"La Signorina Else" al Teatro dell'Olivo

Secondo appuntamento con la Stagione 2018-19 del Teatro dell’Olivo, mercoledì 12 dicembre alle ore 21. Dopo il tutto esaurito fatto registrare all’apertura con Federico Buffa, arriva sul palcoscenico di via Vittorio Emanuele “La signorina Else”, produzione della Compagnia Lombardi-Tiezzi/Associazione Teatrale Pistoiese che vedrà in scena Lucrezia Guidone e Martino D’Amico. Il testo di Schnitzler racconta la storia di una ragazza che deve mostrarsi nuda a un uomo ricchissimo per poter ottenere del denaro e salvare la propria famiglia dalla bancarotta. Tutto incentrato sui pensieri che si affollano nella mente di Else, il testo offre una spietata radiografia di una società corrotta proprio nel nucleo familiare, il quale, invece di proteggere i propri figli, li immola cinicamente.

Lo spettacolo

Risalente al 1924, la novella La Signorina Else di Arthur Schnitzler è un testo mirabile, tutto incentrato sul battito tumultuante dei pensieri che si affollano e scontrano nella mente di Else, l’adolescente ‘altera’, vivida e appassionata, su cui incombe una catastrofe familiare. Un testo che è la spietata radiografia di una società corrotta proprio nel nucleo familiare, il quale, invece di proteggere i propri figli, li immola cinicamente. Una vera e propria mise en abyme della coscienza moderna, sganciata dai valori della tradizione, attenta solo ai propri istinti e ai propri falsi valori, pronta a sacrificare una giovane donna sull’altare del dio denaro.

STAGIONE TEATRALE 2018-2019

Segui la pagina Facebook ufficiale del Teatro dell'Olivo

BIGLIETTI

campagna abbonamenti
conferme vecchi abbonamenti dal 22 al 29 ottobre
nuovi abbonamenti dal 30 ottobre all’8 novembre

vendita abbonamenti
presso Cartolibreria L’Arcobaleno via Vittorio Emanuele 228 Camaiore (nei pressi del teatro) tel. 0584 981771

abbonamento
platea e palchi centrali
intero € 137 / ridotto € 116
palchi laterali e loggione
intero € 90 / ridotto € 80

biglietti
platea e palchi centrali
intero € 21 / ridotto € 18
palchi laterali e loggione
intero € 14 / ridotto € 12
carta Studente della Toscana
biglietto ridotto € 8 studenti universitari
(il posto verrà assegnato, dietro presentazione della carta, in base alla disponibilità della pianta; si consiglia l’accesso in biglietteria almeno un’ora prima dell’inizio spettacolo)
riduzioni
“biglietto futuro” under 30, over 65, soci Coop, possessori Carta dello spettatore FTS (solo per i biglietti)

prevendita libera spettacoli
dal 12 novembre presso Cartolibreria L’Arcobaleno
vendita biglietti
due ore prima dell’inizio degli spettacoli presso la Cartolibreria L’Arcobaleno

orari biglietteria
lun-ver 8:30 – 12:30 / 15:30 – 19:30
sab 09:00 – 13:00 / 15:30 – 19:30 (dal 5 novembre chiuso al sabato pomeriggio)

info
Comune di Camaiore
Ufficio Cultura
via Vittorio Emanuele 181 - Camaiore (LU)
tel. 0584 986356 - 334
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Teatro dell’Olivo: via Vittorio Emanuele, 55041 Camaiore (LU)

IL CARTELLONE
*tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.00

giovedì 22 novembre 2018
Federico Buffa
A NIGHT IN KINSHASA
Muhammad Ali vs George Foreman
molto più di un incontro di boxe: un episodio di riscatto
sociale che cambia la storia

produzione Teatro Carcano Centro d’Arte Contemporanea
in collaborazione con Mismaonda

mercoledì 12 dicembre 2018
Lucrezia Guidone, Martino D’Amico
LA SIGNORINA ELSE
di Arthur Schnitzler
produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi/Associazione
Teatrale Pistoiese

lunedì 14 gennaio 2019
Alessandro Benvenuti, Stefano Fresi
DONCHISCI@TTE 
liberamente ispirato a Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes
di Nunzio Caponio
adattamento e regia Davide Iodice
scene Tiziano Fario
costumi Daniela Salernitano
luci Davide Iodice
produzione Arca Azzurra produzioni

martedì 29 gennaio 2019
Valentina Lodovini
TUTTA CASA, LETTO E CHIESA
di Dario Fo e Franca Rame
produzione Pierfrancesco Pisani

giovedì 14 febbraio 2019
Antonio Catania, Nicolas Vaporidis, Maurizio Mattioli
L'OPERAZIONE
scritto e diretto da Stefano Reali
produzione Gianluca Ramazzotti per Ginevra Media Prod
Srl/PigrecoDelta

martedì 26 febbraio 2019
NESSUNA PIETA' PER L'ARBITRO
di Emanuele Aldrovandi
regia Marco Maccieri e Angela Ruozzi
produzione Centro Teatrale MaMiMò

domenica 10 marzo 2019
Lella Costa

TRAVIATA L'intelligenza del cuore
di Lella Costa e Gabriele Vacis
regia Gabriele Vacis
produzione Mismaonda in collaborazione con Società dei
Concerti di Parma

giovedì 28 marzo 2019
Gaia De Laurentiis, Ugo Dighero

ALLE 5 DA ME
di Pierre Chesnot
regia Stefano Artissunch
produzione a.ArtistiAssociati in collaborazione con
Synergie Teatrali

venerdì 5 aprile 2019
Manuela Mandracchia, Alvia Reale, Sandra Toffolatti,
Corinna Lo Castro

ROMA ORE 11
di Elio Petri
produzione Centro di Produzione Teatrale La Fabbrica
dell’Attore – Teatro Vascello (Roma), CTB Centro Teatrale
Bresciano

EVENTI ISTITUZIONALI

sabato 8 dicembre 2018
Filarmonica Giacomo Puccini di Camaiore
GRAN CONCERTO AUGURALE

martedì 1 gennaio 2019
Orchestra Filarmonica Angelo Bevilacqua e Corale Francesco Gasparini
CONCERTO DI CAPODANNO

 

teatroLa storia del Teatro dell'Olivo

Il Teatro dell´Olivo sorge nel luogo che un tempo ospitava un tiratoio della lana; costruito nel corso del ‘500, il tiratoio fallì e il suo proprietario fuggì dalla città.

Nel 1649 l’Accademia dei Deboli, una associazione formata da un gruppo di cittadini di Camaiore, chiese di riaprire l’edificio, in modo che potesse ospitare commedie e altre rappresentazioni sceniche. A partire dal 1720 furono fatti alcuni interventi sull’edificio: vennero costruiti i primi palchetti e fu realizzato il paco; nel 1753 furono aggiunti 12 palchetti nel primo ordine e 5 nel secondo ordine.

Ma il momento di vera rinascita per il teatro fu il 1772, in occasione della nascita della Compagnia del Teatro dell’Olivo, che così spiega i propri intenti e scopi: “Scegliendo noi un ramoscello carico di Olive per simbolo della società in perpetuo fissare ad oggetto di formare e conservare un buon teatro, e una buona comica, di adombrar pretesimo due gran motivi da quali ebbemo il più forte impulso ad accingerci ad una così ardua impresa. Il prezioso sugo di queste frutte benefiche, o cambiato in balsamo o usato in condimento rinvigorisce le Membra; e per lui si rischiarano i luoghi più tenebrosi delle notturne fiammelle, alle quali serve di nutrimento.

Concorrendo i nostri Popolani a godere i pubblici spettacoli, i quali noi colla possibil convenienza daremo in Teatro, e obbligati quivi a mischiarsi e trattarsi scambievolmente, a divertirsi insieme, a sentirsi mossi da medesimi affetti, o disuniti si uniranno, o uniti sempre più si rassoderanno nella buona corrispondenza: mentre amore la più nobile e delicata tra le Passioni umane, non più fatto e più soave fa sentirsi al cuore d’allor quando vien esso inondato e ammollito dal genial Piacere. Ed ecco il primo benefizio. Che se poi abbiamo riguardo allo splendor della Patria ci lusinghiamo che i nostri Progetti gioveranno non poco ad accrescerlo.

E non è egli vero che una bene accostumata e ben esercitata Gioventù suole in gran parte costituire questo splendore? E qual cosa tanto contribuisce a ben formare lo spirito de Giovani quanto l’uso e l’esercizio Teatrale? Per esso si acquista da loro concretezza di spirito e buona maniera , facilità di discorso e scioltezza di membra, aborrimento a vizi i quali si vedon puniti, stima per le virtù le quali si osservan premiate, e mille e mille altre ottime parti. Ed ecco il secondo beneficio Piaccia a Dio che i nostri disegni abbiano il suo effetto mentre noi per dare a loro ogni possibile fondamento passiamo a fissare i seguenti articoli da osservarsi in perpetuo dalla nostra Società e vogliamo in primo luogo. Che detta società istituita sotto gli auspici della Serenissima Repubblica di Lucca abbia per Impresa un ramoscello carico di Olive col motto Corroborant, Lucent”.

Una serie di lavori portarono la struttura ad una conformazione molto vicina a quella attuale. Nel 1880 fu aggiunta una terza fila di palchetti, che è stata soppressa nel 1920, e fu costruito il loggione, poi trasformato nell’attuale galleria. Nel 1927 furono eseguiti i decori del soffitto ad opera di Dino Spelta, pittore camaiorese. Dal 1930 al 1942 l’edificio divenne un cinema teatro; fu chiuso nel 1944, in seguito allo scoppio di alcune mine all’interno dell’edificio, che causarono molti danni. Aperto nuovamente per un breve periodo, fu definitivamente chiuso nel 1955.

Dopo una serie di lavori di ristrutturazione, il Teatro dell’Olivo è stato riaperto ai cittadini nel 2003.

Virtual Tour Teatro dell\'Olivo