Di cosa si tratta

L’Amministrazione Comunale di Camaiore ritiene che la tutela e la valorizzazione del verde urbano sia un elemento di grande importanza ai fini del miglioramento della qualità della vita all’interno del territorio. Il verde cittadino rappresenta infatti una componente di primaria importanza dell’ambiente urbano per le molteplici funzioni che esso svolge:

  1. ecologico - ambientale;
  2. sicurezza stradale;
  3. contrasto al degrado;
  4. fito-sanitaria;
  5. sociale e ricreativa;
  6. estetico-ornamentale;

Con il presente bando l’Amministrazione Comunale intende affidare – tramite contratti di sponsorizzazione con operatori economico (ditte individuali, cooperative, consorzi, associazioni di categoria, circoli e istituti di credito) oppure contratti di collaborazione a privati cittadini – la manutenzione del verde in forma volontaria, con istallazione sull’area di un cartello istituzionale finalizzato alla sponsorizzazione del soggetto affidatario: tale gesto viene denominato “ADOZIONE”.
Ai soggetti affidatari si richiede di effettuare a proprie cure e spese, l’allestimento e la manutenzione delle aree verdi oggetto dell’adozione in base a quanto stabilito nel dal Capitolato tecnico di manutenzione (All. D) e dalla Scheda tecnica dell’area (All. E), restando essi esonerati dal pagamento degli oneri comunali sulla pubblicità per tutta la durata dell’affidamento dall’art. 11 comma 4 del “Regolamento del Verde per la tutela del patrimonio arboreo e la salvaguardia degli spazi verdi” approvato con Delibera CC 66 del 14-12-2015 e ss.mm.ii.

Art. 1
Modalità di affidamento

Al fine di affidare in gestione un’area verde (comprese le rotatorie stradali), il Comune pubblica il presente Bando all’albo on line sul sito internet istituzionale. Ciascun spazio verde o rotatoria, può essere allestito e gestito esclusivamente da un soggetto autorizzato dall’Amministrazione Comunale di Camaiore, rimanendo esclusa qualsiasi forma di sub affidamento. E’ assolutamente vietata la possibilità di cedere gli spazi presenti nella cartellonistica a soggetti terzi, a pena di decadenza immediata dell’affidamento. I soggetti affidatari potranno eseguire direttamente l’allestimento e la manutenzione degli spazi verdi o incaricare ditte specializzate: in tutti i casi, comunque, è richiesto il possesso dei requisiti di legge previsti in materia. E’ espressamente esclusa la partecipazione di soggetti che si siano resi responsabili di violazioni a qualsiasi titolo accertate nei confronti della P.A., nonché delle disposizioni di cui al titolo II del C.d.S e del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii.

Art. 2
Aree interessate all’adozione

Le aree interessate all’adozione si trovano all’interno del territorio del Comune di Camaiore e indicate in apposito elenco allegato al presente bando come “Allegato A”. L’elenco delle aree adottabili potrà essere integrato con nuove aree con atto dirigenziale su proposta dell’Amministrazione e dei singoli cittadini. Le schede tecniche con l’individuazione dei siti sono disponibili agli atti del Settore V “Lavori Pubblici”, Servizio 17 “Fabbricati ed Impianti”.

Art. 3
Presentazione della domanda

Il soggetto interessato, che intende proporsi per l’adozione di uno spazio verde, deve far pervenire all’Ufficio Tecnico Comunale di Camaiore apposita domanda utilizzando l’apposito modulo (All. B), da prodursi in una busta chiusa contrassegnata con l’indicazione: “PROPOSTA DI SPONSORIZZAZIONE/COLLABORAZIONE RELATIVA ALLA MANUTENZIONE DI AREE A VERDE PUBBLICO” – dal giorno successivo alla pubblicazione del bando che rimarrà aperto fino alla data del 31 dicembre 2021, con scadenza dell’accordo di collaborazione/sponsorizzazione secondo quanto previsto dall’art. 4 del presente bando.
Le aree saranno assegnate in seguito a valutazione di apposita commissione di cui all’ art.6 del presente bando.
La domanda potrà essere consegnata all’ufficio protocollo del Comune di Camaiore, via XX Settembre, 86, 55041 Camaiore (LU), a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero con consegna a mano allo stesso Ufficio Protocollo, ovvero tramite mail pec all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Rimane esclusa qualsiasi responsabilità dell’Amministrazione qualora per disguidi postali o di altra natura, l’istanza non pervenga entro il termine di cui sopra all’indirizzo di destinazione.

Nel caso che oltre alla manutenzione sia previsto l’allestimento dell’area, la domanda dovrà essere protocollata utilizzando il modello che verrà predisposto unitamente all’avviso pubblico, e si dovrà corredarla anche della seguente documentazione:

  1. modulo predisposto dall’Ente.
  2. relazione tecnico illustrativa e progetto grafico che descrivano la proposta di realizzazione: tale relazione dovrà indicare, con grafici, eventuali foto-rendering e disegni, gli interventi tipo proposti, i tempi di esecuzione, i materiali impiegati, gli eventuali impianti, l’elenco delle specie vegetali che si intendono utilizzare; (solo per chi provvede non solo alla manutenzione ma anche all’allestimento);
  3. crono-programma e descrizione dei lavori da eseguirsi;
  4. elaborazione di un Piano di manutenzione del verde;
  5. bozzetto a colori del cartello (max. mq.0.50) del soggetto gestore.
  6. Polizza assicurativa RC.

Unitamente alla domanda dovrà essere presentata l’autocertificazione del possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii. di cui agli allegati H (per gli operatori economici) ed I (per i privati cittadini)..

Il presente avviso, gli elenchi delle aree verdi sponsorizzabili/adottabili e i relativi schemi di domanda sono pubblicati alla sezione “Bandi di gara” nell’apposita sezione Amm. Trasparente del sito istituzione www.comune.camaiore.lu.it
L’Amministrazione Comunale, tramite gli uffici preposti, si riserva a proprio discrezionale e insindacabile giudizio di valutare le capacità tecniche di ciascun proponente l’affidamento.
Nel caso in cui il medesimo proponente abbia fatto proposta di adozione per più aree, l'Amministrazione si riserva di affidarne anche una sola o comunque un numero ritenuto adeguato e/o opportuno e comunque non superiore ad un massimo di 3.
Il progetto di sistemazione dell’area dovrà rispondere ai requisiti di razionalità, funzionalità e armonizzazione con il contesto in cui l’area è inserita e dovrà rispettare le norme (ove richiesto) di circolazione e sicurezza stradale.

Art. 4
Durata del periodo di adozione - rinnovo

Per ciascuna area verde oggetto di adozione, la durata del periodo di manutenzione avrà scadenza inderogabile al 31 dicembre 2022, salvo la possibilità, per l’A.C., di esercitare opzione di rinnovo laddove, in seguito alle verifiche svolte, si valutino positivamente le attività svolte e lo stato di manutenzione dell’area adottata.
Entrambe le parti hanno la facoltà di recedere in qualsiasi momento, tramite raccomandata A.R. con preavviso di almeno 90 giorni.
L’Ente avrà la possibilità di recedere in qualsiasi momento dal contratto di sponsorizzazione o collaborazione se sarà accertata da parte dell’ufficio tecnico l'adeguatezza o la carenza nella cura e manutenzione dell'area affidata, previa contestazione dell’operato e, in ogni caso, assegnando 7 giorni per la riconsegna dell'area e il suo sgombero da eventuali cartelli senza che siano previsti indennizzi o richieste di risarcimento di ogni sorta.

Art. 5
Cartelli istituzionale di sponsorizzazione

Gli affidatari potranno sponsorizzare l’allestimento e la manutenzione delle aree verdi usufruendo della possibilità di promuovere il proprio nome/marchio attraverso apposita cartellonistica, delle dimensioni complessive di mq. 0,50.
Il contenuto del cartello deve essere riferito esclusivamente al soggetto adottante e potrà riportare il proprio logo, la dicitura “Noi ci prendiamo cura della nostra Città” e lo stemma del comune di Camaiore, secondo il modello grafico definito dall’ Allegato C “Cartello tipo da installare”, pena la decadenza immediata della concessione senza che l’affidatario possa avanzare pretese risarcitorie.
I cartelli istituzionali di sponsorizzazione sulle aree interessate che siano non conformi a quanto stabilito nel presente articolo, sono rimossi con onere a carico dell’affidatario.
Dovrà essere presentata idonea dichiarazione tecnica relativa ai cartelli attestante che la struttura, compresi gli ancoraggi al terreno, è realizzata e posta in opera tenendo conto della natura del terreno e della spinta del vento in modo da garantirne la stabilità.
Nelle rotatorie, la collocazione dei cartelli istituzionali di sponsorizzazione devono garantire la visibilità della segnaletica stradale e non creare confusione o interferenze all’utente della strada (si dovranno assolutamente evitare cartelli di gradazione rosso e di gradazione azzurro).
Ciascun cartello dovrà essere realizzato con materiale idoneo, senza bordi taglienti ed installato in modo tale che, ad un’eventuale impatto, non opponga resistenza al veicolo. Non è ammessa un’illuminazione specifica per i cartelli, in quanto potrebbe provocare disturbo con conseguente pericolo alla circolazione stradale. Tale cartellonistica è esonerata dal pagamento dell’imposta COSAP ai sensi dell’art. 35 del “Regolamento Comunale per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche” approvato con deliberazione del C.C. n° 33 del 21.04.2010 e ss.mm.ii., La predetta cartellonistica, inoltre, non costituisce spazio pubblicitario e, pertanto, non è soggetta al pagamento di alcun canone o corrispettivo secondo quanto disposto dall’art. 11 comma 4 del “Regolamento del Verde per la tutela del patrimonio arboreo e la salvaguardia degli spazi verdi” approvato con Delibera CC 66 del 14-12-2015 e ss.mm.ii.

Art. 6
Nomina Commissione Aggiudicatrice

La Commissione Aggiudicatrice è istituita ai fini di consentire un’accurata valutazione delle proposte pervenute ed è composta di n.3 membri individuati dal Responsabile del Settore V “Lavori pubblici” trai dipendenti in servizio presso il medesimo Settore.

Art. 7
Criteri di aggiudicazione

La Commissione Aggiudicatrice di cui all’art. 6 del presente Bando è chiamata ad esaminare le proposte secondo i seguenti criteri:

  1. TAGLI E POTATURE PREVISTE - MAX. PUNTI 10
  2. OPERE MIGLIORATIVE A VERDE PROPOSTE (PIANTUMAZIONE FIORE E ARBUSTI) N° ARBUSTI O PIANTE PROPOSTE - MAX. PUNTI 5
  3. OPERE MIGLIORATIVE A VERDE (PIANTE STAGIONALI) N. DI PIANTE STAGIONALI E N° DI SOSTITUZIONI ALL’ANNO - MAX. 3 PUNTI
  4. REALIZZAZIONE DI OPERE COMPLEMENTARI (ARREDO, STACCIONATE, IMPIANTI ELETTROMECCANICI, ECC.) - MAX 2 PUNTI

Per un totale di max. 20 punti complessivi

Art. 8
Criteri per la scelta delle specie vegetali

Nell’ambiente stradale sono innumerevoli le fonti di stress che possono seriamente pregiudicare la vitalità, la potenzialità estetica e il valore decorativo delle specie vegetali: inquinamento chimico dell’aria, dell’acqua e del terreno, insufficiente rifornimento idrico, eccessi termici, traumi dovuti ad atti vandalici o al traffico veicolare.
Andranno preferite le specie autoctone che, oltre alla naturale capacità di adattamento alle condizioni ambientali del luogo, fungono da elemento di collegamento tra il verde costruito dall’uomo e quello naturale del paesaggio circostante. I requisiti fondamentali che la vegetazione deve possedere sono i seguenti:

  • rusticità, ossia capacità di adattarsi ad una svariata tipologia di situazioni non ideali per lo sviluppo dei vegetali;
  • basso livello di manutenzione.

Art. 9
Controlli e verifiche

L’Amministrazione Comunale potrà effettuare controlli sulla manutenzione e conservazione dell’area assegnata in adozione. Qualora l’area non venga mantenuta nelle migliori condizioni e nel rispetto di quanto stabilito nella convenzione, l’Amministrazione richiede al soggetto adottante l’esecuzione di quanto ritenuto necessario in attuazione della convenzione e della documentazione tecnica presentata. Nel caso di reiterate richieste da parte del Comune per il rispetto di quanto stabilito nella convenzione e di inottemperanza da parte del soggetto adottante, il Comune può risolvere unilateralmente la convenzione medesima senza il riconoscimento di alcun onere o indennizzo. L’adozione potrà essere revocata in qualsiasi momento a discrezione dell’Amministrazione quando si verificassero danni che richiedano provvedimenti gravi, rimanendo comunque salva per l’Amministrazione la possibilità di esigere la riparazione del danno.
Il Comune, tramite il proprio personale, verifica lo stato effettivo del verde riservandosi, in mancanza di adeguati interventi, di provvedere ai sensi dell’art. 1454 del C.C.. Il comune si riserva la facoltà di accedere alle aree concesse in adozione ogni qualvolta sia necessario per l’esecuzione dei lavori di manutenzione per ragioni di pubblico interesse.

Art. 10
Prescrizioni e obblighi

Lo schema di Convenzione tra Comune e soggetto adottante l’area verde, sarà approvato dalla Giunta Comunale. Ogni variazione, innovazione, eliminazione e addizione, che non sia già contemplata nella richiesta di affidamento, deve essere sottoposta all’attenzione dell’Amministrazione Comunale ed essere preliminarmente autorizzata mediante comunicazione scritta da parte del Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale. L’impresa che esegue i lavori, in proprio o per conto dell’affidatario, avrà l’obbligo di adottare, durante l’esecuzione dei lavori, tutti i provvedimenti e le cautele necessarie per garantire l’incolumità degli operai e di terzi e non produrre danni ai beni pubblici e privati, rimanendo espressamente inteso e convenuto che essa si assumerà ogni responsabilità sia civile che penale, nel caso di infortuni o danni. L’impresa è tenuta al rispetto delle norme del D. Lgs 81/08 e ss.mm.ii. e sarà l’esclusiva responsabile dell’osservanza di tutte le disposizioni relative alla tutela antinfortunistica delle maestranze addette ai lavori. Tutti gli interventi proposti devono tenere conto della pianificazione generale dell’arredo urbano comunale, sotto l’aspetto floristico, tipologico ed estetico. Eventuali interventi pubblici o di Enti di servizi pubblici per sistemazione e manutenzione di impianti o sottoservizi non comportano la sospensione della convenzione la cui durata resta immutata; la risistemazione dell’area sarà a carico degli enti che hanno disposto gli interventi. Per tutta la durata dell’esecuzione degli interventi il richiedente sarà responsabile civilmente e penalmente per danni a terzi.

Si precisa, inoltre, che per quanto riguarda la copertura assicurativa occorre porre in essere i seguenti adempimenti:

CONTRATTI DI SPONSORIZZAZIONE:

  • Si rende necessaria la stipula di apposite polizze assicurative sia con riferimento alla copertura RCT/O sia con riferimento alla copertura contro gli infortuni.

CONTRATTI DI COLLABORAZIONE:

  • Copertura RCT/O: è disponibile apposita copertura assicurativa nel caso di volontari opportunamente autorizzati;
  • Copertura infortuni: si demanda al Dirigente del Settore V “Lavori Pubblici” la valutazione dei casi in cui si rende necessario la stipula, da parte dei volontari, di apposita polizza assicurativa.

L’adozione dello spazio verde non costituisce concessione trattandosi esclusivamente di affidamento dell’area ai fini dell’allestimento e della relativa manutenzione. L’amministrazione rimane sempre proprietaria dell’area alla quale potrà accedere senza preavviso per svolgere eventuali lavori di competenza. Al cessare del periodo di adozione, l’area dovrà essere riconsegnata al Comune in ottimo stato con tutte le migliorie apportate. Nel verbale di riconsegna dell’area deve risultare la condizione di fatto dello stato dei luoghi. In caso risulti uno stato di degrado e di incuria, il Comune si riserva la facoltà di adottare qualsiasi iniziativa per recuperare gli eventuali maggiori costi necessari al ripristino dell’area degradata alle normali condizioni d’uso.

Art. 11
Attuazione dell’intervento

A seguito della sottoscrizione della convenzione, la consegna ai fini manutentivi acquisterà efficacia con la sottoscrizione, da parte dei soggetti affidatari, di apposito verbale di consegna con il quale avrà inizio la decorrenza del periodo di adozione dell’area. Dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna i soggetti affidatari devono iniziare le opere di manutenzione o di allestimento dell’area verde, come da proposta progettuale.

Art. 12
Contenuti minimi di manutenzione

Al fine di garantire il mantenimento in perfetta condizione dell’area, l’affidatario deve provvedere all’esecuzione delle opere di manutenzione di seguito elencate:

  • conservazione dei tappeti erbosi, mediante un insieme organico di interventi comprendente la pulizia, anche di eventuali rifiuti presenti, la tosatura (eseguita in modo da non avere mai l’erba ad altezza superiore ai 15 cm.), la rifilatura delle aiuole e la raccolta e lo smaltimento della vegetazione recisa;
  • l’eventuale reintegro/rifacimento delle parti ammalate, secche o diradate;
  • conservazione degli arbusti, comprendente la potatura di tutte le specie al raggiungimento dell’altezza massima stabilita, l’eliminazione della vegetazione infestante arborea ed erbacea, la fertilizzazione, il reintegro delle piantumazioni morte o rubate;
  • raccolta delle foglie, laddove necessaria e per un numero di volte adeguato al decoro dell’area, alla tipologia delle specie vegetali, al corretto smaltimento delle acque meteoriche;
  • ricariche di materiali, qualora se ne verificasse la necessità;
  • manutenzione dell’impianto di irrigazione (se esistente) comprendente il monitoraggio dell’impianto, la verifica del suo perfetto funzionamento, l’eventuale sostituzione delle parti danneggiate.

Le opere sopraelencate devono essere eseguite ogni qualvolta lo impongano le condizioni.

Art. 14
Obblighi e divieti

Al soggetto che mantiene e gestisce il verde è vietata la vendita degli spazi riservati alla cartellonistica. In caso di inadempienza si provvede ai sensi dell’art. 1454 del C.C. Resta a carico del soggetto affidatario l’espletamento e i relativi oneri delle pratiche occorrenti, permessi, autorizzazioni necessarie e la responsabilità di quanto installato.
Ogni variazione, innovazione, eliminazione o adozione, che non sia già contemplata nella richiesta di adozione, deve essere sottoposta all’attenzione dell’Amministrazione Comunale ed essere preliminarmente autorizzata mediante comunicazione scritta da parte del Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale. Qualora lo stato dei luoghi venisse danneggiato o alterato, il soggetto provvede ad eseguire le opere necessarie al ripristino sostenendone gli oneri e i costi. Alla scadenza della convenzione di adozione, le opere e tutte le specie vegetali allocate sull’area verde rimangono di proprietà del Comune. E' vietato l'utilizzo di diserbanti e prodotti chimici di sintesi, come previsto dalle normative vigenti.

Art. 15
Contenzioso e Foro competente

Ogni controversia che dovesse insorgere in ordine alla interpretazione, esecuzione e responsabilità derivante dall’esecuzione della convenzione, sempre che non comporti decadenza della stessa, viene definita in via conciliativa tra le parti. In caso di mancata conciliazione, il Foro competente è quello del Tribunale di Lucca.

Art. 16
Trattamento dei dati personali

I dati personali forniti sono trattati ai sensi del regolamento (UE) n. 2016/679 per le finalità e le modalità previste dal presente bando e per lo svolgimento dell’eventuale successivo rapporto contrattuale.

Modulistica online

Per informazioni

Ufficio: Settore V Opere Pubbliche
Viale Oberdan, 52 55041 Camaiore
TEL. 0584/986374
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

CONSEGNE A DOMICILIO PER SOGGETTI FRAGILI E OVER 65 DI FARMACI, SPESA E GENERI PRIMA NECESSITÀ I numeri di telefono
Toggle Bar