Comune di CamaioreIl museo sarà aperto nei giorni festivi infrasettimanali e in occasione di manifestazioni cittadine di rilievo. Per le scuole, previo accordo, è prevista l'apertura al mattino. Il museo istituito nel 1936 nella sede della Confraternita del Santissimo Sacramento, di San Michele e San Vincenzo, edificio del XVII secolo, nasce come luogo di raccolta e deposito di arredi, dipinti, paramenti, suppellettili sacre dal XIV al XVI secolo.

Attualmente è oggetto di un vasto programma di riordino e riallestimento la cui prima fase ha riguardato l'ampliamento della struttura espositiva con due nuove sale al pian terreno. Qui sono presentate sculture lignee, tavole dipinte e preziose oreficerie. Al piano superiore, nella sala della confraternita arredata con gli stalli realizzati nel Settecento, è esposto un grande arazzo fiammingo del 1516; nelle altre sale sono in mostra numerosi dipinti, corredi processionali in legno, parati liturgici e le suppellettili sacre in argento realizzate dalle più importanti botteghe lucchesi settecentesche.

L'esposizione si apre al pian terreno con una piccola Madonna col Bambino lignea, della fine del Duecento; sono anche esposti calici a smalto di cultura senese e la croce astile a sbalzo della chiesa di S. Maria Albiano dei primi del trecento. Altre croci astili a sbalzo, il calice, il Sant'Antonio Abate ligneo e il polittico dell'Anguilla testimoniano, con altre opere tuttora esistenti nelle varie chiese di Camaiore, la forza di penetrazione anche nel contado della cultura artistica sviluppatasi in Lucca tra la fine del Trecento e il nuovo secolo.

Virtual Tour Museo d\'Arte Sacra

E' online il nuovo sito del Museo d’Arte Sacra di Camaiore, realizzato dal LIMES - Laboratorio di Metodologie Informatiche per la Storia dell'Arte dell'Università di Pisa.
Il sito è stato realizzato con il coordinamento della professoressa Sonia Maffei, docente di Storia della critica d'arte all’Università di Pisa e realizzato dagli studenti del laboratorio.
Un team di lavoro estremamente variegato che ha permesso di realizzare un portale generalista, creato con tecnologie open source, dove si possono reperire le informazioni logistiche, sulla collezione e le attività didattiche del museo a cui si affiancano quattro approfondimenti (tessuti, oreficeria, il polittico di Francesco di Andrea Anguilla e la Vergine Annunziata di Matteo Civitali) proposti dagli studenti del corso di “Informatica per i beni culturali” della “Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici”. Il portale contiene oltre 180 pagine, 718 immagini - realizzate nel corso di un’apposita campagna dal Laboratorio di fotografia dell’Università - e tre video prodotti in collaborazione il Laboratorio audiovisivi dell’Università.
Il sito è visitabile cliccando sull'immagine qua sotto.