappa mossa e articolata specialmente nella seconda parte. Partenza da Camaiore e attraverso la pianura Pisana si raggiunge Volterra toccando Pisa, Ponsacco e Lajatico. Si entra poi nel Senese con una serie di saliscendi più o meno impegnativi fino a raggiungere la Colonna di Montarrenti dove inizia una sorta di circuito. Si passa da Rosia e dopo un breve tratto della ss.223 si scala la salita de La Pineta prima di transitare a Monticiano e raggiungere la piana di San Galgano. Nuova scalata fino a Chiusdino e quindi ancora una breve salita (Frosini) per ritornare alla Colonna di Montarrenti. Nuovo passaggio da Rosia e finale pianeggiante. Ultimi km Ultimi km praticamente piatti. Leggera discesa all’inizio e leggera ascesa nel finale. Ultima curva a circa 3 km dall’arrivo. Arrivo su asfalto, carreggiata di 7 m.

 

 

 

Mauro Vegni, Direttore Area Ciclismo di RCS Sport ha detto: "Finalmente dopo molti anni la Tirreno Adriatico si concluderà in un giorno festivo, domenica 13 marzo, anziché in di martedì come successo nel recente passato. Nuove località e nuovi sponsor hanno deciso di legarsi alla corsa e questo ci dice della bontà del progetto. Come da tradizione il campo
dei partenti sarà di primissimo livello. Dai loro ritiri hanno già confermato la loro partecipazione corridori del calibro di Pogacar – vincitore della passata edizione – Alaphilippe, Campione del Mondo in carica; la giovane promessa Evenepoel e il nostro Vincenzo Nibali. Sono certo che ci siano tutti gli ingredienti per vivere una corsa spettacolare e molto combattuta che mostrerà al mondo anche luoghi e scenari unici nel suo genere".

Stefano Allocchio, Direttore di Corsa Ciclismo RCS Sport ha dichiarato: "Abbiamo disegnato una corsa equilibrata che rispondesse alle caratteristiche di ogni tipo di corridore e apportato dei cambiamenti sulla struttura della corsa mettendo la cronometro individuale al primo giorno e non l’ultimo. Abbiamo anche deciso di proporre una tappa dura di montagna – con la doppia scalata del Carpegna – ma senza l’arrivo in salita mantenendo però la tradizionale Tappa dei Muri, nell’entroterra marchigiano, oltre all’arrivo sullo strappo di Bellante - con partenza spettacolare dalla Cascata delle Marmore - adatto ai finisseur. Non abbiamo dimenticato i velocisti ai quali sono dedicate tre tappe Sovicille, Terni e San Benedetto del Tronto. Il percorso toccherà quattro Regioni – Toscana, Umbria, Abruzzo e Marche – con diverse peculiarità che daranno lustro anche quest’anno alla Corsa dei Due Mari".

“Nel solco della storia vissuta con il Gran premio Città di Camaiore – commenta il Sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto – ospitare nuovamente la tappa inaugurale della Tirreno-Adriatico, una delle corse più importanti del mondo, è per noi un onore e un'enorme opportunità. Questa manifestazione conferma la tradizione ciclistica di Camaiore e rappresenta una grande occasione per accrescere la visibilità internazionale, per Camaiore e per la Versilia tutta. Una boccata d’ossigeno nella nostra quotidianità, lasciando un segno di Speranza nella nostra quotidianità ancora afflitta dalla pandemia”

Daniele Bennati, CT della Nazionale Italiana di Ciclismo, ha commentato: “Una bella Tirreno – Adriatico, con un tuffo nel passato. Mi sembra di rivedere una delle mie prime edizioni da pro’ con l’arrivo dell’ultima tappa a San Benedetto del Tronto in volata. Un percorso molto equilibrato con tappe miste, arrivi per velocisti e tappe impegnative come quella con la doppia scalata al Carpegna. Questa frazione sarà sicuramente decisiva per la classifica generale e avrà anche un significato particolare perché sono le strade dove si allenava Marco Pantani. Anche se è ad inizio stagione questa è una gara che dà già
tantissime indicazioni. La seguirò molto da vicino in ottica appuntamenti futuri della Nazionale.”

Cordiano Dagnoni, Presidente FCI, ha commentato: “La Tirreno Adriatico è uno degli eventi con il maggior tasso tecnico. Al via ci sono sempre i più grandi campioni e di fatto è un banco di prova importante in vista della Milano Sanremo. Si iniziano a vedere i valori dopo un inverno di preparazione. Nel 2021 ero sul traguardo della crono finale. Un bellissimo evento che ha visto gareggiare gli Junior sullo stesso percorso dei professionisti. A vincere Samuele Bonetto che poi ha vinto Campionati Europei e Mondiali su pista. Una bella coincidenza ed un fatto che voglio sottolineare”.

Venerdì 14 gennaio, alle ore 16,30 presso il Museo di Arte Sacra di Camaiore, sarà presentato il volume "Il San Giovannino giacente di Caravaggio“.

I relatori che interverranno all'incontro sono il Dott. Francesco Moretti, coordinatore scientifico del Museo del Parco di Portofino, il Prof. Pierluigi Carofano, storico dell’arte e la Prof.ssa Roberta Lapucci, storica dell’arte e capo dipartimento di restauro presso Istituto Lorenzo de Medici di Firenze. L'edizione si avvale di esaustivi testi di Francesca Beconcini, Pierluigi Carofano, Roberta Lapucci e Francesco Moretti.

L’opera, visibile nel museo fino al prossimo 15 gennaio, proviene di una collezione privata ed è stata esposta in Italia per la prima volta in questa occasione

Da lunedì 3 gennaio apre la seconda fase della campagna abbonamenti alla stagione 2021-2022 del Teatro dell’Olivo. Nei giorni  3, 4, 5, 7 e 10 gennaio sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti per gli 8 spettacoli in programma direttamente presso Teatro dell’Olivo, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Gli abbonamenti avranno un costo per platea e palchi centrali di € 120 intero e € 104 ridotto, mentre palchi laterali e loggione rispettivamente € 80 intero e € 70 ridotto.

La stagione, dopo l’inaugurazione del 16 dicembre con lo spettacolo “L’Ultimo vecchio sulla Terra”, proseguirà martedì 11 gennaio con VOLARE. Concerto a Domenico Modugno, quando Gennaro Cannavacciuolo ci farà fare un tuffo emozionante nella storia della grande canzone italiana. Il recital propone in una reinterpretazione personale le varie strade musicali percorse da Modugno. Dalle canzoni dialettali e macchiettistiche, fino ai monologhi teatrali e al suggestivo dialogo tra madre e figlio tratto dalla commedia musicale Tommaso D’Amalfi di Eduardo de Filippo. Dalle canzoni d’amore più famose lanciate da Modugno all’ormai inno nazionale Nel blu dipinto di blu, alternando sapientemente momenti comici e melanconici, aspetti gioiosi e suggestive evocazioni poetiche.

Giovedì 27 gennaio, già Premio Pulitzer e film da quattro Oscar, A SPASSO CON DAISY di Alfred Uhry andrà in scena per la regia di Guglielmo Ferro, con Milena Vukotic che darà vita all’anziana Daisy in una storia delicata e divertente capace di raccontare con umorismo un tema complesso come quello del razzismo nell’America del dopoguerra. L’adattamento di Mario Scaletta, grazie a trovate semplici ma particolari, dà corpo a una commedia leggera, piena di ironia, di grazia e respiro.

Ascanio Celestini sarà in scena mercoledì 9 febbraio con la sua RADIO CLANDESTINA. Roma, le Fosse Ardeatine, la Memoria. Uno spettacolo di culto, l’affermazione dell’unicità dell’artista romano e l’importanza di raccontare ancora una storia che appartiene al nostro passato e che si riflette nel nostro presente. Il racconto della lotta partigiana e dell'occupazione nazista della capitale, parte dal libro di Alessandro Portelli L'ordine è stato già eseguito, dando così voce a quella memoria orale della storia che ancora racconta quei giorni in maniera viva, diretta e non rovesciata.

A seguire, giovedì 17 febbraio, LE FERITE DEL VENTO di Juan Carlos Rubio per la regia Alessio Pizzech, con Cochi Ponzoni e Matteo Taranto. Nel perfetto ordine degli oggetti, uno scrigno chiuso ermeticamente attira l’attenzione di Davide, che al suo interno scopre una corrispondenza ingiallita nel tempo che custodisce un segreto inimmaginabile. Ne nasce un duello teatrale in cui si ricostruiscono i tratti di un uomo che il figlio stenta a riconoscere come suo padre. Carlos Rubio ci porta nel labirinto di un legame misterioso, senza limiti di spazio e tempo.

Mercoledì 2 marzo sarà la volta di DONNE GUERRIERE con Ginevra Di Marco e Gaia Nanni per la regia di Gianfranco Pedullà. Uno spettacolo di teatro/canzone, con musica dal vivo e arrangiamenti di Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, che rende omaggio alle vere combattenti del nostro tempo. Donne che con le loro scelte e la loro stessa vita sono divenute pagine autentiche e indelebili di quella memoria culturale fatta di canzoni tramandate di bocca in bocca, generazione dopo generazione. Dialoghi, monologhi e canzoni, si alterneranno ribadendo una cultura alternativa a quella dominante.

Mercoledì 16 marzo, con Chiara Francini e Alessandro Federico, COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA di Dario Fo e Franca Rame porta in scena la psicologia maschile e la relativa insofferenza al concetto di monogamia. Rappresenta uno degli spettacoli più popolari degli anni ottanta in Italia. In Germania ha riscosso un tale successo da essere proposta in ben 30 teatri contemporaneamente.

In cartellone venerdì 1 aprile anche Paolo Triestino, Edy Angelillo e Giancarlo Ratti in QUE SERÀ di Roberta Skerl. Tre amici, da sempre e per sempre. Una cena d’estate tra profumi e note brasiliane, perché l’allegria non manchi. Il tutto in un giardino ad accogliere le parole, le risate e i pensieri di Filippo, Giovanni e Ninni. Improvvisamente tutto cambia perché qualcosa di imprevisto accade e porta a chiedere cosa siamo disposti a fare per il nostro migliore amico. Que serà, è uno straordinario racconto di amicizia e, soprattutto, di vita. Roberta Skerl affronta con ironia, poesia e leggerezza, temi scomodi ma di grandissima attualità.

A chiudere la stagione, mercoledì 13 aprile, LE RAGAZZE DI SAN FREDIANO con Anna Meacci, Daniela Morozzi e Chiara Riondino, dal romanzo di Vasco Pratolini. Le ragazze a cui Pratolini dedica il romanzo sono un gruppo di giovani donne che decidono una beffa ai danni del rubacuori del quartiere, in un'epoca in cui ribellarsi ai soprusi degli uomini è davvero difficile. Ed è proprio da questo spirito e da questo titolo così evocativo che le tre artiste fiorentine hanno deciso di ripartire, per un omaggio alla città e all'universo femminile. L’idea dello spettacolo è nata nel periodo di chiusura delle sale, momento in cui le tre protagoniste hanno pensato ad una vera e propria tournée di fronte ai teatri che ha subito suscitato l’interesse del pubblico.

Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.
Le riduzioni si applicano sia per i biglietti che per gli abbonamenti a over 65 e under 35, mentre i possessori della carta dello spettatore FTS hanno diritto alla riduzione solamente per i biglietti

Info biglietti
Comune di Camaiore 0584 986356 – 333
Prevendita:
Punti vendita Box Office Toscana e online Ticketone.it
Nei giorni di spettacolo i biglietti possono essere acquistati dalle 19 alle 21 presso il Teatro dell’Olivo.

Una grande novità coinvolge il "San Giovannino giacente" di Caravaggio esposto presso il Museo d'Arte Sacra di Camaiore.
L'opera dell'artista - che ha richiamato in questi mesi migliaia di visitatori - sarà ancora nel centro storico del nostro Comune fino al prossimo 15 gennaio. La proroga sarà accompagnata da alcune modifiche sui giorni e gli orario di visita. Il quadro potrà essere ammirato nei giorni di:

  • martedì, giovedì e sabato, dalle ore 15.00 alle 19.00. 

Per entrare all'interno del Museo è obbligatorio il possesso del Green pass.

L’Orchestra Filarmonica Angelo Bevilacqua saluta il nuovo anno con il tradizionale concerto di Capodanno, in programma alle ore 16.00 del 1° gennaio 2022 nella cornice suggestiva del Teatro dell’Olivo, appuntamento che si rinnova dopo la pausa del 2021. L’ensemble formato in larga parte da giovani musicisti camaioresi proporrà, sotto la guida di Maria Vecoli, un programma che affiancherà ai grandi classici della musica colta, quali Puccini, Mascagni e Verdi, brani di autori italiani legati al cinema come Nino Rota ed Ennio Morricone. Le orchestrazioni sono a cura del maestro Michele Stefanini. Saranno inoltre protagonisti la soprano Fabiola Formiga e il tenore Marco Mustaro. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti con obbligo di Super Green Pass.

Questo il programma completo del concerto:

  • E. Morricone - Giu la testa
  • E. Morricone - Nuovo cinema paradiso
  • N. Rota - Valzer del Commiato
  • N. Rota - Valzer Verdi
  • G. Puccini - Coro Muto
  • F. Lehar - Tace il labbro
  • P. Mascagni - Intermezzo
  • D. Shostakovich - Valzer
  • R. Strauss - Danubio blu
  • G. Verdi - Brindisi
  • J. Radetzky - March

È stato invece annullato il concerto della Filarmonica Versilia Deb inizialmente previsto per il 2 gennaio nella Chiesa Nostra Signora del Sacro Cuore Capezzano Pianore.

Logo comune

Comune di Camaiore

 

Contatti

Piazza S. Bernardino da Siena, 1
55041 Camaiore (LU)
Centralino: (+39) 05849861
Fax: 0584 986264
Numero Verde: 800 015689
P.IVA 00190560466
PEC This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Segnalazioni URP:
0584986202
0584986259
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Numeri Utili

Comune di Camaiore: 800 015689
Servizio Whatsapp Comune di Camaiore:
+39 328 9893221 - Iscriviti - Cancellati
Polizia Municipale: 0584 986700
Citelum Segnalazione Guasti - Pubblica Illuminazione e semafori: 800 978447
Gaia Segnalazione Guasti - Servizio Idrico:
800 234567
Numero Verde ERSU 800 942540
sitoweb: www.ersu.it
Segnalazioni Varchi Zona Traffico Limitato:
800 277332
Servizio RadioTaxi: 0584 986986


 

Tourist information office Opening times
Toggle Bar