Dettaglio Servizio

Accertamento di compatibilità Paesaggistica
Applicazione di sanzione alternativa alla demolizione (indennità risarcitoria)

Di che cosa si tratta

Accertamento di compatibilità paesaggistica

Fuori dai casi si cui all'art.167 commi 4 e 5 non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi.

Sintesi delle procedure per l'accertamento di c.p. e versamento di indennità pecuniaria

Il proprietario presenta domanda per l’accertamento di compatibilità paesaggistica che deve essere definita entro il termine perentorio di centottanta giorni, previo parere vincolante della soprintendenza da rendersi entro il termine perentorio di novanta giorni. Qualora venga accertata la compatibilità paesaggistica, il trasgressore è tenuto al pagamento di una somma equivalente al maggiore importo tra il danno arrecato e il profitto conseguito mediante la trasgressione secondo il metodo stabilito nella DGC n° 219 del 31.05.2005. In caso di rigetto della domanda si applica la sanzione demolitoria.

Applicazione di sanzione alternativa alla demolizione

Fuori dai casi di cui all'art.167 commi 4 e 5 non può essere rilasciata in sanatoria, anche parziale, degli interventi, ma per le opere realizzate prima del 11.05.06 (entrata in vigore del D.Leg. 24.03.06 n°157 che ha modificato l'art.167) CHE HANNO COMPORTATO AUMENTI DI VOLUME O SUPERFICIE viene applicato il regime sanzionatorio in vigore all'epoca della realizzazione dell'abuso e disciplinato dall'allora art. 167 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 n° 42 Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, ossia l'applicazione di una sanzione alternativa alla demolizione qualora il danno paesaggistico arrecato sia comunque compatibile con il vincolo:

procedura per applicazione di sanzione alternativa alla demolizione:

  1. presentazione di richiesta di applicazione di sanzione in luogo della demolizione su apposito stampato;
  2. l’istanza viene presentata alla commissione paesaggistica che valuta se l’opera può essere sanzionata in quanto il danno paesaggistico arrecato viene comunque ritenuto compatibile con il vincolo o se invece deve essere demolita;
  3. se l’opera viene valutata sanzionabile viene direttamente applicata la sanzione paesaggistica alternativa alla demolizione secondo il metodo stabilito nella DGC n° 219 del 31.05.2005. Se l’opera non viene valutata sanzionabile si applica la sanzione demolitoria.

Costo del servizio

I costi di segreteria ammontano a €51,65 da versare a favore di Unione dei Comuni della Versilia presso la banca CASSA DI RISPARMIO DI PISTOIA E DELLA LUCCHESIA SPA  - Agenzia di Seravezza (IBAN IT74U0626070240000100000012).

A che cosa devo fare attenzione

Al fine di poter garantire una corretta istruttoria, il modulo deve essere compilato in ogni sua parte

Moduli on-line

I moduli possono essere scaricati al seguente indirizzo: http://www.unionedicomunialtaversilia.lu.it/servizi-associati/paesaggistica-via/paesaggistica-modulistica

Come presentare la domanda

La domanda può essere presentata accedendo al portale http://front.sporvic.it/udcversiliapaes

Documenti aggiuntivi

ATTENZIONE VIGILANZA METEO GIALLO Leggi di più
Toggle Bar